Sono nata e cresciuta nella parte Nord della Sardegna, perciò normalmente quando ci torno l’aeroporto di Fertilia (Alghero) è quello dove atterro. Che tu sia alla ricerca dello sfarzo oppure no, ci sono comunque tantissime spiagge che vale la pena visitare perché ti regaleranno dei panorami che ti faranno mancare il fiato. In prossimità del porto, ti consiglio di concederti un aperitivo dal Milese con una delle sue buonissime (ed economiche) focacce ripiene, mentre se ti viene voglia di pizza, frutti di mare o seadas, puoi andare da Rosy & Tony, in Via Simon dove con €2 mangi delle pizzette al taglio con patatine fritte buonissime. Una manifestazione religiosa dichiarata Patrimonio dell’UNESCO dedicata alla Madonna Assunta che pare abbia salvato la città dalla peste nel 1652. Se si uniscono a tutte queste bellezze naturali un ottimo apparato turistico – ricettivo, allora il gioco è fatto ed ecco che si crea un altro dei centri più richiesti dell’estate. Ovunque tu sia, porta con te qualcosa per un picnic sulla spiaggia (ma poi non lasciare la spazzatura in giro) e preparati a godere a pieno dei colori e dei profumi del mare al calar del sole. A pochi chilometri dalla città è poi possibile visitare un luogo unico ed estremamente suggestivo, l’Argentiera, un villaggio di minatori creato nell’Ottocento e poi dismesso negli anni Sessanta. E per i piccoli viaggiatori non mancano i luoghi dove divertirsi; se viaggiate con i bambini fermatevi al Parco Avventura Le Ragnatele o visitate l’Acquario di Alghero, dove è possibile ammirare diverse specie, dagli squali ai pesci esotici. Prendete in considerazione, inoltre, che da Santa Teresa di Gallura potete raggiungere in poche ore di traghetto Bonifacio, in Corsica. E’ sempre emozionante ricevere commenti di persone che desiderano trasferirsi in Sardegna, che scelgono la mia terra come un luogo dove vivere una vita felice e a contatto con la natura. DA NON PERDERE NELL’ARCIPELAGO DELLA MADDALENA: Il simbolo di questo posto è la spettacolare Spiaggia Rosa di Budelli. San Teodoro, è abbastanza cara, qui c’è più movimento e vita notturna rispetto alle cittadine citate sino ad ora. Qui trovi spiagge da sogno, mare cristallino ed il profumo della macchia mediterranea. Nei dintorni del Nuraghe di Riu Mulino, che consente anche di godere di una vista magnifica su tutto il Golfo di Olbia, si trovano poi altri siti archeologico di grande fascino come il pozzo sacro Sa Tesa e la Tomba dei Giganti. Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. 7 mete speciali, Universal Credit UK: cos’è, come funziona e la domanda, Mete Natale 2020 consigliate vacanze economiche: 7 viaggi. Il paese mette a disposizione del turista tanti splendidi hotel, spiagge meravigliose dove rilassarsi ed escursioni nelle zone interne. Oltretutto ti crei la scusa per tornare anche il prossimo anno. Se desideri saperne di più, ho scritto diversi articoli che possono esserti utili per le tue prossime Vacanze ideali in Sardegna, dove parlo anche di altre zone dell’isola, anche a sud e nell’entroterra. La Sardegna in moto ve la godrete davvero tanto, io ho fatto una vacanza in moto col mio compagno nel 2014 ed è stata una delle esperienze più belle mai fatte. Copyright 2017 Daichepartiamo | Tutti i diritti riservati, Cosa vedere nel nord della Sardegna oltre alle spiagge, Cosa vedere nel nord della Sardegna: Castelsardo, Cosa vedere nel nord della Sardegna: la roccia dell’Elefante, Cosa vedere nel nord della Sardegna: la Valle della Luna, Cosa vedere nel nord della Sardegna: Portocervo, Cosa vedere nel nord della Sardegna: Arzachena e le tombe dei giganti, Cosa vedere nel nord della Sardegna: Santa Teresa di Gallura, Cosa vedere nel nord della Sardegna: ulteriori mete da Isola Rossa, Weekend in Umbria, cosa vedere in tre giorni, Weekend al mare in Abruzzo: family hotel a Martinsicuro, Itinerario di due settimane in Puglia con bambini, Visita alla cascata delle Marmore con bambini, Vacanza al mare in Veneto con bambini all’isola di Albarella. In posizione super-panoramica sul golfo di Olbia, il Nuraghe di Riu Mulinu è una fortificazione nuragica di forma circolare risalente al 1200-1300 a.C. costituito da una grande muraglia, da una torre di circa 8 metri di diametro, da una scala e da una fossa sacrificale dove sono stati rinvenuti importanti reperti che hanno consentito di individuare il legame tra il nuraghe e gli antichi riti del culto dell’acqua. Alghero e la Riviera del Corallo in provincia di Sassari sono le regine del nordovest della Sardegna . Ho sperimentato diversi tipi di viaggio in Sardegna, soprattutto da quando ho iniziato a farla scoprire anche a Marco abbiamo iniziato a girarla insieme. Tra le spiagge più belle di Palau troviamo la Spiaggia dell’Isolotto, la Spiaggia di Punta Nera, la Spiaggia di Baia Saraceno, Cala Lo Stintino e la Spiaggia di Punta Cardinalino nei pressi di Capo D’Orso. Oppure puoi avventurarti alla scoperta della Spiaggia delle Bombarde, la Spiaggia del Lazzaretto, Porto Conte, Porto Ferro, la Spiaggia di Mugoni (consigliatissima) e La Stalla poco distante. Questa cittadina si presta benissimo a tutti i tipi di vacanza, da quella più rilassante in famiglia a quella più avventurosa fatta di escursioni e sport acquatici. Se avete tempo visitate la torre Longosardo del XVI secolo per dare uno sguardo al panorama che abbraccia le baie circostanti. La città di Sassari rappresenta un ottimo compromesso se desideri trattenerti sull’isola per la durata di 10 o 15 giorni nel periodo estivo perché il costo di un alloggio è decisamente inferiore rispetto ai classici luoghi di villeggiatura. Itinerari Nord Sardegna . Oltretutto, se decidi di farci un salto sappi che ci sono diverse regole da rispettare tra cui il divieto di usare l’asciugamano sostituendolo con la stuoia che non raccolga la sabbia. TRA LE SPIAGGE DA NON PERDERE A SAN TEODORO: Isuledda e la vicina spiaggia di La Cinta; Lu Impostu, Capo Coda Cavallo e la meravigliosa Cala Brandichi, nota anche come piccola Thai. La Sardegna è bella quanto cara, soprattutto la costa settentrionale! viaggi e vacanze in Sardegna senza spendere troppo, Foliage in Italia 2020: dove e quando vedere l’autunno, Foliage: cos’è, significato e dove vederlo in autunno, Weekend in Europa 2020: dove andare? Per organizzare al meglio la vostra vacanza in Sardegna del Nord, la prima cosa da fare è definire un itinerario dei luoghi che si desidera vedere, magari organizzando ogni singola tappa per giorno così da riuscire a pianificare al meglio tutti gli spostamenti. La Costa Smeralda è una porzione di territorio a Nord-Est della Sardegna che si estende per circa 20 km e comprende aree specifiche quali Porto Cervo, Liscia di Vacca, Capriccioli e Romazzino, anche se spesso quando si parla di questa zona si tende a pensare che sia molto più ampia. Qui, volendo, puoi parcheggiare l’auto e non usarla per qualche giorno per fare vita da spiaggia muovendoti a piedi, in ciabattine e relax. Noi abbiamo raggiunto la torre con una passeggiata che parte dalla spiaggia Rena Bianca ma ci sono diversi sentieri che portano a questa torre. Sempre a nord, a Porto Torres, merita la spiaggetta di Balai, piccina e affollata ma davvero adorabile. Non mancano, poi, le spiagge dove è possibile rilassarsi e godersi la bellezza dell’ambiente circostante; oltre a Bosa Marina, molto vicina al centro città, se viaggiate in auto e moto allora non vi sarà difficile raggiungere gli altri bellissimi lidi della costa come Cala di Compoltitu o la spiaggia di Turas. Una volta comprato il biglietto del traghetto, in base ai giorni che avete a disposizione, potete iniziare a costruire il vostro itinerario. Le spiagge splendide da non perdere sono: il Piccolo e Grande Pevero, Cala Granu, Cala del Faro, Costa Ruja ma è tutta la zona che racchiude una serie di spiagge e calette una più bella dell’altra. L’Isola di Tavolara, parte dell’Area Marina Protetta di Tavolara Punta Coda Cavallo, è un luogo pieno di suggestione che conquista tutti i suoi visitatori con il suo patrimonio naturalistico, con il suo mare trasparente, le sue spiagge selvagge e i suoi fondali unici. I protagonisti indiscussi sono 11 grandi candelieri in legno, i quali rappresentano simbolicamente dei ceri votivi e che vengono portati a mano e a passo di danza dai rappresentanti degli 11 gremi. Il porto di La Marina dell’Orso, è conosciuto in tutto il mondo e può ospitare anche i grandi yacht di lusso, visto che la posizione di Poltu Quatu è ottimo per visitare la Maddalena e la Costa Smeralda. Bosa (se vuoi spingerti un pochino più a sud). Il tramonto che si gode da qui sopra è assolutamente meraviglioso. Le Grotte di Nettuno sono raggiungibili via mare e via terra, se scegli di raggiungerle via terra devi arrivare su in cima a Capo Caccia, ma sappi che ti aspettano 656 gradini in discesa ed ovviamente in salita al rientro. Esiste niente di più bello? Bella, selvaggia, ricca di storia, tradizione e spiagge da sogno. In questo paragrafo mi voglio concentrare su Cosa vedere in Sardegna Nord, la parte da cui vengo io. Il fulcro della Costa Smeralda è Porto Cervo, creato dal Principe Karim Aga Khan (e altri investitori) all’inizio degli anni ’60, fa parte del Comune di Arzachena e, con la sua piazzetta ed il suo porto ricco di costosissimi yacht e barche di varie dimensioni, attira ogni anno VIP e curiosi da tutto il mondo. Poichè il fondale della spiaggia è molto basso e declina in modo graduale, questa zona è molto richiesta soprattutto da famiglie con bambini. Itinerario Sardegna 2020: dove andare e cosa vedere? Cosa vedere in Sardegna se sei appassionato di archeologia? Il Golfo di Marinella è distante pochi chilometri dal centro abitato di Porto Rotondo nella sardegna nord orientale. Your email address will not be published. Arzachena dista circa 8 km da Cannigione e circa 17 km da Porto Cervo. Vivere in Sardegna 2020: dove, consigli, pro e contro, Settled Status UK Brexit: cos’è, costo, domanda e requisiti 2020, quelli che pianificano l’itinerario in ogni dettaglio prima di prendere il volo, quelli che partono con un’infarinatura generale e poi studiano il da farsi giorno per giorno. Sono rimasta piacevolmente colpita nel vedere che molte persone sono tutt’oggi interessate a trasferirsi in questa magnifica isola. Cosa vedere in Sardegna? Itinerario: 2, 3, 4 o 5 giorni in Sardegna – I miei migliori consigli + Dove dormire? Mentre andando verso nord, quasi a metà tra Alghero e Stintino c’è la Cala dell’Argentiera. Portobello di Gallura è una delle località più esclusive della Sardegna, infatti nella sua area sorgono molte ville di lusso immerse nella macchia mediterranea. Di cose da vedere in Sardegna ce ne sono davvero tante se pensi che si tratta di un’Isola composta da più dell’80% del suo territorio da montuoso che allo stesso tempo ha km e km di spiagge tra le più belle al mondo. In più la spiaggia risulta attrezzata con lettini e ombrelloni, offrendo anche un comodo parcheggio. Sulla punta dell’isola, guardando verso la Corsica, troviamo Santa Teresa di Gallura e le stupende spiagge di Rena Bianca, Cala Spinosa, Capo Testa e la Valle della Luna. Mi hai dato tanti input e indicazioni molto utili per il viaggio che farò con la mia compagna, in moto. Il costo del biglietto è sempre molto economico. La Sardegna ci piace tutta, da nord a sud. I cookie ci aiutano ad erogare servizi di qualità. Le spiagge nelle vicinanze di Poltu Quatu che si devono visitare per la loro bellezza sono: Portisco, l’Arena Bianca, Razza di Iuncu, Long Beach, Spiaggia del Principe. Costa Smeralda, quindi, ma non solo visto che dando uno sguardo alla cartina della Sardegna del Nord si scopre che i luoghi da visitare sono molti altri: dalla bellezza unica dell’Arcipelago della Maddalena al fascino di Santa Teresa di Gallura, dalla splendida natura dell’isola di Tavolara alle ricchezze storiche e culturali di città come Sassari e Alghero, passando per Porto Pollo e la spiaggia di Liscia Ruja, sul versante est della Sardegna. Quando vado a trovare la mia famiglia a Sassari ci vado spesso perché sono vicine a casa, spaziose e invitano al relax. E’ indubbiamente una manifestazione alla quale assistere almeno una volta nella vita. Territorio incontaminato, mare da favola ma anche negozi delle migliori griffe, locali esclusivi hanno fatto si che questo piccolo centro in pochi anni sia diventato meta di vacanze per le star di tutto il mondo e il centro più alla moda della Sardegna. nord-sardegna: cosa fare in caso di vento o brutto tempo. Anche Palau, così come San Teodoro, è una base perfetta per le tue vacanze e ti permette di avere intorno tantissime belle spiagge ed una cittadina davvero adorabile. Noi abbiamo scoperto questa Valle andando da Isola Rossa verso Olbia. Tornando alle cose da vedere nel nord della Sardegna, per una questione di comodità ho suddiviso l’itinerario in due parti, partendo da est fino ad arrivare a ovest. Per i più audaci, la sera nel centro del paese è possibile trovare numerosi locali sede della Movida notturna, dove poter consumare un drink o ballare. Nei dintorni di Sassari sono poi numerosi i piccoli borghi da vedere; fate un salto a Nulvi e ammirate i suoi 80 nuraghi oppure fermatevi a Castelsardo, uno stupendo borgo sul mare dominato dal bel Castello dei Doria. Altro fattore importante, è il costo di alberghi e ristoranti. Oltre alle bellezze naturali, San Teodoro conserva anche dei monumenti di grande interesse; da vedere la Chiesa di San Teodoro, la Chiesa di Sant’Andrea Apostolo e il bel Museo delle Civiltà del Mare, dove sono custoditi una serie di reperti archeologici di grande pregio tra i quali spicca il tremisse aureo di epoca bizantina. Chi ama camminare, sull’isola sono disponibili numerosi itinerari ed escursioni alla scoperta delle bellezze paesaggistiche del territorio mentre solo ai più allenati è consigliato raggiungere la vetta, Punta Cannone, posta a circa 565 metri sul livello del mare. Alle sue spalle si trova una tranquilla pineta, ottima per trovare sollievo nelle calde giornate estive. Purtroppo non è possibile visitarla interamente, dato che l’area nord dell’isola è zona militare, questo però non la rende meno interessante. Pur visitando i luoghi più gettonati puoi riuscire a contenere le spese, devi solo fare attenzione a dove parcheggi l’auto e dare uno sguardo ai prezzi di bar e ristoranti prima di ordinare. San Teodoro è uno dei luoghi ideali dove avere la base per poi avventurarsi ad esplorare la zona. A circa un’ora di viaggio da Bosa si trova Alghero, città conosciuta anche con l’appellativo di “piccola Barcellona” nella quale sono ancora oggi molto vive le influenze della lunga dominazione spagnola. Si tratta di un lago naturale con sorgenti calde, posto in una zona riparata dal vento. Tra queste, si suggerisce di fare una sosta alla torre dell’Isola Rossa, nella frazione di Bosa Marina, e alla torre Argentina, eretta sul promontorio di Punta Argentina. Da vedere, oltre al castello, anche la Cattedrale di Sant’Antonio Abate dove sono ospitate alcune opere del pittore anonimo chiamato Maestro di Castelsardo. Qui, la spiaggia più famosa è forse La Pelosa, ma non è l’unica ad essere degna di una visita, nei pressi di Stintino infatti ci sono diverse spiagge che puoi visitare, tra cui Cala Lupo e la bella Spiaggia delle Saline. Complimenti per l’articolo! Di contro hai che non sono spiagge enormi e nei periodi di alta stagione si affollano un po’. Il suo clima è prevalentemente di tipo mediterraneo, con estati tendenzialmente caldissime ed inverni mitigati, nelle aree lungo la costa raramente il termometro scende sotto i 9/10 gradi, mentre nel centro Sardegna si può organizzare anche la settimana bianca, andando a sciare in una delle piste sul Gennargentu. Non distante da Santa Teresa di Gallura c’è la bianchissima spiaggia di Rena Majori e a circa 1h di distanza, la Costa Paradiso con la bellissima spiaggia Li Cossi. Hai bisogno di aiuto? Tornando in Costa Smeralda e dintorni, sono imperdibili Porto Cervo, Capriccioli, Cala di Volpe, Porto Rotondo e le bellissime spiagge di Baja Sardinia. Nelle vicinanze segnialiamo anche altre spiagge come Marana, Cala Sassari e Terza Spiaggia. Se non sei mai stato, devi assolutamente andare. Molto bello è anche passeggiare per le vie del centro abitato la sera, tra negozi, bar e locali in tranquillità gustandosi un drink o un gelato. Uno dei posti più belli della costa nord è Stintino, con la famosa spiaggia La Pelosa, di fronte all’isola Piana. Quest’area è quella a cui sono più legata, la maggior parte dei miei ricordi più belli trovano posto in queste spiagge, Alghero, Bosa, Castelsardo fino ad arrivare a Isola Rossa. Settimo e ultimo consiglio sulle cose da vedere nella Sardegna nel nord. Come? Ci piace viaggiare e scoprire il mondo con i nostri bambini. Sì, la Sardegna durante i periodi di alta stagione può essere costosa, ma esiste una meta di villeggiatura che non costa un po’ di più nei mesi più gettonati? Your email address will not be published. Se desideri esplorare anche l’entroterra, ci sono diverse zone archeologiche in quest’area di cui vale la pena prendere nota, tra cui: In aggiunta puoi fare un salto alla famosa Roccia il Fungo Monti incappiddatu, un monumento naturale in granito che è stato modellato dalla natura ed è uno dei simboli del luogo. Questa spiaggia è raggiungibile venendo da Olbia percorrendo la SS125 in direzione verso Palau. Il nostro portale vuole essere uno strumento per aiutarti nel prenotare il tuo biglietto e non una guida turistica completa, pertanto abbiamo voluto solo dare alcune indicazioni su quelle che secondo noi sono i principali luoghi della Sardegna Nord Est da visitare, rimandando a chi vorrà, l’approfondimento su siti specializzati. Per chi viaggia con i bambini, una tappa imperdibile in Costa Smeralda è certamente Gregoland, un parco giochi di ben 11mila metri quadrati situato appena fuori Porto Cervo. Posizionata in un punto molto suggestivo della costa nord della Sardegna, Palau si trova davanti l’Isola della Maddalena, per la quale partono i traghetti alla volta dell’arcipelago. Di seguito puoi trovare un elenco dei principali luoghi della Sardegna Nord Est da non perdere. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati. Come Porto Cervo, anche Porto Rotondo è uno dei luoghi più frequentati dal jet set mondiale, non è infatti difficile passeggiando per le sue vie imbattersi in qualche star o personaggio dello spettacolo. Ma cosa vedere nel nord della Sardegna in caso di maestrale o brutto tempo? Infine si può visitare la tomba dei giganti di Li Longhi, posta su una collina. E’ ottima se cerchi quiete, natura e relax, e con la scusa puoi anche spingerti nell’entroterra per visitare Trinità d’Agultu o Tempio Pausania, perché no. Qui ormeggiano gli yacht dei VIP e dei ricconi in vacanza in Sardegna. Inserisci il tuo indirizzo e-mail per ricevere le notifiche di nuovi post. Il problema può essere rappresentato dalla frequenza con cui partono i voli ma questo dipende dalla compagnia con cui preferisci viaggiare e dalla tratta. Distante circa 15 km da Santa Teresa di Gallura e posizionato in collina, gode di una vista diretta sull’Arcipelago della Maddalena e sulla Corsica. Santa Teresa di Gallura offre la possibilità di abbinare in un solo viaggio Sardegna e Corsica, infatti da qui potete valutare se prendere il traghetto che porta a Bonifacio, e proseguire poi il vostro viaggio in Corsica. Oltre che ricca di storia Posada vanta anche un vasto patrimonio naturalistico che comprende spiagge da sogno come Su Tiriarzu e San Giovanni di Posada. Luoghi di interesse e posti da visitare da nord … Viaggiare in Sardegna significa, quindi, prepararsi a vivere una terra dalle mille sfaccettature, capace di offrire ai propri visitatori diverse esperienze di viaggio, qualunque sia la zona che si sta visitando. Se sei interessato ad esplorare il parco, ti consiglio scarpe comode per partecipare ad escursioni guidate lungo i percorsi da trekking o a bordo di una jeep. La sabbia è più grezza rispetto ad altre, meno sottile, ed il fondale è un po’ più scuro, ma a me non dispiace. Filed Under: Viaggi Tagged With: Itinerario, Vacanze, Viaggiare, Viaggio. In caso tu te lo stia chiedendo, nessuno dei posti che ho nominato mi paga per la pubblicità, semplicemente li adoro e penso che valga la pena diffondere il verbo. Tra le prime attrazioni di San Teodoro ci sono quindi le sue magnifiche spiagge come quella di Cala d’Ambra, poco distante dal centro cittadino e contraddistinta da una sabbia finissima, di Cala Brandinchi, in località Capo Coda Cavallo, conosciuta come Tahiti e particolarmente amata dagli appassionati di snorkeling, e la spiaggia dell’Isuledda, lunga circa 500 metri e caratterizzata da acque molto basse, quindi perfetta per i bambini. Mi rendo conto che, soprattutto in alcuni periodi dell’anno, mete come la Sardegna possono sembrare proibitive per via del costo di traghetti e aerei. Siamo Sara e Andrea, proprietari di questo blog! Noi andiamo spesso al sesto e settimo pettine quando siamo in zona, il settimo pettine è forse quello che preferisco, spiaggia ampia, mare abbastanza pulito (il fondale è scuro e l’acqua non appare cristallina come in altri luoghi e a volte capita che le correnti portino a riva qualche rifiuto dal largo, purtroppo) e la presenza di un bar/ristorante sono quello di cui abbiamo bisogno per un pomeriggio di relax. Prima di arrivare a Porto Pollo e alla suggestiva Isola dei Gabbiani, puoi fare un salto alla Spiaggia La Sciumara, la Spiaggia Sottoportorafael, la Spiaggia di Nelson e la Spiaggia di Cala Inglese, nei pressi di Porto Rafael. 7. Oggi ti porto alla scoperta di alcuni tra i miei luoghi preferiti dell’isola e quelli che vale la pena prendere in considerazione per un itinerario che ti porti ad esplorare quello che hai intorno. In località Coddu ‘Ecchiu, nell’entroterra gallurese a circa 10 km dal golfo di Arzachena si trova una tomba con una stele alta più di 4 metri ed è l’esemplare più grande di questi megaliti tra quelli conosciuti al momento. Ci sono alcuni luoghi nelle vicinanze di Palau che sono imperdibili, come Capo d’Orso un rilievo che nel suo punto più elevato ha una roccia che ricorda le sembianze di un orso. Acquario di Cala Gonone....Acquario di Sardegna! Per chi ha voglia di esplorare i dintorni di Bosa e scoprire magari dei luoghi particolari, si consiglia di visitare il Parco degli Uccelli a Scano Montiferru, dove è possibile ammirare oltre 200 esemplari di uccelli rari, o di fare una sosta nel paesino di Tinnura, un vero e proprio museo di arte moderna a cielo aperto visto che la gran parte degli edifici è decorata con murales ispirati alla vita rurale sarda. Puoi scegliere se imbarcarti a piedi o in auto. Infine, anche se raggiungibili solamente a piedi, vista la presenza di rocce, troviamo la spiaggia di Mare e Rocce, anch’essa incantevole e con la presenza di un caratteristico chiosco sul mare. Budoni è una piccola perla che si affaccia sullo splendido mare di Sardegna. Ad Arzachena c’è un enorme patrimonio archeologico, poco conosciuto ma di enorme valore culturale: le Tombe dei Giganti, delle sepolture nuragiche per le dimensioni hanno fatto pensare ad un popolo di giganti. Su quest’isola vedrai spiagge bellissime, come Cala d’Oliva, Cala d’Arena e Cala Sabina, potrai ammirare da vicino gli asinelli bianchi e fare immersione nei meravigliosi fondali. Punta Sardegna, da cui si può godere di un paesaggio incredibile che parte dal Monte Altura fino a Cala Trana. ------------------ Imperdibile il suo centro storico caratteristico che in estate si riempie di vita e di bancarelle con prodotti tipici e artigianato locale. In quest’area i servizi non mancano, ma non serve essere un multimilionario per godere delle bellezze dei suoi paesaggi. Se hai qualsiasi dubbio fammi sapere ma soprattutto lasciami conoscere qual è la spiaggia che ti è piaciuta di più. Dalle terrazze del castello la vista copre gran parte della costa ed è meravigliosa.Un giro per le viuzze di questo borgo non vi deluderà affatto! Concordiamo in pieno! Sardegna, i posti più belli da visitare durante le vostre prossime vacanze: top 15 dei posti da non perdere creata per voi dagli esperti della destinazione Sardegna. E’ l’ideale per chi cerca la tranquillità del mare senza fronzoli, ma in alcuni punti mancano i servizi. Noi abbiamo sperimentato questa tipologia di viaggio qualche anno fa, arrivando con il traghetto a Olbia da Civitavecchia e non ti nascondo che lo rifarei molto volentieri. Se puoi, ti consiglio di girare per le isole via mare, ti innamorerai di queste coste e potrai scattare fotografie davvero bellissime. Nella lista delle cose da vedere in Sardegna Nord-Est non può mancare una sosta a Tavolara, un’isola di circa 6 km² che si presenta come una montagna nel mezzo Ci sono tantissime cose da scoprire, paesi da visitare e una cultura affascinante con cui entrare in contatto, perciò spero che il tuo viaggio vada oltre le spiagge così che tu possa portare a casa il ricordo di un’isola che ha davvero tanto da offrire a chi la visita. Nei dintorni spiagge di sabbia bianca, mare cristallino e macchia mediterranea la fanno da padroni. Atterri o sbarchi a Olbia, prendi un bel caffè, ti dirigi a fare il check in in hotel o nel BnB e poi asciugamano, costume ed infradito saranno la tua unica religione per tutta la durata della vacanza. Per il nostro viaggio nella zona Nord Ovest della Sardegna cominciamo dai due punti di approdo principali: Porto Torres, via mare, e Alghero, per via aerea. Tale fortezza, come un pò tutto il borgo di Castelsardo, è ancora ben conservata grazie alla sua posizione e ospita attualmente il Museo dell’Intreccio Mediterraneo, un museo dedicato alla tradizione locale dell’intreccio di cestini. Da qui puoi anche raggiungere Capo Caccia e le Grotte di Nettuno. Porto Rotondo, Arzachena, Porto Cervo, Capriccioli, Cala di Volpe e Baja Sardinia. Natura e mare sono dunque le principali attrazioni di questo bellissimo arcipelago; da vedere ci sono sicuramente la famosa Spiaggia Rosa, così chiamata proprio per il caratteristico colore della sua sabbia, e le spiagge di Cala Spalmatore e di Testa del Polpo, entrambe ideali per le famiglie in quanto la prima ben attrezzata mentre la seconda caratterizzata da acque molto basse. La spiaggia si può raggiungere percorrendo la SP 90 da Santa Teresa di Gallura. Situato geograficamente in un tratto di costa tra i più belli del mondo, di fronte le isole di Soffi e Mortorio e compreso tra i golfi di Cugnana e Marinella. Credimi che solo una sarda può farti scoprire le spiagge più belle di questo posto e dei luoghi incantevoli. La cittadina merita davvero una visita essendo ricca di storia ed avendo un centro storico che è un vero e proprio gioiellino. Si può decidere di arrivare ad Olbia partendo da Genova, Livorno, Piombino o Civitavecchia o di raggiungere Arbatax da Genova e Civitavecchia mentre se si preferisce approdare a Porto Torres allora è necessario imbarcarsi dal porto del capoluogo ligure, Genova. Che spettacolo! Se state pensando di includere nel vostro road trip anche la Corsica, vi rimandiamo al post precedente. Definiti itinerario e spostamenti è necessario prenotare il viaggio alla volta dell’isola; i traghetti di Moby e Tirrenia offrono numerosi collegamenti con la Sardegna con partenza dai principali porti italiani. Con la macchina poi si può raggiungere Capo Testa, una penisola che ha degli scenari unici e mozzafiato. Cosa vedere all’Isola di Tavolara, un piccolo gioiello di bellezze. Chi, come nel nostro caso, arriva da Olbia o Porto Torres, può organizzare un itinerario mirato alla visita della costa nord. La Roccia dell’elefante è una stranissimo ed enorme masso di tracheite situato poco fuori da Castelsardo, lungo la strada statale 134 dell’Anglona, al quale gli agenti atmosferici hanno conferito una particolare forma simile ad un elefante. 29 August 2018 by Caterina Giordo 2 Comments. Cosa mi aspetto da questo viaggio/vacanza? Grazie per il tuo commento, sono felice che ti sia piaciuto l’articolo. Una volta deciso l’itinerario si consiglia anche di prenotare le strutture dove alloggiare, scegliendo magari di soggiornare in piccoli alberghi o caratteristici B&B, e di selezionare anche qualche ristorantino caratteristico dove poter assaggiare la vera cucina del posto. Le strutture ricettive sono accoglienti, di ottimo livello e sono molto richieste durante il periodo estivo, grazie alle spiagge in questa baia che si contraddistinguono per la sabbia bianca e il mare color smeraldo. Nel paese il sistema ricettivo turistico è molto buono e ben mescolato con gli usi e tradizioni della zona, principalmente nei secoli un luogo dedito alla pastorizia e al commercio. Cannigione si trova nel comune di Arzachena e sta avendo un rinnovato successo grazie al nuovo porto turistico e all’ospitalità e ristorazione di alto livello. A Tharros, vicino a Oristano a ovest, o a Nora, vicino a Pola a sud, si può ammirare cosa i Romani hanno lasciato duemila anni fa. Le spiagge e le calette di questa porzione di territorio sardo sono davvero tantissime, e nominarle tutte è veramente un’impresa. Arrivi quasi al Faro (inaccessibile) e all’ingresso della discesa per le Grotte di Nettuno. Staremo in Sardegna per 10gg e vorrei visitare anche la zona sud, da Costa Rei a Sant’Antioco. Una volta arrivati, avrete solo l’imbarazzo della scelta per quanto riguarda le cose da fare e da vedere: spiagge incantevoli, immersioni in un mare cristallino, trekking ed escursioni in una natura incontaminata. Tra le tante, vale la pena ricordare le spiagge di La Rena Bianca, di Capo Testa, di Cala Sambuco e di Santa Reparata mentre gli amanti della natura non possono non visitare la celebre Valle della Luna, una valle di circa 500 metri situata nella parte occidentale del promontorio di Capo Testa e nota come l’ultimo paradiso hippy. Il capoluogo geografico della Gallura è situato a circa 50 km a sud della bella Palau, questa cittadina ti regala la bellezza dei paesaggi naturali sardi che inizi a scoprire non appena ti lasci il mare alle spalle, e con le sue architetture, i suoi vicoletti ed il suo centro storico sono certa che non resterai deluso.
2020 sardegna nord cosa vedere