stessa quercia. Questi si In questo momento diciamo grazie a Dio perchè Ti ha voluto nostro Patrono per chiamarci, col tuo carisma di "predicatore infaticabile", ad accogliere la "Parola" e "imitandoti", viverla e darle carne nella nostra vita. VENEZIA – Chiesa SS. In secundis, indica il cielo, come a ricordarci che una è la Vera Vita e come tutte le grazie elargite provengano da lassù e non da lui. Il paio d’ali ricorda sempre le prediche infervorate di Vicenzo, che lo facevano sembrare quasi l’Angelo Dell’Apocalisse, e la sua immensa bontà, come di un serafino. Un periodo, questo, travagliato per le rivalità tra impero e papato, scosso dalla divisione dei cattolici, che provocò il grande scisma d’occidente con la Chiesa divisa tra papa e antipapa. Gloria al Padre….. 2. statua, deposta su un piano, viene salutata da uno scrosciante applauso e dalle note del CALAMONACI (Agrigento) – Chiesa Madre, statua (altare maggiore). San Vincenzo, noi crediamo fermamente alla "Comunione dei Santi" e al tuo accompagnarci ogni giorno nel nostro pellegrinaggio verso "il cuore del Padre". Morì, infatti, all’età di settanta anni, il 5 aprile 1419, a Vannes, in Bretagna (Francia), nella cui Cattedrale sono conservate alcune reliquie. Chi AVOLA (Siracusa) – Chiesa S. Venera, tela. il libbro è il Vangelo con cui il santo ci invita alla conversione e a seguire Cristo. %PDF-1.4 Glorioso Vincenzo Ferreri, ti prego, per il Dono di Consiglio che hai ricevuto dallo Spirito Santo, di impetrarmi la grazia di camminare secondo consigli evangelici. 297 Qui San Vincenzo é il protettore e la festività estiva si celebra la 1° Domenica di Agosto. Glorioso Vincenzo Ferreri, ti prego, per il Dono della Scienza che hai avuto dallo Spirito Santo, di Impetrarmi la grazia di conoscere e usare le realtà del mondo ponendo sempre Dio al primo posto. Così sia. Patrono di Pietrabbondante. GRADARA (Pesaro) – Chiesa SS: Sacramento, statua. PALERMO – Chiesa S. Domenico (Duomo), tela di Diego Velasquez (navata destra). In genere, una fiammella spicca sul suo capo, un paio d’ali stanno alle sue spalle, un angelo suona una tromba, porta un cartiglio con il motto “timete Deum, quia venit hora judicii eum” (“Temete Dio, poiché viene l’ora del Suo giudizio”) o un libro. L’amore della nostra gente per San Vincenzo Ferreri è sconfinato, basta guardare i A 17 anni vestì l’abito di S. Domenico, mostrandosi per tutta la vita un modello di osservanza religiosa. nella quale venne posta una statua raffigurante San Vincenzo Ferreri che che però fu De vita spirituali, trattato di spiritualità, probabilmente il più diffuso al termine del Medioevo; Scopri la sua vita e le sue opere, i miracoli e di chi è protettore. La storia di San Vincenzo Ferreri Vincenzo Ferreri (in catalano Vicent Ferrer e in spagnolo Vicente Ferrer; Valencia, 23 gennaio 1350 – Vannes, 5 aprile 1419) è stato un presbitero spagnolo dell’Ordine dei Frati Predicatori e si adoperò particolarmente per la composizione dello scisma d’Occidente: è stato proclamato santo da papa Callisto III nel 1455. Fa, col tuo patrocinio, che non celebriamo solamente la memoria dei tuoi miracoli del passato, ma facci sperimentare anche "oggi" con "l'intercessione presso Dio", motivi sempre nuovi per continuare a proclamarti il "Santo dei miracoli". Solo in Italia San Vincenzo Ferrer è patrono di oltre una ventina di località, ma una delle feste più belle a lui dedicate è quella che si tiene a Napoli nel rione Sanità, dove viene celebrato due volte all’anno, il 5 aprile giorno della sua morte e il primo martedì di luglio per ricordare il primo miracolo compiuto dal santo nella città partenopea. Così comincia lo scisma d’Occidente, che durerà 39 anni. La vita di San Vincenzo Ferreri, nostro protettore, trova la sua giusta dimensione di eccezionalità e prodigiosità se inserita nella particolare epoca in cui visse. La fiammella, oltre ad indicare lo spirito Santo che lo illuminava, ricorda il miracolo dele lingue. Ma Vincenzo sapeva di non poter compiere miracoli così lo lasciò lì sospeso e con profonda umiltà andò a chiedere al Priore di poter intercedere affinchè l’uomo fosse completamente salvo. ;�q 1.���:�EŨ[5��h�5}��5���TЦZ`�~P,�\�@f�g[[D�{W=��/(���S�o��c]�_gl� numerose abitazione, per cui molti allevatori di buoi si trasferirono in quei posti. Ferreri nell’omonima chiesa di campagna dopo due mesi trascorsi nella chiesa di Santa Mentre le gerarchie si combattevano, lui manteneva l’unità tra i fedeli. statua, illuminata, viene portata a spalla della cappella fino al paese seguita da Trascorse la sua vita passando di terra in terra, predicando nelle piazze, nelle Chiese e nei campi davanti a plebei, semplici, nobili e scienziati e ricorrendo a miracoli per convertire i peccatori, salvare dai pericoli, risuscitare i morti, comandare la natura e guarire gli ammalati. Così favoriti da voi, vi saremo sempre più devoti e potremo giungere un giorno ad amare, lodare e benedire con voi Iddio nella patria celeste per tutti i secoli. fiaccolate. Dotato di straordinaria intelligenza, compì rapidamente e con grande profitto gli studi. Ci si Digiunava tutti i giorni eccetto la domenica, e vegliava buona parte della notte in orazione. Fu legato ad una catena per restare insieme agli altri, ma il bue Glorioso Vincenzo Ferreri, ti prego, per il Dono di Intelletto che hai avuto dallo Spirito Santo, di impetrarmi la grazia di comprendere le ispirazioni che mi giungono da Dio. Due mesi dopo il suo ritorno definitivo da Avignone a Roma, papa Gregorio XI muore nel marzo 1378. Bosco), e Egli si trovò ad operare negli anni compresi tra la fine del medio evo e gli inizi ��U(� LUGANO (Svizzera) – Cattedrale S. Lorenzo, tela. La testa di questa statua è conservata nella con una banderuola o una bandiera, una colomba, il sole e il giglio (segni della predicazione della guerra santa); con un cappello ai suoi piedi (segno del rifiuto di san Vincenzo Ferreri alle cariche ecclesiastiche); con una corona di gigli, simbolo di purezza, o di fiori bianchi; con le rappresentazioni dei miracoli e di avvenimenti della sua vita. Entrò a far parte dell’ordine il 6 febbraio 1368 e indossò l’abito che lo ritrae nelle immagini più conosciute: tonaca e scapolare bianchi, cappa e cappuccio neri. la spezzo e tornò sotto la quercia. sito. Fra gli scritti: De moderno schismate, trattato teologico-canonico, che mira a dimostrare la legittimità di Clemente VII; Tractatus consolatorius in tentationibus circa fidem; �ϕ�3�h���^R��!�V��C.TP^Yڴ��`2hI���"C`�ߪ�z|RY�F�P7(U���.�\)W�v�ޱ����br qj �>6��H?��}A��o.��������7��R@�^)sBKΚ�3A����W� il �� �� �=�y�%��̹$�n`�Q[;��wt�9��d0�'�|���� ��G&�)/������|qӷ#οr�7��wI���S��)�Iϓg�y�� �F���w(�J�GJ��mhY��V���q�"�kQ-4�׸F���!�b\L��׊����+{rw'��l"�h|rڊ�&`��fVP�,+��]V\�:D��#$�u�n8�(%��Wr3�t�F���m$Nŗ��xԆ�$�t�i(�4��`#/���]�Q.��`�o�Y`Q���\,�'���*�Od������b߂� {�@�(��i���Oܽ�I�#�;�� Ue# #c̋!4c��Is����8�9�J⒥zN=+!P��)A"e���w�+�^Q�U=q��C�Y��4�k7N�8�����-n��j�lg�VFهm�o��{��O�1�^��{_ 3. Trascorse la sua vita passando di terra in terra, predicando nelle piazze, nelle Chiese e E l’aragonese Vincenzo Ferrer (chiamato anche Ferreri in Italia) sta con quello di Avignone, al quale ha aderito il suo re. SAN VINCENZO FERRER. Egli si trovò ad operare negli anni compresi tra la fine del medioevo e gli endobj Liber de sacrificio Missae; �5_h�2�(�"�9_���Qi�kZ�o}o�%����E������n�t�:�����-����z'3{Ȃ����Q�hL��r�$��� },�;W��%�Ʃs�j�3G��y��S,���ZL�H�D� O#tIB�ְ�dg>������="��s� O�o���++zT$IC�-���������x�;Na�|5���={R�~��6 �����#{�[}��_�`��Ez� ��Bo�|N�* o%u,�.y���x�&��8CE�o~W����J�|&���t���.�y�㶹 Vޔ�K�?��˭�*\ԙhX�:�OЦ��&�͖!�u䘂U�q �\ؽ��O���G� ���OC��GwyI�0]=1�/�|�;#�l�O̠���ҙ�l�){��=3��� HOME 1. Riguardo al prossimo, esercitati in sette altre disposizioni: tenera compassione che ti faccia sentire i mali e i disagi del prossimo come se fossero tuoi; gioiosa letizia per il bene che loro avviene, come se avvenisse a te stesso; paziente Nel 1395 dopo la visione in sogno di Gesù Cristo accompagnato da una schiera di Angeli Nel 1394 il suo protettore, il cardinale de Luna, divenuto papa con il nome di Benedetto XIII, lo nomina suo confessore, cappellano domestico, penitenziere apostolico. Vent’anni di predicazione, milioni di ascoltatori raggiunti dalla sua parola viva, che mescolava il sermone alla battuta, l’invettiva contro la rapacità laica ed ecclesiastica e l’aneddoto divertente, la descrizione di usanze singolari conosciute nel suo viaggiare. Egli si trovò ad operare negli anni compresi … GESUALDO (Avellino) – Chiesa Madre, statua. Con la tua forza di Taumaturgo rendi fecondi i nostri cuori e facci desiderare ardentemente di essere Suoi per diventare anche tuoi. Egli nacque il 23 gennaio 1350 a Valenza in Spagna da don Guglielmo Ferreri e da donna immagini più conosciute: tonaca e scapolare bianchi, cappa e cappuccio neri. Tele, statue, affreschi e reliquiari arricchiscono le chiese di tutta l’Europa occidentale, naturalmente la maggior parte di queste opere è presente in chiese rette dai padri Domenicani, ordine di cui faceva parte San Vincenzo. O Glorioso Apostolo e Taumaturgo San Vincenzo Ferreri, vero Angelo dell’Apocalisse e nostro potente Protettore, accogliete le nostre umili preghiere e fate discendere su di noi l’abbondanza dei divini favori. Vincenzo, infatti, fu un fervente predicatore, ma anche se parlava in spagnolo tutti lo comprendevano benissimo (come appunto gli Apostoli nel giorno della Pentecoste). %äüöß FIRENZE – S.Maria Novella, affresco di Domenico Ghirlandaio. visse. Computer Art - 0865 451092 * http://www.computerartweb.it *. fatta in legno di sorbo da autore ignoto, scolpita quasi certamente nella seconda metà La vita di San Vincenzo Ferreri, nostro protettore, trova la sua giusta dimensione di eccezionalità e prodigiosità se inserita nella particolare epoca in cui visse. Vincenzo Ferreri (in catalano Vicent Ferrer e in spagnolo Vicente Ferrer; Valencia, 23 gennaio 1350 – Vannes, 5 aprile 1419) è stato un presbitero spagnolo dell’Ordine dei Frati Predicatori e si adoperò particolarmente per la composizione dello scisma d’Occidente: è stato proclamato santo da papa Callisto III nel 1455. E’ Nacque il 23 gennaio 1350, a Valenza, in Spagna, da don Guglielmo Ferreri e da donna Costanza Miguel. "processione" di "devoti" preceduta da una banda musicale. stream {DIFו���%J�ϛ9��y��F�y컖��P�c,�;'�7�x5��ǕD�_�|��/)��� �q�D���VC���i��"�O�ɡ�W�جv� �:�F�ֹ*�Y�R�J��r+�n������ߩ���F�ࣘҷU�7�Lƣy�ʹ�|�asЋ���x�ꏚ�Ov̮�*8���l��_�����zC�#�f�T$Fѫ�T�C>J�ؔi�p'# 5{#/Wj|q��dI�[`���ߒN#x����B��LJ+;�ܴ��3�i��_��G(� 4�a%��:�L �U86�,i�%�:�j�>Ζh�0}�Y��QQ�w.Hc#_���To���]��z��nZ����(Ǘ�O +���t��b�Xݸ�~����h�Bw�6��P������x�m��w��JO{��T����j��9�.�p��*�����[�coz���k���� D�����ns<7����hz��\����o��"X=� �y=�8Q��Á �������Ȫj�I)z,Y�v V��C���+�˯N|k�. Giovanni e Paolo, Polittico del Bellini.
2020 san vincenzo ferreri protettore