Essa è rinfrescata dai venticelli di entrambi i mari, dall’alto dei suoi monti, dai boschi ombrosi, dalle innumerevoli sorgenti…Federico Leopoldo Conte di Stolberg, Reggio è una delle città che si staccano da quante se ne vedono nelle lunghe traversate dalle Alpi allo Jonio per formare un tipo, un carattere, un popolo a parte.Caterina Pigorini Beri, Nella mia geografia ancora sta scritto che tra Catanzaro e il mare si trovano i Giardini delle Esperidi.George Gissing, La più deliziosa e incantatrice contrada d’Italia per l’amenità sua è certamente il litorale di Reggio, tutto coperto di giardini piantati d’agrumi d’ogni sorta.L’odore savissimo che spargono i loro fiori verso sera, la freschezza che mantengono, la gentilezza dei casini di campagna, la bontà, la cortesia, le maniere agevoli degli abitanti rendono quel paese superiore a qualunque altro che io conosca.Giovan Battista Fortis, La Calabria è una magnifica regione; d’estate ci si arrostisce come a Tambouctou, d’inverno vi si gela come a San Pietroburgo; inoltre non vi si conta punto ad anni, a lustri o a secoli come negli altri paesi, ma a terremoti.Alexandre Dumas padre, Dall’alto comparvero riflessi nel mare, bellissimi, Capo Rizzuto che termina a punta sul mare, pianeggiante, e Le Castella, la località che si trova davanti al Capo. Sarete i numeri... Iscriviti a Jamaluca per non perdere gli ultimi articoli pubblicati. L’odore savissimo che spargono i loro fiori verso sera, la freschezza che mantengono, la gentilezza dei casini di campagna, la bontà, la cortesia, le maniere agevoli degli abitanti rendono quel paese superiore a qualunque altro che io conosca. I torrenti hanno una voce assordante. E, a questo punto, il diavolo si ritenne soddisfatto del suo lavoro, toccò a lui prender sonno mentre si svegliava il Signore.Quando, aperti gli occhi, potè abbracciare in tutta la sua vastità la rovina recata alla creatura prediletta , Dio scaraventò con un gesto di collera il Maligno nei profondi abissi del cielo.Poi, lentamente rasserenandosi, disse: – Questi mali e questi bisogni sono ormai scatenati e debbono seguire la loro parabola. Rotta da quei torrenti in forte pendenza, non solo è diversa da zona a zona, ma muta con passaggi bruschi, nel paesaggio, nel clima, nella composizione etnica degli abitanti. Sono molto ottimista per il futuro della Calabria.  Leggi di più, Occhio a Marte nel segno: sarete polemici e litigiosi Vanno in giro coi lunghi cappucci attaccati ad una mantelletta triangolare che protegge le spalle, come si vede talvolta raffigurato qualche dio greco pellegrino e invernale. Ad esse aggiunse il bisogno della giustizia, il bisogno della libertà, il bisogno della grandezza, il bisogno del nuovo, il bisogno del meglio. Si mise all’opera, e la Calabria uscì dalle sue mani più bella della California e delle Hawaii, più bella della Costa Azzurra e degli arcipelaghi giapponesi. Le più belle frasi e citazioni dedicate alla... Tiriolo miti e leggende: Arocha e Petraro, Re... Carnevale in Calabria: eventi, curiosità, piatti tipici e... Scirubetta: l’antico gelato con la neve di Calabria, La Festa della Madonna della Neve in Calabria, Lavanda in Calabria: un angolo di Provenza nel Parco Nazionale del Pollino, Ferramonti di Tarsia: il campo di internamento e il Museo della Memoria, Valli Cupe: Canyon e cascate nel cuore della Calabria, Se state organizzando un viaggio leggete il mio. (Roberto Ruozi, Presidente del Touring Club Italia), La Calabria è una terra di uomini di pensiero e di penna, che ha dato i natali a Cassiodoro e a Gioacchino da Fiore, a Bernardino Telesio e a Tommaso Campanella, a Corrado Alvaro e a Leonida Repaci. Eccoci in un nuovo mese, quello di novembre 2020. Era proprio qui Sibari la grande.Giorgio Bocca, La gente di questi paesi è di un tatto e di una cortesia che hanno una sola spiegazione: qui una volta la civiltà era greca.Cesare Pavese, Calabria, casa sempre aperta.  Leggi di più, Qualche “disastro” in amore: vi sentirete attratte dal gusto del proibito (Kaziemera Alberti), Questo è il punto più stretto della penisola: scavato da un lato dal golfo di Squillace, dall’altro dal golfo di Sant’Eufemia, il piede dello stivale si restringe qui più che altrove e forma una specie di istmo che, a volo d’uccello, non ha più di dieci miglia. Operate tutte queste cose nel presente e nel futuro il Signore fu preso da una dolce sonnolenza, in cui entrava il compiacimento del creatore verso il capolavoro raggiunto. Il difetto tipico dei calabresi è essere permalosi.  Leggi di più, Novembre: un mese “colorato” e ricco di novità. Lo ambiscono ugualmente Reggio, come la più grande, Cosenza, come più ricca e in rapida crescita, e Catanzaro che rivendica tradizioni di aristocrazia. Utilizziamo anche cookie di terze parti che ci aiutano ad analizzare e comprendere come si utilizza questo sito web. (Giuseppe Isnardi), Questo mare è pieno di voci e questo cielo è pieno di visioni. (Corrado Alvaro), La più deliziosa e incantatrice contrada d’Italia per l’amenità sua è certamente il litorale di Reggio, tutto coperto di giardini piantati d’agrumi d’ogni sorta. sta calabrisella muriri mi fa. Non c’è più Sibari, ma c’è ancora l’incanto che la circondava, ci sono la terra, l’acqua, il cielo, i vapori d’argento che a sera stanno a segno del golfo tra il mare blu intenso e le valli boscose che scendono dal Pollino alle luci dorate della piana, alla sua dolcezza raccolta, da cui nasce va la promessa dei vecchi sibariti «mai lontani da questa città». C’era certo di che sgomentare le immaginazioni più timorose; ma avevo presente il sesto canto dell’Eneide e sapevo che l’Inferno è l’anticipazione dei Campi Elisi. (Guido Piovene), Sotto nel Vibonese, la fertilità si accresce, e si diffonde, come nella “Campania felix”, il virtuosismo delle molte colture. Del breve sonno divino approfittò il diavolo per assegnare alla Calabria le calamità: le dominazioni, il terremoto, la malaria, il latifondo, le fiumare, le alluvioni, la peronospera, la siccità, la mosca olearia, l’analfabetismo, il punto d’onore, la gelosia, l’Onorata Società, la vendetta, l’omertà, la violenza, la falsa testimonianza, la miseria, l’emigrazione. Gli studiosi locali di antichità fanno derivare il suo nome da trophoeum, trofeo, e pretendono che essa sia stata così chiamata quando Scipione, di ritorno dalla conquista di Cartagine, vi ricevette gli onori. Utta a fa juornu c’a notti è fatta -. (Cesare Pavese), Sibari fu la città più ricca e felice e scandalosa e potente e spregiudicata e ironica dell’arco ionico. Ma man mano che ti avvicini, vedi Le Castella chiaramente senza più riflesso. La Calabria è rocciosa e spaccata in profonde valli, da una cinquantina di fiumi torrenti con pendenze precipitose. Ma essi non impediranno alla Calabria di essere come io l’ho voluta. Un poeta straniero mi disse un giorno che essa ha un fondo piuttosto epico che lirico. (Fabrizio Caramagna), C’è un paese della Calabria dal quale la vista abbraccia Tirreno e Jonio. Lalléru, lalléru, lalléru lalàla Una notte che già contiene l’albore del giorno. fortificato da solitudini Segui la bacheca Le frasi più belle dei film di Stefano Moraschini su Pinterest. (Leonida Rèpaci), Il Signore fu preso da una dolce sonnolenza, in cui entrava il compiacimento del creatore verso il capolavoro raggiunto. Ti amo Calabriaper gli assorti silenzi delle tue selveche conciliano i sogni dei pastorie le estasi degli eremiti.Ti amo per quel fiume di alberiche dalle timpe montanearriva ai due maria bere il vento del largoframmisto all’aroma del mirto.Ti amo per le solitarie calanchechiuse da strapiombi di rocceche prendon colore dell’alganata dallo spruzzo dell’onda. (I bronzi di Calabria), In certi paesi della Calabria si respira l’odore delle cose antiche, del rispetto, dell’accoglienza, della scoperta, della meraviglia. (Giorgio Manganelli), Essere calabrese vuol dire dare sempre l’anima, sudare su ogni pallone.  Leggi di più, Occhio alla salute psicofisica: novembre non vi renderà giustizia Per l’inverno concesse il sole, per la primavera il sole, per l’estate il sole, per l’autunno il sole. Cosa trovate in questo post [ nascondi] Frasi e citazioni dedicate alla Calabria La … Leggi di più, La paura ci paralizza... la speranza ci rende coraggiosi e ci aiuta a lottare...   Leggi di più, L'arte è una tregua concessa all'ego per fare quello che gli pare. È certo la più strana tra le nostre regioni. Pope Francis visits the town of Cassano all’Ionio, considered a stronghold of the Calabrian mafia, and tells the members of organized crime that they are excommunicated. A volte mi viene in mente quand’ero bambino e il pane veniva fatto in casa. di poche essenziali parole Anzi, ho la presunzione di affermare che in nessun’altra parte d’Europa la natura ha tracciato in modo così magnifico le linee che il genio e l’opera umana devono seguire o gli sforzi dell’arte migliorare. Questo è un luogo sacro, dove le onde greche vengono a cercare le latine; e qui si fondono formando nella serenità del mattino un immenso bagno di purissimi metalli scintillanti nel liquefarsi, e qui si adagiano rendendo, tra i vapori della sera, imagine di grandi porpore cangianti di tutte le sfumature delle conchiglie. davanti alla congiura dei giorni. (Anselmo Bucci), Calabria, mia cara Calabria In un momento di ispirazione ho pensato di raccogliere le frasi e le citazioni sulla Calabria che più mi piacciono, un piccolo raccoglitore dove poter tornare e leggere quelle che mi hanno colpita. Poi distribuì i mesi e le stagioni alla Calabria. Io ho girato anche degli spot per magnificare la bellezza della mia regione ma se non si aggiustano le strade e non facciamo infrastrutture, hai voglia a fare spot. La verità è che dai primi di maggio alla fine di luglio di quel 1817 se ne stette a Parigi. Gli studiosi locali di antichità fanno derivare il suo nome da trophoeum, trofeo, e pretendono che essa sia stata così chiamata quando Scipione, di ritorno dalla conquista di Cartagine, vi ricevette gli onori. (Leonida Rèpaci), Poi distribuì i mesi e le stagioni alla Calabria. Vi troverete a... Mi occupo di promozione e valorizzazione del territorio, adoro viaggiare in Italia e ancor di più nella mia Calabria. E la gran parte della gente vive in condizioni difficili. (Luigi Bertarelli), Non è bella la vita dei pastori in Aspromonte, d’inverno, quando i torbidi torrenti corrono al mare, e la terra sembra navigare sulle acque. Watch Queue Queue Tutti i contenuti sono riservati. Adesso, col tempo, credo che il fatto di esserci compromessi di meno con la … Ma altri calabresi sono i peggiori, i più implacabili nemici, i distruttori del grande passato. Di questo non ho dubbi. Ululano ancora le Nereidi obliate in questo mare, e in questo cielo spesso ondeggiano pensili le città morte.Questo è un luogo sacro, dove le onde greche vengono a cercare le latine; e qui si fondono formando nella serenità del mattino un immenso bagno di purissimi metalli scintillanti nel liquefarsi, e qui si adagiano rendendo, tra i vapori della sera, imagine di grandi porpore cangianti di tutte le sfumature delle conchiglie. Questo sito fa uso di cookies per migliorare la tua esperienza di navigazione e per offrire funzionalità aggiuntive. Come spesso accade nei territori dove operano sistemi criminali integrati. (Leonida Rèpaci), Dio diede a Cosenza l’Accademia, a Tropea il vescovo, a San Giovanni in Fiore il telaio a mano, a Catanzaro il damasco, ad Antonimina il fango medicante, ad Agnana la lignite, a Bivongi le acque sante, a Pazzano la pirite, a Galatro il solfato, a Villa San Giovanni la seta greggia, a Belmonte il marmo verde. Sulla condizione di relativa emarginazione della Calabria, il regista Vittorio De Seta ha affermato: "Con la conquista regia del 1860, siamo stati scippati di ogni identità. Dalla bellezza alla comunicazione, sarete irresistibili Ancora oggi datemi una buona minestra di ceci, quelli che si ammammano, cioè fan da mamma, coi maccheroni, in una saporosa liquescenza; datemi una fetta di pescespada col «sarmuglio», che ci stupiamo di non trovare descritto nei banchetti omerici; datemi, per stimolare l’appetito fino in fondo, un pugnellino di «’mbiscatini», cioè di quei sottaceti che alternano il peperone col cappero, la melanzana con lo zenzero; datemi una ricotta di quelle che il pastorello dell’Aspromonte vi porta fino a casa, facendola colare tiepida dalla fiscella nel piatto; datemi, per consolidare il tutto, un bicchiere di Cirò, un vino che ha il colore rosso cupo delle pupille delle donne malate d’amore e il profumo del vigneto squassato dal vento sulle balze marine: datemi tutto questo e io alzo bandiera ammiraglia sulla mia tavola di calabrese radicato. Mt 5, 37 Andare d'accordo è difficile, impegnativo, si...   Leggi di più, Il sesso è un gioco a cui si partecipa con le proprie risorse. Se fosse stata utilizzata la metà dei fondi arrivati, la Calabria poteva essere una piccola Svizzera. @2016-2020 - Jamaluca. (Leonida Rèpaci), Questo è l’ingresso e, per così dire, l’anticamera della Calabria. Lalléru, lalléru, lalléru lalàla,  Leggi di più, Il mese di novembre è all’insegna dell’amicizia e dell’amore: nuovi incontri in vista Un arancio il tuo cuore, succo d’aurora. calabrese, della Calabria o del suo popolo e cultura Frasi Di Esempio. • Privacy • Preferenze privacy • Contatti, Il leone e il colibrì (antica favola africana), Mamma, lasciami crescere come cresce un bambino. La saggezza popolare è tutta nei proverbi. I calabresi mettono il loro patriottismo nelle cose più semplici, come la bontà dei loro frutti e dei loro vini. Leggi di più, "ma il vostro parlare sia: Sì, sì, no, no; tutto ciò che va oltre questo, viene dal maligno. " Un piccolo gruppo di persone detiene tutto il potere economico e politico. Benvenuto novembre. Reggio Calabria è un grande giardino, uno dei luoghi più belli che si possano trovare sulla terra.Edward Lear, Il lungomare di Reggio Calabria è il più bel chilometro d’Italia.Gabriele D’Annunzio, Lunghe ore di sogno con un panorama di meravigliosi scenari incantati.Bernard Berenson, Se vai in Calabria sentirai che c’è un odor di Calabria come c’è un odor di neve, come c’è un odor di sole.Anselmo Bucci, Il paesaggio calabrese … è un paesaggio di forme distese e quasi spianate, un paesaggio essenzialmente di lunghezza, in cui la luce gioca fra massa e massa di rilievo, tra solco e solco di fiume e di fiumare, formando successioni di quinte in ombra e in sole, sino alle pareti dei grandi rilievi terminali, mentre il mare continua, con la linea del suo orizzonte, quella delle alture e la congiunge ai profili e ai piani di altre alture, facendo da sfondo a grandi quadri dai cieli altissimi e luminosissimi.Giuseppe Isnardi, “Calabria” e “grigiore” non possono convivere nella stessa frase. (Caterina Pigorini Beri), Forse neanche sai che culla della seta in Europa fu Catanzaro e che qui si erse il primo telaio. Aforismi Calabresi. 2-giu-2020 - Frasi e citazioni sulla Calabria. Assegnò Pitagora a Crotone, Orfeo pure a Crotone, Democede pure a Crotone, Almeone pure a Crotone, Aristeo pure a Crotone, Filolao pure a Crotone, Zaleuco a Locri, Ibico a Reggio, Clearco pure a Reggio, Cassiodoro a Squillace, San Nilo a Rossano, Gioacchino da Fiore a Celico, Fra’ Barlaam a Seminara, San Francesco a Paola, Telesio a Cosenza, il Parrasio pure a Cosenza, il Gravina a Roggiano, Campanella a Stilo, Mattia Preti a Taverna, Galluppi a Tropea, Gemelli-Careri a Taurianova, Guerrisi a Cittanova, Manfroce a Palmi, Cilèa pure a Palmi, Alvaro a San Luca, Calogero a Melicuccà, Rito a Dinami. Le influenze greche non vi lasciarono traccia così forte come in Sicilia. – Va bene. Come insegna l'autostrada Salerno-Reggio Calabria, fatturata metro per metro dalle cosche. È da quando sono bambino che sento ripetere le cose di sempre, ogni anno. (Guido Piovene), La Calabria è una mescolanza di mondi. (Corrado Alvaro), La virtù dei calabresi è l’accoglienza. Proverbi calabresi. E mi riferisco, ovviamente, ai sistemi criminali riferibili alla mafia in Sicilia e alla 'ndrangheta in Calabria. I due golfi sono separati dalla catena appenninica, che qui si addolcisce. frammisto all’aroma del mirto. Guardate i calciatori calabresi che militano in serie A, sono tutti combattenti, gente che non si scorda da dove arriva, e che è orgogliosa delle proprie radici. Si direbbe che qui siano franati insieme i detriti di diversi mondi; che una divinità arbitraria, dopo aver creato i continenti e le stagioni, si sia divertita a romperli per mescolarne i lucenti frantumi. Forse neanche sai che culla della seta in Europa fu Catanzaro e che qui si erse il primo telaio. (Canzone popolare che raccontava il pericolo dei pirati), Attraversate il vasto mare e accanto all’Esaro fonderete Kroton. Che alla fine un po’ mi assomiglia: timida, ma che muore dalla voglia di raccontarsi. La trovano diversa, non solo dalle altre regioni italiane, ma da qualsiasi parte del mondo, e stentano a valutarne la civiltà. I pastori stanno nelle case costruite di frasche e di fango, e dormono con gli animali. Se ci sono problemi da quarant'anni, non possiamo avere gli stessi problemi nel 2010. Quando i Romani erano ancora poveri pastori abitanti in capanne di paglia sostenute da pali, quando Roma era formata da vicoli stretti e tortuosi e casupole di fango, quando il cittadino romano non conosceva ancora la moneta e parti di armatura…quando essi mangiavano bigio pane di farro e usavano vino solo quale medicina mentre alla donna era in generale vietato…qui, sotto il cielo di Calabria, sulle rive dei suoi due mari, Ionio e Tirreno, fioriva già ricca, sensuale, una delle più raffinate culture dell’umanità: la Magna Grecia! Il provinciale italiano è inesorabile in fatto di etimologie; ne afferma delle più incredibili con imperturbabile disinvoltura, una fede senza limiti, e più di una volta andando avanti avremo occasione di ammirare gli arditi sforzi e i salti pericolosi dell’immaginazione archeologica degli italiani.Charles Didier, Costruita in modo pittoresco non lontana dal mare, Palmi è protetta sul lato opposto dal monte Corona, il più magnifico belvedere di tutta la costa e forse della Calabria intera; all’inizio cintato d’ulivi, poi da castagni secolari, il monte Corona, o di Sant’Elia (porta infatti due nomi), è sormontato da una chiesa e da tre croci, che, da lontano gli danno l’aria del Calvario sul Golgota. Donò a Stilo la Cattolica, a Rossano il Patirion, ancora a Rossano l’Evangeliario Purpureo, a San Marco Argentano la Torre Normanna, a Locri i Pinakes, ancora a Locri il Santuario di Persefone, a Santa Severina il Battistero a Rotonda, a Squillace il Tempio della Roccelletta, a Cosenza la Cattedrale, a Gerace pure la Cattedrale, a Crotone il Tempio di Hera Lacinia, a Mileto la zecca, pure a Mileto la Basilica della Trinità, a Santa Eufemia Lametia l’Abbaziale, a Tropea il Duomo, a San Giovanni in Fiore la Badia Florense, a Vibo la Chiesa di San Michele, a Nicotera il Castello, a Reggio il Tempio di Artemide Facellide, a Spezzano Albanese la necropoli della prima età del ferro. Frasi, citazioni e aforismi sulla Calabria Se vai in Calabria sentirai che c’è un odor di Calabria come c’è un odor di neve, come c’è un odor di sole. Noi calabresi passiamo per essere ospitali e con la capa tosta, e questo in effetti rispecchia il mio modo di essere. Secondo l'oroscopo del segno del Cancro, in questo mese di novembre imparerete ad aguzzare meglio il vostro ingegno. Dio diede alla Sila il pino, all’Aspromonte l’ulivo, a Reggio il bergamotto, allo Stretto il pescespada, a Scilla le sirene, a Chianalea le palafitte, a Bagnara i pergolati, a Palmi il fico, alla Pietrosa la rondine marina, a Gioia l’olio, a Cirò il vino, a Rosarno l’arancio, a Nicotera il fico d’India, a Pizzo il tonno, a Vibo il fiore, a Tiriolo le belle donne, al Mesima la quercia, al Busento la tomba del re barbaro, all’Amendolea le cicale, al Crati l’acqua lunga, allo scoglio il lichene, alla roccia l’oleastro, alle montagne il canto del pastore errante da uno stazzo all’altro, al greppo la ginestra, alle piane la vigna, alle spiagge la solitudine, all’onda il riflesso del sole. Questo sito web utilizza i cookie per migliorare la tua esperienza durante la navigazione. Da questo Nord immaginario si salta a foreste d’olivi, lungo coste del classico tipo mediterraneo. Si chiama Tiriolo, è in provincia di Catanzaro e lo raggiunge la vecchia, tortuosa e a suo modo gloriosa statale 19 della Calabria. In Rome, Naples, et Florence en 1817 dice di trovarsi ad Ancona il 27 maggio e a Loreto il 30. (Leonida Rèpaci), La Calabria ha seni e non porti, per cui la lunghissima linea delle sue coste è più percorsa da pescatori che da naviganti. Mi dà la forza di andare avanti, proprio come fa l’insulina con un diabetico. A volte mi viene in mente quand’ero bambino e il pane veniva fatto in casa. Ai colleghi del nord dico spesso: se parliamo di gastronomia, state tutti zitti e muti ché quella calabrese è la più ricca e genuina del mondo!  Leggi di più, Via al fascino: sarete irresistibili e intraprendenti L'oroscopo del mese più cupo dell’anno Però quando sento dire che la nostra regione è la culla della 'ndrangheta penso che la Calabria non è soltanto la 'ndrangheta. tu sei ricca soltanto di sole Nessuna delle sue città vi ha potuto affermare sulle altre un primato riconosciuto. Il voto malavitoso condiziona e inquina la politica e le elezioni di metà del Paese. (Roberto Ruozi, Presidente del Touring Club Italia), Arance, mandarini e limoni crescono profumati in tutta la regione, ma è il cedro, insieme al bergamotto, l’agrume più tipico della Calabria. Hai altre frasi e citazioni sulla Calabria da consigliarmi? Save my name, email, and website in this browser for the next time I comment. Lo credereste? Voglio vedere la patria di Proserpina, e sapere perché il diavolo ha preso moglie proprio in quel paese".
2020 pigiamini sigla