Infatti il mare è misteriosamente divenuto burrascoso e la partenza delle navi è impossibile. Clitennestra sviene dalla paura, mentre Agamennone riprende a litigare con Menelao, il quale gli suggerisce di non continuare le risse ma piuttosto di affrontare il problema chiamando i fidati Ulisse e Diomede, amici inseparabili. Nella prima delle due tele si narra la storia di Ifigenia, figlia di Agamennone, re di Micene, così come è raccontata da Euripide nella tragedia 'Ifigenia in Aulide' e come è tramandata da Ovidio nelle Metamorfosi (XII, 25-28). (2). Qui è costretta ad officiare come sacerdotessa al tempio di Artemide al rito cruento del sacrificio d'ogni straniero che ivi sbarcasse. In primo piano è la regina Clitemnestra che volge il capo altrove nel dolore per la figlia. Con questi ruoli collabora proficuamente col mercato avendo come committenti, tra gli altri, Lothar Franz von Schoenborn, il lucchese Stefano Conti ed il veneziano Giovanni Battista Baglioni. Per propiziarsi gli dei, contrariati dall'uccisione di un cervo sacro ad Artemide (Diana), e ottenere così il favore dei venti per la propria flotta radunata in Aulide per andare a combattere Troia, Agamennone sceglie di offrire in sacrificio la propria figlia Ifigenia. I campi obbligatori sono contrassegnati * Commento. Quadro staccato dalla parete originaria, inserito in cornice di legno. To improve the security of your account, please update your password now. ifigenia in aulide all ultimo momento la dea artemide per la quale il sacrificio avrebbe dovuto essere fatto intervenne sostituendola con un cervo e portando la principessa in tauride divenuta sacerdotessa al tempio di artemide si trovò a dover forzatamente svolgere il crudo pito''ifigenia in … 02-sep-2018 - "El sacrificio de #Ifigenia" de Giovanni Battista Tiepolo. Una commessa identica gli venne anche attorno al 1705 da parte del Baglioni, erede di una tradizione tipografica, che nell'arco della vita finì per accumulare una raccolta di oltre cento tele, cinque delle quali di mano del Marchesini. E una volta a casa Ifigenia si sposa con Pilade.Le due tele si apparentano alle non molte opere conosciute del Marchesini (si vedano tra tutte, ad esempio, le due tele in Collezione Molinari Pradelli, rese note dal Miller nel 1967) che all'attività di pittore sovrappone sempre più spesso a partire dal suo trasferimento a Venezia agli inizi del Settecento l'attività, evidentemente più remunerativa, di mediatore e copista. Il confronto con le cornici delle due tele in esame, dovrebbe bastare a togliere ogni dubbio circa la loro originaria provenienza. Il sacrificio di Ifigenia (El sacrificio de Ifigenia) è una tragedia di José de Cañizares. © 1986-2020 Invaluable, LLC. Menelao, fratello di Agamennone, lo ingiuria, visto che adesso la partenza è impossibilitata da ciò e che così la sua sposa sarà irraggiungibile a Troia. Nome * Email * Sito web. Dal Conti, ricco col commercio della seta, Marchesini riceve l'incarico di costituire ex novo una collezione di quadri 'moderni', che finirà col raggiungere il ragguardevole numero di quasi cento pezzi (F. Zava Boccazzi, I veneti nella Galleria Conti di Lucca (1704-1707), in 'Saggi e Memorie di Storia dell'Arte', XVII, 1990, pp. Le due tele narrano episodi legati al mito di Ifigenia. Museo Archeologico Nazionale di Napoli, Piazza Museo, 19 - 80135, Napoli (NA), Campania - Italia - Sala LXXIII,inv. È un rifacimento della Ifigenia di Jean Racine, nonché una ripresa dell Ifigenia in Aulide di Euripide. Nella regione dell'Aulide in Grecia l'esercito acheo, capitanato da Agamennone e Menelao si arresta. Ifigenia tutta contenta si fa guidare da Diomede e Ulisse fino alla piazza della città, dove l'attende un sacerdote, pronto a compiere il sacrificio. Così scrive: 'Per quanto poi delle quattro soaze (cornici) m'impegno di farla servire bene e da primi maestri avendoli esperimentati in occasione che feci un quadro per accompagnare un altro del Solimena per Ca' Baglioni... e per l'intaglio e per l'indoratura farò far cose bellissime, di larghezza proporzionata alle pitture' (Autografoteca Campori, Modena, Biblioteca Estense, f. Marchesini, foglio 163). Agamennone non osa guardare e nemmeno Clitennestra, che lo maledice sottovoce e medita già la vendetta dopo il ritorno del re da Troia (che avverrà dopo ben dieci anni). Achille esprime il suo dissenso e il suo odio fondato per la politica e per i politici e si allontana verso la sua nave. PARODO:IV sequenza (vv.184 -263) Viene rievocato crudamente il sacrificio di Ifigenia. Dallo spoglio dei carteggi intrattenuti col Baglioni sappiamo, infatti, che Marchesini dipinse per il veneziano un pendant per una tela di Solimena, e alla cornice di quel dipinto Marchesini fa riferimento quando suggerisce al Conti un modello di cornice da fare eseguire per i quadri della sua raccolta. Infatti dovrebbe partire per Troia, dove il pusillanime Paride ha portato la bella Elena, sposa di Menelao, re di Sparta. È riferito da: scheda iccd RA: 15-00086257-A, MuseiD-Italia / Museo Archeologico Nazionale di Napoli, Diritti: Ministero per i Beni e le Attivit‡ Culturali, Condizioni d’uso del metadato: Pubblico dominio, Regione Marche oai:sirpac.cultura.marche.it:13769, Polo Museale fiorentino oai:polomuseale.firenze.it:1890:923, Polo Museale fiorentino oai:polomuseale.firenze.it:1890:6700, Scheda della risorsa - oai:culturaitalia.it:museiditalia-work_99293, Con attribuzione, no opere derivate, senza riuso commerciale. Sacrificio d'Ifigenia (Ifigenia in Aulide); e Ifigenia in Tauride, Alessandro Marchesini (Verona 1664-1738) Sacrificio d'Ifigenia (Ifigenia in Aulide); e Ifigenia in Tauride olio su tela, entro cornici intagliate e dorate 99.5 x 114.3 cm. Lascia un commento Annulla risposta. Interviene sulla scena sempre l'indovino Calcante che ha in mente una nuova profezia: a causa dell'ira della dea Diana, la quiete del mare dovrà essere pagata con un terribile sacrificio: quello della ragazza Ifigenia, la figlia minore di Agamennone dopo Elettra e Oreste. Nella regione dell'Aulide in Grecia l'esercito acheo, capitanato da Agamennone e Menelao si arresta. reca sigillo in ceralacca raffigurante un'aquila (sul retro).Venezia, collezione Baglioni. Tra queste, nell'inventario redatto post mortem nel 1787 dai pittori Giacomo Marieschi e Domenico Maggiotto e pubblicato da C.A. Alessandro Marchesini (Verona 1664-1738) Sacrificio d'Ifigenia (Ifigenia in Aulide); e Ifigenia in Tauride olio su tela, entro cornici intagliate e dorate 99.5 x 114.3 … Your password has not been updated in a while. Agamennone replica a sua modo agli insulti, finché i due fratelli non incominciano a insultarsi riguardo alle loro posizioni politiche e ai loro domini della Grecia. Il furto, se riuscito, lo avrebbe liberato dal tormento della follia a cui era condannato dalle Erinni per via dell'uccisione della madre Clitemnestra (delitto commesso per vendicare l'uccisione del padre Agamennone). Agamennone lo maledice (ma la vera lite tra i due avverrà sulle spiagge di Troia) e poi si mette a discutere di nuovo furiosamente con Menelao. La supposizione è corroborata anche da un particolare tutt'altro che secondario: le cornici. Questa pagina è stata modificata per l'ultima volta il 14 set 2020 alle 18:54. Più tardi Marchesini invia una seconda missiva a cui allega 'il disegnetto (di proprio pugno), col suo profilo' della cornice indicata e che qui si riproduce. and participating auction houses. 9112 (1870 post). Soggetto: sacrificio di Ifigenia Al centro, Ifigenia viene trasportata per il sacrificio da Odisseo e Diomede; a destra, Ë il sacerdote Calcante; a sinistra, sta Agamennone col capo velato presso un'ara con Artemide cacciatrice; in alto a destra, appare Diana con arco; a sinistra, una ninfa con la cerva assiste alla scena. Dopo la morte della ragazza, sulla scena sopraggiunge Achille, il quale è stato avvertito dell'inganno mosso contro Ifigenia. Alla sinistra della tela sono infatti raffigurati due prigionieri incatenati sotto la guardia d'uno sgherro armato di scure. La dea Diana (Artemide) infuriata con il re Agamennone per un'offesa recatale giorni prima durante una caccia, visto che il figlio di Atreo si era vantato di essere il più grande cacciatore della Terra e perfino dell'Olimpo. Costoro andranno a prelevare Ifigenia (ancora ignara di tutto) dal suo palazzo, con la scusa che deve partire per l'isola di Ftia dove l'attende il valoroso Achille, pronto a sposarla. 109-152). Il ruolo del veronese è quello, poliedrico, di selezionatore di artisti e di soggetti dipinti (perlopiù 'quadri istoriati') così come di organizzatore d'ogni cosa, dall'imballo alla collazione del carteggio intrattenuto coi pittori coinvolti nell'impresa. Quando Ifigenia si accorge dell'amara realtà, cerca di svincolarsi, ma poi tremante si fa condurre all'altare, pronta a favorire il volere degli Dei. Tiepolo – sacrificio di Ifigenia. All Rights Reserved. Your email address or password is incorrect. Alla sua destra, coronato d'alloro, è lo sgomento sacerdote Calcante alle spalle del quale s'intravede il coronato e pensoso re miceneo. Levi (Le collezioni veneziane d'arte e d'antichità dal XVI secolo ai giorni nostri, Venezia, 1900, pp. Ethnographic & Indigenous Artifacts (2744), Greek, Roman & Egyptian Antiquities (2387), Historical, Political & Space Collectibles (954), Natural History Collectibles, Fossils & Minerals (4387), Sporting, Fishing & Hunting Collectibles (1840), Indian & South Asian Art & Antiques (645). 252-4), figurano un Effigenia sacrificio e Altra favola che potrebbero, verosimilmente, identificarsi con le tele in esame. La storia, un pò complessa come ci si attende da una tragedia greca, volge però a lieto fine. Sacrificio di Ifigenia: opera di Giambattista Tiepolo che porta l'arte pittorica nella letteratura classica. Quest'ultima è sollevata da un'ancella della dea cacciatrice che l'attende più in alto tra un coro di nubi e amorini. I due fratelli si riconoscono e architettano la fuga con la complicità di Atena riuscendo anche a sottrarre al tempio la celebre statua di Artemide. Clitennestra, moglie di Agamennone, prova a sedare la rissa, ma è inutile. Questi sono Pilade e Oreste, fratello di Ifigenia, che era giunto col fratello adottivo in Tauride nel tentativo di rubare una statua sacra di Artemide da portare ad Atene su incarico di Apollo. L'opera fu portata a compimento da Cándido María Trigueros. Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. Quadro staccato dalla parete originaria, inserito in cornice di legno. In lontananza svettano alla rada le floscie vele dei legni degli Achei.Il suo pendant racconta del proseguio dello mito di Ifigenia e prende le mosse dall'omonima tragedia di Euripide. La lite tra i due continua finché tutti i greci non decidono finalmente di partire affranti per la perdita di Ifigenia per l'Oriente a Troia. https://it.wikipedia.org/w/index.php?title=Il_sacrificio_di_Ifigenia_(dramma)&oldid=115517742, licenza Creative Commons Attribuzione-Condividi allo stesso modo. Dato che non si sa come fare, Agamennone chiede all'indovino Calcante di rivelargli il responso degli Dei. Il mito vuole che Artemide, impietositasi, all'ultimo momento intervenisse sostituendo alla fanciulla un cervo, che qui si vede sull'ara sacrificale al centro della scena. A queste due ultime figure si intreccia quindi la vicenda intrigante della commissione delle due opere in esame. sacrificio di IfigeniaAl centro, Ifigenia viene trasportata per il sacrificio da Odisseo e Diomede; a destra, Ë il sacerdote Calcante; a sinistra, sta Agamennone col capo velato presso un'ara con Artemide cacciatrice; in alto a destra, appare Diana con arco; a sinistra, una ninfa con la cerva assiste alla scena. Egli è irato per essere stato citato in quella situazione familiare e per di più poi si mette a insultare con violenza Agamennone, che ha osato uccidere sua figlia solo per andare a Troia per il potere. Condizioni d'uso della risorsa digitale: Quest'opera di MetsTeca è distribuita con Licenza Con attribuzione, no opere derivate, senza riuso commerciale. Autore wp_228671 Pubblicato il 12 Febbraio, 2020 Categorie Tiepolo Tag Ifigenia, Tiepolo, valmarana. Scampata all'accetta di Calcante, la fanciulla di stirpe reale si vede relegata dalla dea che la aveva salvata in Tauride. Il sacrificio di Ifigenia (El sacrificio de Ifigenia) è una tragedia di José de Cañizares.. È un rifacimento della Ifigenia di Jean Racine, nonché una ripresa dell Ifigenia in Aulide di Euripide.L'opera fu portata a compimento da Cándido María Trigueros.. Trama.
2020 sacrificio di ifigenia quadro