Network. Una novità importante riguarda l’inserimento delle regole a cui devono attenersi i cittadini di stati non appartenenti all’Unione Europea ai fini dell’accoglimento della richiesta. Ecco il modello #Rdc com esteso - Tutte le info sul nostro sito #RedditoCittadinza #inps Potrebbe esserti utile questo volume: Reddito di cittadinanza Nicoletta Baracchini - Emilio Gregori - Giovanni Viganò, 2019, Maggioli Editore. I modelli RdC-com ridotto e RdC-com esteso devono essere compilati quando il richiedente, o un altro componente del nucleo familiare che percepisce Reddito di Cittadinanza o Pensione di Cittadinanza, sta… 0 Facebook Twitter Pinterest Email. Il modulo per il reddito di cittadinanza da utilizzare si compone nel modo che segue: Particolare attenzione merita il quadro E in cui bisogna dichiarare se uno o più componenti del nucleo familiare svolgono attività lavorativa, avviata durante il periodo di riferimento dell’ISEE o successivamente. Vengono inserite, ad esempio, due dichiarazioni su eventuali variazioni, rispetto all’ISEE presentato, del patrimonio immobiliare (diverso dalla casa di abitazione) o che derivano da donazioni, successioni o vincite. Nel modulo, inoltre, si specifica che se nel corso della fruizione del beneficio uno o più componenti del nucleo familiare avviano un’attività lavorativa autonoma, di impresa e/o subordinata devono provvedere a consegnare il modello RdC/PdC – Com Esteso (SR181) presso i CAF entro 30 giorni dall’inizio dell’attività. Domanda di Reddito di Cittadinanza/Pensione di Cittadinanza (SR180); Reddito di Cittadinanza/Pensione di Cittadinanza - Comunicazioni attività di lavoro e altre variazioni dei beneficiari di RdC e PdC - Modello Com Esteso (SR181); Reddito di Cittadinanza / Pensione di Cittadinanza - Comunicazione attività di lavoro e redditi non interamente rilevati in ISEE - integrazione della domanda di RdC e PdC - Modello Com Ridotto (SR182). effettuata mediante il modello RdC/PdC – Com Ridotto. nei confronti dei cittadini aventi lo Status di rifugiati; qualora convenzioni internazionali dispongano diversamente; nei confronti di cittadini di stati nei quali è oggettivamente impossibile acquisire tale documentazione, identificati con decreto del Ministro del Lavoro e delle Politiche sociali, di concerto con il Ministro degli Affari esteri e della Cooperazione internazionale. Eventuali redditi dei successivi trimestri sono comunicati tramite il modello RdC/PdC - Com Esteso entro il 15 del mese successivo al termine di ogni trimestre solare. I potenziali beneficiari, che hanno tutti i requisiti per fare domanda in termini di cittadinanza, ISEE, patrimonio mobiliare, immobiliare e finanziario, devono compilare il modulo RdC/PdC - Domanda di Reddito di Cittadinanza/Pensione di Cittadinanza classificato con la sigla SR180. I documenti utilizzati durante il primo mese, quando il decreto non era stato ancora convertito in legge, non sono più validi. La notizia dall’Istituto Nazionale di Previdenza Sociale arriva nella settimana di stop all’invio delle domande del reddito di cittadinanza: per i primi cinque giorni del mese, infatti, la macchina si blocca per poi ripartire regolarmente, dal sesto giorno, con le richieste dei nuovi aspiranti beneficiari. RdC: nuovi moduli INPS aggiornati, Informazione Fiscale S.r.l. - P.I. La mancata compilazione del modello RdC/PdC – Com Ridotto comporta l’impossibilità per l’INPS di procedere alla definizione della domanda e quindi l’impossibilità di accedere al beneficio. Modello RdC/PdC – Com Esteso . Se invece ci si rivolge a Poste Italiane, la procedura è più complicata. Articoli recenti. Il presente modello va compilato dai beneficiari del Reddito o della Pensione di cittadinanza esclusivamente qualora ricorrano le condizioni riportate di seguito. : 13886391005 Come per le versioni precedenti, i nuovi moduli per il reddito di cittadinanza disponibili da ieri sul sito dell’INPS sono tre: Mentre il Parlamento lavorava per mettere a punto il sistema, nel primo mese di vita, Poste Italiane ha totalizzato oltre 221.933 domande. La legge numero 26 del 29 marzo 2019, frutto della conversione del DL 4 del 2019, detta anche le regole da applicare al periodo di transizione. Testata giornalistica iscritta presso il Tribunale di Velletri al n° 14/2018 I motori si rimettono in moto sui tre fronti che accolgono le domande: Dal 6 aprile chi presenterà la domanda per ottenere l’assegno dovrà necessariamente utilizzare i nuovi moduli nella versione aggiornata. Che cosa succede con le richieste presentate a marzo con i vecchi moduli? COMUNICAZIONI DEI BENEFICIARI DI REDDITO E PENSIONE DI CITTADINANZA ATTIVITA’ DI LAVORO E - ALTRE VARIAZIONI . Nel quadro che ospita la sottoscrizione del modulo, si esplicita che i cittadini stranieri devono produrre apposita certificazione, rilasciata dalla autorità competente dello Stato estero, tradotta in lingua italiana e legalizzata dall’autorità consolare italiana, al fine di comprovare la composizione del nucleo familiare ed il possesso dei requisiti reddituali e patrimoniali. Altrimenti il beneficio decade. Ai cittadini che avviano un’attività lavorativa autonoma o di impresa individuale entro i primi 12 mesi di fruizione del beneficio è riconosciuto in un’unica soluzione un beneficio addizionale pari a 6 mensilità di RdC, nei limiti di 780 euro mensili. Sono valide, ma entro sei mesi dovranno adeguarsi ai nuovi standard. Articolo originale pubblicato su Informazione Fiscale qui: Le principali novità riguardano l’adeguamento dei moduli ai dettami dell’Autorità Garante per la protezione dei dati personali e a nuovi dettagli sui requisiti economici: il quadro D e il quadro F, infatti, rispetto alla versione precedente sono leggermente modificati. E si chiarisce che le disposizioni non si applicano: Un provvedimento dell’INPS dedicato indicherà le modalità di presentazione della certificazione. Inoltre nei documenti pubblicati dall’INPS si legge che è obbligatorio comunicare all’INPS, sempre tramite il modello RdC/PdC – Com Esteso, nel termine di 15 giorni, ogni variazione relativa a patrimonio immobiliare e beni durevoli rispetto a ciò che si evince dall’ISEE in corso di validità, e che comporti il venir meno dei requisiti di legge. / C.F. Dati del richiedente: in caso di diritto al Reddito di Cittadinanza/Pensione di Cittadinanza, il richiedente acquisisce la titolarità della carta di pagamento, in caso di soggetto incapace, occorre aver compilato l’apposita sezione ad inizio del modello di domanda, inserendo i dati del rappresentante legale; Dati per le comunicazioni ai cittadini: per facilitare le comunicazioni si richiede almeno un recapito della persona, cellulare o mail; se la Dichiarazione Sostitutiva Unica ai fini ISEE è presentata dal 1° gennaio al 31 agosto 2019, il modello va compilato per le attività iniziate dal 1° gennaio 2017; se la DSU è presentata dal 1° settembre al 31 dicembre 2019, l’attività deve essere iniziata dopo il 1° gennaio 2018. I benefici riconosciuti sulla base delle predette richieste sono erogati per un periodo non superiore a sei mesi pur in assenza dell’eventuale ulteriore certificazione, documentazione o dichiarazione sul possesso dei requisiti, richiesta in forza delle disposizioni introdotte dalla legge di conversione del presente decreto ai fini dell’accesso al beneficio. Il modulo SR182 (RdC/PdC Com-Ridotto) va consegnato insieme alla domanda per il reddito di cittadinanza (modulo SR180) qualora l’interessato debba segnalare la presenza di redditi da lavoro non interamente indicati nell’ISEE. Le istruzioni per la compilazione e le regole previste per il periodo di transizione. Modello RDC/PDC esteso; Modello RDC/PDC ridotto . Infatti il modello RdC/PdC – Com Ridotto dovrà essere compilato e trasmesso tramite il CAF, solo dopo l’assegnazione di un identificativo alla domanda di RdC/PdC da parte dell’INPS ed entro 30 giorni dalla presentazione. All’articolo 13, comma 1 bis, si legge: Sono fatte salve le richieste del Rdc presentate sulla base della disciplina vigente prima della data di entrata in vigore della legge di conversione del presente decreto. Iscrizione ROC n. 31534/2018, Leggi l'informativa sulla Privacy | Redazione e contatti, Questo sito contribuisce all'audience di L'omessa compilazione del modello RdC/PdC – Com Ridotto: non consente il riconoscimento del diritto. La mancata compilazione del modello RdC/PdC – Com Ridotto comporta l’impossibilità per l’INPS di procedere alla definizione della domanda e quindi l’impossibilità di accedere al beneficio. Nel modulo si specifica che se la domanda per ottenere il reddito di cittadinanza è presentata presso i CAF o telematicamente su www.redditodicittadinanza.gov.it, il modello RdC/PdC – Com Ridotto può essere compilato nello stesso momento in cui si compila la domanda. Nei casi di attività autonoma o d’impresa, la compilazione del modello RdC/PdC – Com Esteso dovrà essere rinnovata trimestralmente, entro il 15° giorno successivo al termine di ciascun trimestre dell’anno solare. Se l’attività è stata avviata successivamente, infatti, è necessario compilare il modello RdC/PdC – Com Ridotto, modulo SR182 considerando le modalità che seguono: Anche in questo caso si tratta di variazioni minime e che riguardano il trattamento dei dati dei potenziali beneficiari, ma è necessario utilizzare il modulo aggiornato perché la richiesta possa essere considerata valida. Domanda reddito di cittadinanza: l’INPS ha pubblicato il 2 aprile i nuovi moduli, i documenti sono stati aggiornati con le novità inserite nel DL numero 4 del 2019, convertito in legge il 29 marzo 2019.
2020 rdc com ridotto o esteso