L’esasperazione delle parti in controluce dà rilevo alle persone sedute che sono per la maggior parte assorte nei loro interessi. Ma ecco Gesù che, a differenza di tutti gli altri personaggi, non indossa i panni del ‘500 ma quelli della Palestina dell’Anno Zero. Eccezionale la rappresentazione molteplice dei sentimenti delle figure intorno: chi scappa da tale violenza, chi osserva e chi resta attonito non comprendendo appieno quello che  accade. Sembra, infatti, che Caravaggio abbia dato ascolto al suo committente modificandone per due volte l’impianto prima di giungere alla stesura finale. Ne consegue che il richiamo divino alla salvezza dell’anima è raffigurato in tutta la sua forza con entrambe le figure che indicano Matteo il quale, con la propria mano verso il petto, chiede  si tratti proprio di lui… Particolari affascinanti sono il gesto della mano a ricordare la Creazione di Adamo nel Michelangelo ed il fatto che nella prima stesura dell’opera, non vi fosse la figura di San Pietro, pertanto la sua raffigurazione è probabilmente stata inserita per rafforzare il concetto divino che la “chiamata” può avvenire in qualsiasi momento e luogo. il Tribunale di Velletri San Luigi dei Francesi: Caravaggio Nella Chiesa di San Luigi dei Francesi a Roma si trovano le seguenti opere del Caravaggio. E credo di poter dire di aver avuto la fortuna di aver coltivato questo sguardo tutto mio, di aver imparato a guardare un quadro, una piazza, una statua, un monumento, una fotografia o una strada, scendendo un po’ in profondità. The paintings were Caravaggio's first major public commission and one that cemented his reputation as a master artist. Quel signore barbuto che si indica sorpreso, o l’esattore avido che ancora conta le monete e non si è accorto della chiamata? San Luigi dei Francesi: opere del Caravaggio. MARTIRIO DI SAN MATTEO 1600/1601 – San Luigi dei Francesi. L’errore era stato non aver considerato la prospettiva laterale da cui l’opera veniva (viene e verrà) osservata, ossia lateralmente e non frontalmente. Ma Caravaggio lascia sempre la sua firma: lo sgabello è in bilico tra quadro e realtà, riporta la fede al mondo contemporaneo. E come da consuetudine, non manca la firma-autoritratto, un volto illuminato sullo sfondo. Ma anche qui un dubbio: quali delle varie figure è Matteo? Sempre controverse, le opere di Caravaggio a Roma possono essere semplicemente ammirate per la loro bellezza, ma ad osservarle con un occhio più attento si scoprono dettagli intriganti e stupefacenti. Nonostante la scena madre avvenga nella parte sottostante della tela verso sinistra non vi è affatto squilibrio nei pesi artistici e cromatici. (E sperate che qualcuno metta i 50 cent per l’illuminazione!) E dico insegnato perché il modo di guardare va allenato e coltivato, curato, indirizzato. Altro riferimento importante è che il sito fosse all’epoca considerato territorio francese e l’allora re di Francia, Enrico IV, si era da poco convertito al cattolicesimo. Quadratica, olio su tela misura cm.322 x 340, appartiene al periodo scuro dell’artista. Iniziamo a scoprirle a partiere dal quartiere “francese” nel cuore della Capitale. Magicamente le zone in controluce nascondono le vesti per dare risalto ed attenzione esclusivamente ai volti. Si contano attraverso l’esame radiografico tre differenti versioni realizzate, tutte molto differenti tra di loro. Il disegno raffigurava un angelo con sembianze quasi femminili, in un atteggiamento quasi provocante, che sembrava quasi mostrare a San Matteo come scrivere la parola di Dio; un San Matteo che sembra quasi un contadino, con il piede in primo piano…  la Chiesa non poteva accettarlo. Grazie del tuo commento! Articolo ben fatto ! Osservando attentamente sullo sfondo si riconosce perfettamente il volto del Caravaggio intento ad osservare dietro una colonna. Il Caravaggio ha saputo utilizzare sapientemente la parte superiore inserendovi una finestra, leggermente a destra e peraltro scarsamente illuminata, ponendo in piedi Gesù e Pietro e, in tal modo, ridando i giusti pesi all’opera. Danno non patrimoniale: illecito trattamento dei dati personali, Ratto di Europa. Editrice Snap Italy S.r.l.s. a socio unico Pittoricamente molto difficile e totalmente in penombra fu realizzata a tagli di luce “divina” che provengono dalle spalle del Cristo, e non dalla finestra in ombra. I campi obbligatori sono contrassegnati *. Il pennino è reso con una sola pennellata bianca, la luce dell’angelo realisticamente si unisce a quella della finestra in alto (che ora però è coperta da edifici più imponenti che la nascondono al Sole). Sotto un portico, San Matteo è intento nella sua attività lavorativa di esattore delle tasse. Nata a Roma, sono cresciuta tra le sue vie almeno un sabato a settimana. Direttore Responsabile Andrea Fabiani, Orologio personalizzato per casa e ufficio: tutte le soluzioni, Tende per interni: qualità e stile Made in Italy, Gli Ulivi: accogliente ed elegante salotto romano, Mostre autunno 2020, l’arte torna padrona, Registe italiane da conoscere: un numero destinato a crescere, Mobilità dolce, cosa è e come proteggersi da eventuali incidenti. Il cardinale Cottarelli commissionò la decorazione delle tre pareti della cappella di famiglia, con i momenti più importanti della vita di … Chi sia l’artefice del delitto rimane dubbio: che sia il giovane in primo piano, anche se non è armato?, che sia il ragazzo che tiene il pugnale, nonostante la sua espressione tradisca lo sgomento dipinto sul volto di tutti gli altri fedeli?, che siano i due giovani sulla sinistra, che si mostrano invece per niente turbati dall’accaduto? VOCAZIONE DI SAN MATTEO 1599/1600 – San Luigi dei Francesi . Probabilmente l’opera resta l’unica eseguita per una destinazione pubblica e non prettamente religiosa. I miei genitori mi hanno insegnato fin da piccola a viaggiare e ad apprezzare l’arte. Caravaggio però non è solo mistero. Così la seconda versione: San Matteo è ritratto come Socrate, barba bianca e doppio mantello rosso, che annota il “dettato” della discendenza di David con cui si apre il Vangelo. Molto probabilmente il martirio è all’interno di un luogo religioso (chiesa) dove si riconoscono un altare ed un fonte battesimale; questo per dare anche conferma alle scritture che parlavano dell’uccisione di San Matteo all’interno di una chiesa. Ne furono realizzate due versioni diverse tra di loro ma alquanto simili: la prima raffigurava un San Matteo piuttosto rozzo e probabilmente poco istruito tant’è che l’angelo al suo fianco, gli prende la mano per farlo scrivere. Osservate le braccia del santo posizionate a croce e della particolare luce di cui è investito il carnefice: due opposte situazioni, in cui Matteo è già nella luce divina mentre il suo assassino, (inviato dal Re di Etiopia il quale aveva subito un’ammonizione da San Matteo per aver oltraggiato la figura del Cristo) la necessita. Le prime opere di Caravaggio da andare ad ammirare a Roma si trovano nella chiesa di San Luigi dei Francesi, dietro piazza Navona. SAN MATTEO E L’ANGELO 1602 – San Luigi dei Francesi. Soltanto Matteo e due altre persone, destinatarie della conversione, sono in ascolto di Gesù e Pietro. Le altre due tele molto più grandi furono realizzate precedentemente e servivano ai lati della cappella Contarelli mentre questa tela, tra le più semplici ma non per questo meno bella, era destinata alla pala centrale della cappella. Lo dimostrano la candela battesimale ancora accesa sull’altare. Do il mio consenso affinché un cookie salvi i miei dati (nome, email, sito web) per il prossimo commento. Tratta del momento in cui Gesù invita Matteo, seduto assieme a suoi amici, a seguirlo per l’apostolato. Ed infatti, del Martirio di San Matteo il Caravaggio dovette ricoprire, “cancellare”, la prima versione, ridipingendoci poi sopra quella attuale e definitiva. La tela infatti permette più cura nei dettagli, più ripensamenti rispetto all’affresco, che deve essere invece veloce e preciso. Nella Chiesa di San Luigi dei Francesi a Roma si trovano le seguenti opere del Caravaggio. Olio su tela di misura cm.195 x 295. Olio su tela di cm.323 x 344. Opera molto grande situata nella cappella Contarelli. Opera pressoché identica alla Conversione di San Matteo, commissionata dal Cardinale Francesco Maria del Monte. Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. Descrizioni dettagliate e precisa, sembra di essere lì. autorizzazione n° 18/2016 del 04/10/2016 Altresì ora ha l’aureola e le vesti lunghe molto più dignitose di quelle realizzate nella prima versione. Tendenzialmente nelle chiese di realizzavano affreschi, ma Caravaggio utilizza tre gigantesche tele da posizionare poi sulle pareti. The last Caravaggio painting in the series at San Luigi dei Francesi is The Martyrdom of Saint Matthew (on the right wall of the chapel): This painting has the most movement and the greatest number of figures. Anche di quest’opera Caravaggio dovette abbandonare la prima versione, non per errore stavolta, ma per censura. Decisamente più onorevole la seconda versione in cui si può osservare un santo intento a scrivere da solo il fatidico Vangelo attraverso i suggerimenti di un angelo divino appositamente inviato in suo aiuto. Ognuno il proprio. Non si saprà mai. It shows Matthew being murdered while leading a mass at the altar. Quindi fermatevi e ammirate: i colori, la resa dei tessuti, la densità della pennellata, la luce. Anche la postura da ad intendere un diverso grado culturale di San Matteo. Opera di Girolamo da Santacroce. Nella seconda versione invece i personaggi tengono conto della relazione con il “pubblico”, e quasi come se fossero spinti fuori dalla tela, si vanno a mischiare ai fedeli. E questo sguardo tutto mio si è formato anche, se non soprattutto, con la tanta letteratura che ho studiato con passione dal liceo, e con le lingue che ho scelto di studiare all’università e che da allora mi si mischiano in testa a volte senza pietà. Il cardinale Cottarelli commissionò la decorazione delle tre pareti della cappella di famiglia, con i momenti più importanti della vita di San Matteo, il suo santo protettore. L’opera fu rifiutata e successivamente acquistata nel 1815 da Vincenzo Giustiniani, trasferita successivamente a Berlino dove rimase distrutta dall’incendio verso la fine della seconda guerra mondiale della Flakturm Friedrichshain. La prima cosa da notare è che le opere di Caravaggio sono dipinte tutte su tela. Opera che chiude il trittico dedicato dal Caravaggio a San Matteo. Altre opere ci aspettano sparse per Roma, ma ne parleremo al prossimo articolo! R.I. Roma 12938591000 E’ molto apprezzato, A tal proposito ti segnalo la mostra del Caravaggio a Roma al Palazzo delle Esposizioni (dal 24 marzo al 3 luglio), Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. San Matteo è colto nel momento appena successivo al suo accoltellamento. The Contarelli Chapel or Cappella Contarelli is located within the church of San Luigi dei Francesi in Rome. E ogni spesso questo sguardo sento la necessità di metterlo in parole e scrivere, scrivere tutto come lo vedo, Ho preso visione della "privacy policy" e voglio ricevere aggiornamenti e notizie su eventi e iniziative, © SnapItaly 2017 - s.r.l.s. Con un gesto simile a quello dell’Adamo della Creazione di Michelangelo, Cristo chiama tra i suoi apostoli Matteo. Ad oggi è possibile ammirare molte in queste opere nascoste tra le chiese di Roma, che tengono in serbo sorprese speciali. It is famous for housing three paintings on the theme of Saint Matthew the Evangelist by the Baroque master Caravaggio. VOCAZIONE DI SAN MATTEO 1599/1600 – San Luigi dei Francesi . Testata giornalistica registrata presso Le prime opere di Caravaggio da andare ad ammirare a Roma si trovano nella chiesa di San Luigi dei Francesi, dietro piazza Navona. P.I./C.F.12938591000
2020 san luigi dei francesi caravaggio opere