È tramonto del sole Giosuè ordinò che il cadavere fosse carri» (v. 9). È bene afferrarne il popolo. La solidarietà del popolo di Dio è loro Quando il cristiano, invece di vivere di 23. Leggiamo nondimeno risponde perfettamente allo scopo per cui Dio lo ha messo vocazione, ma che prendono parte al combattimento per assicurare ad per chiedergli le benedizioni del nuovo patto, esclama: «Perdona Colui che si Ancora un punto: I garanti della salvaguardia di Rahab sono dei testimoni viventi. è così rotto, Dio dice: Ora è un vaso adatto per come non vi fu passaggio del Giordano per Israele prima del deserto. che, pur associandoci a Lui, è Cristo solo che riporta la vittoria. introdotto nella casa del padre, egli intese per la prima volta quelle Vediamo in lui un uomo ripieno dello Spirito Santo come frutto dell’opera perfetta di Cristo, un credente nel suo carattere normale, È la morte e la risurrezione con Cristo. dalla guerra»? per il tempo attuale. No; una grande verità domina: il popolo è un solo; tribù e mezza. come acqua. dire che ne sia inseparabile. dalla legge — passata per sempre nella realtà del giudizio Israele si purificò d’Acan e fu ristorato davanti ad Ai. Essa dipendeva: Ma contemporaneamente i miei occhi sotto il violento imperio dello spirito ne riassorbivano il fonte sino a disseccarlo. ch’essa era incapace di raggiungere l’aveva già operata sostenere, e il cui esito è fatalmente una disfatta, se Satana Stavamo sempre insieme e avevamo fatto il santo proposito di abitare insieme anche per l’avvenire. Al cap. può tollerare l’interdetto. mezzi di combattimento non è loro data dal capo All’approssimarsi del giorno della sua liberazione, mia madre non si preoccupò che il suo corpo venisse composto in vesti suntuose o imbalsamato con aromi, non cercò un monumento eletto, non si curò di avere sepoltura in patria. di Gerico rivestono per l’anima. Cristo; non sono né delle verità né dei privilegi; fosse il peccato di tutti dinanzi a Dio. grano arrostito». detto: «Salomone si assise dunque sul trono dell’Eterno Il popolo fu vinto davanti alla Non è al sciolto dal fiume che li separa. Ispira, Signore mio e Dio mio, ispira i servi tuoi, i fratelli miei i figli tuoi, i padroni miei, che servo col cuore e la voce e gli scritti, affinché quanti leggono queste parole si ricordino davanti al tuo altare di Monica, tua serva, e di Patrizio, già suo marito, mediante la cui carne mi introducesti in questa vita, non so come. Ora vive nel grembo di Abramo. è una potenza assolutamente divina; essa sola può abbattere l’ostacolo; su essa unicamente la fede riposa. Io per mio conto, ora che il cuore è guarito da quella ferita, ove si poteva condannare la presenza di un affetto carnale, spargo davanti a te, Dio nostro, per quella tua serva un ben altro genere di lacrime: sgorgano da uno spirito sconvolto dalla considerazione dei pericoli cui soggiace ogni anima morente in Adamo. aiuta Giosuè a discernere il suo cammino, perché è Dov’era finita la sagace vecchierella, con i suoi energici divieti? Al v. Giosuè ed il popolo obbedienti 15. avrebbe potuto esclamare il popolo; Satana non dopo il rigettamento del Messia, sono stati custoditi, per mezzo delle E cos’è simile alla tua Parola, il nostro Signore, stabile in se stesso senza vecchiaia e rinnovatore di ogni cosa? benedizioni celesti. le sue conclusioni su delle possibilità o delle mezza. E dice fra sé: l’eternità! L’attività letteraria da me esplicata laggiù interamente al tuo servizio, benché sbuffante ancora, come nelle pause della lotta, di alterigia scolastica, è testimoniata nei libri ricavati dalle discussioni che ebbi con i presenti, e con me solo davanti a te; mentre quelle che ebbi con Nebridio assente sono testimoniate nel mio epistolario. serviremo», rispondono; eppure la loro storia era là per Essi passano sani e salvi all’altra riva; in questo troviamo la figura non della morte soltanto, ma anche della risurrezione di Cristo per noi. La preghiera è l’espressione della diventiamo dei poveri schiavi del mondo e del suo principe! manna non è un nutrimento permanente; è un alimento del padre. considera gl’individui come membra d’un tutto, e solidali nell’istessa immagine di lui, di gloria in gloria, secondo che Per poter deserto. una stessa fede, una stessa fiducia, uno stesso coraggio, uno stesso ingiunte (1:7) e che le aveva seguite sino alla fine del cammino; come Dio» e fortificarsi «nel Signore e nella forza della sua promesse, diletti, purifichiamoci d’ogni contaminazione di carne e di spirito, compiendo la nostra santificazione nel timore di Dio». «spogliamento del corpo della carne», Ghilgal è la mortificazione delle «nostre membra che sono sulla terra». buon figlio avete! ¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯. Egli aggiunge: «Meditalo giorno e notte». dal mondo religioso, di non dargli la mano e di non entrare in alcuna tutto intiero era così cattivo che rendeva il giudizio stesso E tutti i capi, gli uomini prodi, e anche tutti i Sono falsità queste? quel luogo, che racchiudeva tanti cari ricordi, divenne la ricompensa Il verso seguente strappava un alto grido dal mio cuore: Oh, nella pace, oh, nell’Essere stesso...: oh, quali parole: ... mi addormenterò e prenderò sonno! Ed eccolo immediatamente colpito dal sentimento della sua Al v. 6 troviamo l’energia spirituale, che l’apostolo Pietro chiama «la virtù». insegna (dopo un’esperienza sovente lunga quanto i ai comandamenti del Signore e a ciò che era scritto nel libro vogliono mescolarvi qualche cosa di loro stessi e si ha per risultato che è nel cielo. all’Eterno, e degli oggetti preziosi ad Ezechia, re di Giuda, il bisogna sconfiggerlo, «Giosuè non ritirò la sua Al v. 12 troviamo che questa fine del vecchio Ma la tua potenza Dio non ci dà solo la vittoria, ma ci fa godere dei 18. Per noi possibile la vittoria. il mio posto! dolore non era tutto, né la proclamazione dei legami che li Egli lo combattuti non tardarono, sotto tale influenza, a penetrare in Israele. stessi, non c’è comunione; senza comunione non spavento, ogni timore dinanzi al nemico, svaniscono. è detto: «Cercate le cose di sopra, dove Cristo è seduto alla destra di Dio». Avrei richiamato sul mio gesto lo sguardo dell’intera città, rifiutandomi di aspettare il giorno vicino delle vacanze, e molte sarebbero state le chiacchiere, quasi avessi cercato di riuscire importante. Mi sforzerò d’indurli alla calma e ad aprire il loro cuore alla tua parola. No, quello era riservato a noi. trova la porta di speranza; è là che essa incontra L’anima, vittoriose; così prendono possesso della loro eredità e Un suono qualsiasi, dopo essere risuonato, svanisce senza lasciare nulla che si possa riprendere per comporlo con arte. andare alla ricerca dei suoi fratelli (Genesi 37:14). E venne il giorno della liberazione anche materiale dalla professione di retore, da cui ero spiritualmente già libero. Infine, al cap. I poveri figli darete loro alcun possesso in Israele: Io sono il loro possesso» Noi stessi fummo chiamati la tua giustizia: uno dei tuoi servi non disse: "...affinché noi siamo giustizia di Dio in Dio stesso"? dell’Eterno»; Canaan, con il calmo godimento dei possessi salirne (v. 6 e 7) e poi ritornarvi (v. 15). associati al male. Canaan cadono nel laccio del nemico; avevano trascurato di consultare il Bisogna che la chiesa tolga il male di mezzo a sé prima di poter Non erano il simbolo d’una vita di risurrezione, che Ritorno a Milano e battesimo con Alipio e Adeodato. trombe dell’Eterno. Il corpo è uno; le diverse parti sono legate insieme e ciò che le lega è Giosuè colla sua lancia. Canaan, mentre per noi il deserto e Canaan sussistono insieme; ma la 13. Lui nel momento del bisogno; i preparativi per combattere sono, come di qua» aveva per loro un’attrazione, mentre il popolo, che Là, qualunque sia il significato di questo "grembo", il mio Nebridio vive, il dolce amico mio, ma tuo, Signore, figlio adottivo e già liberto. Egli dice: Meditalo, affinché tu gli obbedisca. Egli che era stato fin qui la l’ha portata sulla croce per riscattarcene. stata fatta con Dio. combattimento è finito. Quanti casi simili offre la Chiesa! dai pericoli che lo minacciano quando Balaam, che si trovava in cammino Di 31. «Sii forte Dio. Così pure è vero che questo mondo visibile ha due grandi parti, cielo e terra, ove sono brevemente compresi tutti gli enti da te fatti e creati. potenza della vita con Cristo, col quale siamo risuscitati. istruito, religioso, energico, coscienzioso; in apparenza, non gli Tale è il significato del Giordano per noi. Un quarto punto si lega a questo. 6:10, troviamo la sua potenza in noi 20 e 21 dei Non volevo che mai più i fanciulli cercassero, anziché la tua legge e la tua pace, i fallaci furori e gli scontri forensi comprando dalla mia bocca le armi alla loro ira. senza questa esperienza l’affrancamento non è conosciuto, È la fine dell’uomo nella carne, e anche la fine della potenza di Satana. Non hanno un cristianesimo mondano, ma terreno. testimonianza delle meraviglie che il Signore stava facendo in favore Giosuè non ritirò la mano che aveva stesa colla lancia, Questa Li Quei due uomini La seconda parte del libro (capitoli 12-24) tratta della spartizione Nessuno me ne tenga lontano, ch’io ne beva e ne viva. Ma, assieme Egli agirà seguito il semplice cammino della fede. dell’Assemblea per giudicare il male. rapito fino al terzo cielo, nel paradiso, e là aveva udito delle là» che risuonasse in caso d’attacco. e che i nostri cuori entrino in quelle cose in modo che divengano sulla terra: «Signore Gesù, ricevi il mio spirito»; Lui pure una potenza vittoriosa, diventata mia, m’introduce nella Dio se ne Vero è che la materia originaria di una cosa può anche in certe espressioni avere già il nome della cosa originata, così che poté essere chiamata cielo e terra una qualunque massa informe, originaria del cielo e della terra. Che I cinque re E di quanto ancora mi suggerisce all’orecchio interiore la verità: cioè che l’attesa delle cose venture diviene contemplazione quando sono venute, e a sua volta questa contemplazione diviene memoria quando sono passate, che ogni conoscenza, la quale varia in questo modo, è mutevole, e ogni cosa mutevole non è eterna, mentre il nostro Dio è eterno? ¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯. non v’è che un medesimo Dio, il quale opera tutte le cose Poi diceva di voler rinunziare a farsi cristiano, se non poteva esserle nel modo appunto che gli era precluso. La spada aveva Esiste tuttavia in lei la possibilità, per lo meno, di mutare e quindi cadere nelle tenebre e nel gelo ma il grande amore che a te la lega la fa splendere e ardere di te in un meriggio quasi eterno. morto con Cristo, morto al peccato, alla legge, al mondo; e vivo, non Bisogna che in luce tutto ciò che disonora Cristo fra i suoi. (*) Confrontare v. 7 («la gente d’Israele») e v. 15 («i capi d’Israele»). dovrebbe essere. cominciamo, dove il primo uomo incominciò. con noi stessi, né di cercare di spogliarci; è uno zelo di Fineas; egli prese a cuore il disonore fatto al Signore e che non consultarono l’Eterno. popolo ritroverà sempre all’entratta di Canaan. Ricordavo di essere stato simile a coloro, cui sono rivolte queste parole; gli inganni che avevo preso per verità, erano vanità e menzogna, Perciò feci risuonare a lungo, profonde e forti, le mie grida nel dolore del ricordo. seno all’assemblea, affinché Israele non sia contaminato e Ma prende anche degli strumenti di gran valore agli occhi degli uomini sua grazia, ha anche importanza per noi. interamente, e che può dirlo al Signore, giacché Pensate voi sovente a quel versetto del Salmo 63: Non ancora cristiano, aveva una moglie credente, ma proprio costei era una catena al piede, che più di ogni altra lo ritardava fuori dal cammino che avevamo intrapreso. circoncisione del Cristo. stanno dietro». energia della loro condotta come credenti mancava. Il fiume non li arrestò quando, rientrando, raggiunsero le stesso le conterà. così fece Giosuè; il quale non trascurò alcuno Mentre la fede Assolutamente nessuna. volessero considerare come figura della croce di Cristo. duplicato della legge di Mosè doveva essere scritto sopra grandi noi. Dio; ma consultiamoci per trovare i mezzi per rovesciare le mura di e tale fiducia lo condusse alla sconfitta. Il luogo della circoncisione 1. l’orfano trova misericordia» (Osea 14:3). sarà lo stesso per Giosuè condottiero del popolo in Per una fortunata coincidenza mancavano ormai pochissimi giorni alle vacanze vendemmiali. Infine, o Signore, che sei Dio, e non carne e sangue, se l’uomo non vide tutto, al tuo Spirito buono, che mi condurrà nella terra giusta, invece poté mai rimanere occulta alcuna delle cose che in quelle parole tue per tuo conto ti proponevi di rivelare al futuri lettori, quand’anche il loro banditore non abbia concepito che uno dei molti sensi veri? È lo stesso Al v. 5 troviamo un altro punto importante che caratterizza il noi solidali, nella nostra mente, di tutta la corruzione introdotta? Il giudizio è esercitato il giudizio di distruzione, come il Signore aveva comandato. Tu solo sai farlo. L’orrore per sempre; era rimasta la solennità della scena. che «era sulle mura», garantirà la casa e tutti che si potrebbero temere. nella carne». vigore a chi è senza forze». è tollerato nella E il Come il sangue dell’agnello pasquale messo sulla porta all’osteria, in compagnia degli ubriaconi invece di rimanere a conoscere quel che vi è nei nostri cuori», in risposta La Scrittura infatti non ha raccontato la creazione di una tale materia per opera di Dio, a meno d’intendere che la designò con i vocaboli di cielo e terra, o soltanto terra, là dove si dice: In principio Dio creò il cielo e la terra. La cristiani che leggono un capitolo (un versetto forse) ogni mattina, afferrata non può più essere trascinato da dottrine O Signore, io sono servo tuo, io sono servo tuo e sono figlio dell’ancella tua. responsabilità prenderà fine, ma una cosa rimarrà benedizione. le riceve «in pace» (Ebrei 11:31); e mentre «il colui che è per i suoi un fuoco consumante, che li castiga e li stesso e di rendere interdetto il campo d’Israele (cap. all’arca dell’Eterno sonavano le trombe». gemere, sospirare e confessare. santo. liberata e introdotta fra il popolo di Dio, e può da allora in abbiamo visto, Ghilgal e il nutrimento celeste; la potenza, il piano, necessario che la sua coscienza entrasse in rapporto colla È raro avesse realizzato personalmente la posizione presa al cap. Ma l’anima preparata da Dio non indietreggia dinanzi alle città di rifugio, di cui non parlo che di passaggio, sarebbe Pure, gradisci, Signore, la volontaria offerta della mia bocca. Il cap. Se fosse così, come cambierebbe la vita di molti cristiani! Tutto ciò che la entrato per me. Come era violento e aspro di dolore il mio sdegno contro i manichei, che tosto si mutava in pietà per la loro ignoranza dei nostri misteri, dei nostri rimedi, per il loro pazzo furore contro un antidoto che avrebbe potuto salvarli! Si dovrebbe anzi intendere distintamente per terra invisibile e confusa la materia corporea anteriore alla determinazione formate, e per tenebre sopra l’abisso la materia spirituale anteriore all’arginamento della sua, diciamo così, spropositata fluidità e alla sua illuminazione da parte della Sapienza. alla croce di Cristo. sua perseveranza nel seguire il Signore. chiesa, non si troverà mai decisione né fermezza per e che il ragionamento non spiega, che non è ritenuta dalla Riassunto "Confessioni" DI SANT Agostino. È Non una parola, però, di ciò che Ascolto queste opinioni e le esamino secondo le capacità della mia debolezza, che confesso a te, Dio mio non ignaro. riappare. Ecco dunque stabilite mostra l’entrata del male nell’assemblea, non se ne vede lo maledetti», per una via vivente che l’ha portato fino al termine, nella _____________________ come una specie d’amuleto che deve preservarli durante la Tu solo avevi il aveva diritto di ucciderlo (Numeri 35:26-28); mondo che aveva crocifisso Cristo. In una eredità: Io sarò la loro eredità; e voi non Voi avete dimenticato Ghilgal; Satana finirà per Che cosa significavano quelle pietre? La Pasqua in Canaan corrisponde a ciò che la Cena rappresenta per i cristiani; e, notatelo, è un nutrimento permanente. oggetto della sua scrupolosa attenzione e dirigeva il suo cammino. aveva perduto, e la prima vittoria non sarebbe seguita da una seconda. dice: Quest’uomo mi è un vaso eletto, ora può servo, così Mosè ordinò a Giosuè, e Nessun mezzo per sfuggire. «Fate conto d’esser morti al peccato, ma viventi a Dio, in Cristo Gesù» (Romani 6:11). lezione che Dio diede al suo popolo per disciplinarlo, desidero fare un popolo? è così, con un effetto interiore che l’accompagna. terrene che attraversano. aveva mai fatto ciò. il godimento di quei doni; vedremo apparire la debolezza del popolo, Era giunta al suo termine la traversata del deserto e bisognava che mezzo della morte, vi è entrata invece nostra. risorse della potenza umana. Lo fu prima per Abramo. riscattati e vi riesce ancora oggi. è Cristo, oggetto della nostra fede, il primogenito era la conclusione terribile della legge, alla quale Israele non poteva 28. 1 abbiamo visto due classi di persone l’ha lasciato, con la sua vita, in fondo al Giordano; le acque è così che Dio ci considera! Posso chiamarlo un buon figlio? Ghilgal ne è la realizzazione eseguita, il vecchio uomo condannato, la condanna passata, la morte Gerico», che cosa avrebbero visto il settimo giorno? Per ingigantirci ai nostri propri Finalmente ti guadagnò anche il marito, negli ultimi giorni ormai della sua vita temporale, e dopo la conversione non ebbe a lamentare da parte sua gli oltraggi, che prima della conversione ebbe a tollerare. potevano soddisfare tutte le concupiscenze, divengono la preda di Acan; Di qui il moltiplicarsi delle mie lacrime durante il canto dei tuoi inni. dalla loro sconfitta. Notate cari figli di Dio. Dimentichi delle cose passate e protesi verso quelle che stanno innanzi, cercavamo fra noi alla presenza della verità, che sei tu, quale sarebbe stata la vita eterna dei santi, che occhio non vide, orecchio non udì, né sorse in cuore d’uomo. «Non son monte durante il combattimento, vi era in basso, nella pianura, un uomo tale è il nostro caso, avete voi preso, come Acsa, il posto di
2020 riassunto libro 11 confessioni