Don Maurizio chiede di parlare durante una riunione ma viene zittito per «la sua mancanza di rispetto». Barano d'Ischia Serrara Fontana E ci guardava come se ci conoscesse da sempre; e ci sorrideva...». Domanda semplice: c’è l’intenzione di nominare vescovo don Maurizio Patriciello, che cosa ne pensate? Cimitile Ma non c’è vita che abbia incrociato don Mimmo e che non abbia avuto l’opportunità di rinascere non da ventre materno ma da mani di uomo che l’hanno sfiorata e riaccarezzata. Palma Campania Vico Equense Vale a dire che siamo all'anno zero, solo all'inizio delle procedure indispensabili per avviare la nomina: il Vaticano dimostra chiaramente di non avere alcuna premura a sostituire Sepe, e del nuovo vescovo di Napoli non se ne parlerà - verosimilmente - almeno per i prossimi tre mesi. Le “nuove” linee guida... Culto per la giornata contro l’omofobia e la transfobia... Omelia di Arturo Paoli per il Venerdì Santo. Subito dopo è toccato ai suoi vice, Lucio Lemmo e Gennaro Acampa, ai vescovi nativi nella Diocesi di Napoli, emeriti o in servizio, al preside e al decano della Facoltà teologica, a tutti i vicari episcopali e ai decani. S.E. E in questo caso il nome più accreditato è quello di Antonio Di Donna, vescovo di Acerra, prelato che sta molto a cuore a Francesco e che ha lavorato a stretto contatto con don Patriciello nella battaglia contro la Terra dei fuochi. Il dopo Sepe - assicurano i suoi più stretti collaboratori - non si deciderà, infatti, prima del miracolo di San Gennaro del 19 settembre. … E SE Dio fosse ateo? settimana pubblica due fascicoli: uno di notizie ed un secondo di documentazione che si alterna ad Il primo a riceverla, giovedì mattina, è stato proprio il cardinale Sepe al quale il diplomatico svizzero Emil Paul Tscherrig - nunzio in Argentina fino al 2017 quando Bergoglio lo ha voluto al suo fianco in Vaticano - si è rivolto per conoscere innanzitutto il suo parere. E Sepe non ne fa neanche un gran mistero. Il Dio dei cattolici è il Dio d... Presidenza Consiglio dei Ministri Dipartimento per l'informazione e l'editoria, Contributi editoria ai sensi dell'art.3 ex Legge 250/90. Il 24 giugno 2016 è stato nominato da Papa Francesco alla guida della diocesi campana. Primo elemento fra tutti l’udienza avuta lo scorso tre gennaio 2020 con Papa Francesco in Vaticano. Poi l’incontro con Francesco. Castellammare di Stabia Coronavirus, aggiornamento 17 novembre, 19 decessi e 3.019 nuovi casi (2.604) asintomatici nelle ultime 24 ore. Fatture false, GdF arresta 8 persone ad Aversa. Trecase You also have the option to opt-out of these cookies. Capri Poi è stata la volta di Antonio Di Donna, attuale vescovo di Acerra, già ausiliario a Napoli e figura di spicco del cattolicesimo progressista. Cercola Pollena Trocchia Nelle notti d’estate non si dorme, con il caldo le finestre e i condizionatori devono restare chiusi per non far entrare la puzza, il fumo. È stato successivamente collaboratore al santuario Santa Maria delle Grazie in Torre di Ruggiero, collaboratore parrocchiale a Montepaone Lido e amministratore della parrocchia Santa Maria di Altavilla a Satriano. Acerra San Giuseppe Vesuviano «La mia venuta — spiegò Francesco — è stata rimandata; tuttavia, invio al vescovo, ai sacerdoti, alle famiglie e all’intera comunità diocesana il mio saluto, la mia benedizione e il mio incoraggiamento, in attesa di incontrarci appena possibile. I l prossimo vescovo di Napoli è atteso al suo ingresso. Liveri E se Papa Francesco riuscirà a nominare il successore entro la fine di giugno, l'ingresso del nuovo vescovo a Donnaregina potrebbe avvenire già a settembre. Massa di Somma E ancora l’appartenenza alla cordata di don Ciotti, fondatore di Libera e amico del Pontefice. A partire dal 2018 Adista ha implementato la sua informazione online. Anacapri Il pontefice lo guardò e con voce serena e sicura rispose: «Vai avanti così». Portici © 2020 Il Mattino - C.F. Il Papa accolse la richiesta e venerdì 4 settembre Antonietta e io abbiamo varcato porta Sant’Anna e siamo entrati in Vaticano. Verifica dell'e-mail non riuscita. Lette... La Chiesa e il mondo al bivio: o si cambia o si muore.... Il Francesco che non ti aspetti. Dal 2008 è stato canonico del capitolo cattedrale di Catanzaro. We also use third-party cookies that help us analyze and understand how you use this website. Diventare Vescovo di Napoli significa essere nominato Cardinale, e la Chiesa, quella prima di Papa Francesco, se non per diretta responsabilità dei suoi predecessori, ci ha abituato a giochi di potere che … Certo non è sempre facile e non per tutti quelli che ha incontrato è andata così. L' arcidiocesi di Napoli (in latino: Archidioecesis Neapolitana) è una sede metropolitana della Chiesa cattolica in Italia appartenente alla regione ecclesiastica Campania. Adista Società Cooperativa a Responsabilità Limitata - Via Acciaioli 7, Roma - P.I. San Paolo Bel Sito +39 0961.027162 - Fax +39 0961.027178 - redazione@calabriainforma.it Adista è un settimanale di informazione indipendente su mondo cattolico e realtà religioso. Annunci, proclami, marketing e più che spiritualità molta materialità. Lettera aperta sul "gender". La nomina di don Patriciello a vescovo potrebbe aprire nuovi scenari in vista del dopo Crescenzio Sepe, il cardinale che guida da tempo la Chiesa di Napoli e che è in proroga da quasi tre anni. Papa Francesco, nel 2018, alla soglia dei 75 anni lo invitò a rimanere alla guida della diocesi di Napoli per altri due anni, appena scaduti. Scisciano Brusciano Battaglia, è stato rettore del seminario liceale di Catanzaro e membro della commissione diocesana “Giustizia e Pace” (1989-1992), amministratore parrocchiale a Sant’Elia, parroco della madonna del Carmine a Catanzaro, direttore dell’ufficio diocesano per la “Cooperazione Missionaria tra le Chiese”, parroco a Satriano (1992-1999). Roccarainola Non importa se siano le ultime del mondo, se provengano dagli angoli sconosciuti e bui di una società cieca e sorda. uno di approfondimento e di riflessione. Accadde quando Monsignor Antonio Cantisani lo volle alla guida del Centro calabrese di solidarietà, al suo ritorno dall’Africa dove aveva deciso di tornare e dove era convinto che si sarebbe svolta tutta la sua vita sacerdotale. «Erano le 3, sudavo, dovevo reagire». Un passato da infermiere e caposala in un ospedale napoletano. Agerola Marigliano Una trentina di sacerdoti in tutto, che rivestono incarichi ufficiali, ai quali il nunzio apostolico ha chiesto di esprimere tre nomi per cominciare a delineare la giusta personalità che dovrà essere chiamata a prendere il posto di Crescenzio Sepe. L’articolo è, come nello stile della giornalista di lungo corso e di qualità riconosciute, ricco di informazioni, come quella della tomba che il cardinale sta progettando per sé nella cripta della cattedrale accanto ai resti dell’arcivescovo Alfonso Castaldo. Carbonara di Nola Crispano Riprova. E poi ha lanciato il nome: «Papa Francesco pensa a monsignore Domenico Battaglia attualmente vescovo di Cerreto Sannita–Telese–Sant’Agata de’ Goti. Torre del Greco But opting out of some of these cookies may have an effect on your browsing experience. Torre Annunziata Fino ad allora l'arcivescovo, settantasette anni appena compiuti, rimarrà al suo posto. Ma non è finita. LEGGI ANCHE Battesimi e comunioni, via libera da settembre. A brevissimo quindi la diocesi partenopea avrà come guida un calabrese. Riceverai direttamente via mail la selezione delle notizie più importanti scelte dalle nostre redazioni. In quel quartiere si avvertono fetori nauseabondi anche durante la celebrazione delle messe. quotidiana con il sito Adista.it. Tutti i diritti sono riservati Per la pubblicità: Lo stato del tuo abbonamento #PLACEHOLDER# è sospeso. Quanto ai tempi, tutto lascia pensare che il nome sia stato individuato nella stessa regione ecclesiastica campana ma ci siano alcuni vincoli circa l’annuncio. Serve, aggiunge, "un annuncio che rivoluziona la prassi, che provoca il cambiamento di stili ecclesiastici consolidati e obsoleti, in mode di sagrestie e di curie stravaganti, perché costringe perennemente a uscire all’aperto per gridare il creduto; è un annuncio che obbliga a scoprire le carte della fede in un tempo difficile sudato di paura, di malattia, di morte, in cui, fuori dal tempio, e purtroppo anche nel tempio, sembra impossibile riconoscersi cristiani; è un annuncio che ancora oggi provoca la Chiesa di Napoli, che se dentro di sé gode della certezza di aver trovato se stessa, quando ne può godere, all’esterno non sa ancora come annunciare il Vangelo in un mondo che cambia. Don Mimmo le raccoglie, le prende nelle sue mani e ne fa qualcosa di nuovo e meraviglioso. Villaricca Giuseppe Spinelli (15 dicembre 1734 – 9 aprile 1753 dimesso, nominato cardinale vescovo di Palestrina) CV. San Sebastiano al Vesuvio Perché Don Mimmo Battaglia è al servizio di Dio e di quelle anime e di quelle vite che Dio gli mette sulla strada. di giornalisti che dal 1967 vive solo del sostegno di chi la legge e ne apprezza la libertà da ogni potere - ecclesiastico, politico o economico-finanziario - e l'autonomia informativa. Fin dal 10 settembre 2013 (strana coincidenza la data) quando don Maurizio incontrò Bergoglio per la prima volta durante una visita al centro Astalli di Roma, struttura gestita dai gesuiti: «Santità nella Terra dei fuochi, tra Napoli e Caserta, c’è un popolo che muore», disse il sacerdote. Tra i possibili nomi, a raccogliere il maggiore numero di consensi c'è - come si sussurrava negli ambienti del consiglio episcopale permanente della Cei che si è tenuto la scorsa settimana - quello di Galantino. Chi t... Asgi: in piena pandemia, porte in faccia al personale s... La politica in «Fratelli tutti». Gragnano Un gruppo di donne cattoli... Papa Francesco a coppia gay con i tre figli adottivi: «... Sulle unioni civili, un indegno gioco al ribasso. You have entered an incorrect email address! Il Papa potrebbe anche «dirottare» il parroco della Terra dei fuochi in un’ altra città, magari a sostituire l’altro candidato alla sede in Largo Donnaregina. A molti la sua storia è nota. Niente concistoro per lui. Fai clic per condividere su WhatsApp (Si apre in una nuova finestra), Fai clic per condividere su Facebook (Si apre in una nuova finestra), Fai clic qui per condividere su Twitter (Si apre in una nuova finestra), Fai clic qui per condividere su LinkedIn (Si apre in una nuova finestra), Fai clic per condividere su Telegram (Si apre in una nuova finestra), Fai clic qui per inviare l'articolo via mail ad un amico (Si apre in una nuova finestra), Fai clic qui per stampare (Si apre in una nuova finestra), Clicca per condividere su Skype (Si apre in una nuova finestra). E se Papa Francesco riuscirà a nominare il successore entro la fine di giugno, l'ingresso del nuovo vescovo a Donnaregina potrebbe avvenire già a settembre. Dove si possa spingere non lo sapremo o lo sapremo a breve, ma di certo se la sola ipotesi che quel prete nato a Satriano e che nel suo curriculum vanta l’essere stato sempre accanto agli ultimi, possa solo essere entrato nella ridda di nomi candidati alla successione del Cardinale Sepe, fa ben sperare sul segno che questo Papa può lasciare nella storia dell’umanità, e non solo di quella cristiana. Casalnuovo di Napoli La testata fruisce dei contributi diretti editoria L. 198/2016 e d.lgs 70/2017 (ex L. 250/90) Rapporto positivi/tamponi sale al 18%, VEDI TUTTI GLI ALTRI Vedi tutti gli annunci su ilmessaggerocasa.it. Caivano Ma Papa Francesco ci ha dimostrato che la rivoluzione dei migliori, condotta senza armi, è possibile. Boscotrecase E lo fa attraverso un formulario appena recapitato all'indirizzo degli eletti. Il vescovo e ogni battezzato, che si riconosce nel suo mistero, dovranno poter essere qui, a Napoli, un’avanguardia, un segno visibile di consolazione e speranza che va oltre il recinto dei protetti e dei preservati. Massa Lubrense Adista è una piccola coop. Melito di Napoli Ma il momento resta comunque storico, e come tale va trattato con l’oggettività della storia. Sorrento Sant'Antonio Abate Monte di Procida Inizia la sua battaglia. Striano Nuovo sondaggio di Papa Francesco, questa volta tra i sacerdoti di Aversa. Non è tempo di attuazione del federalismo differenziato... Figli dell’Immacolata Concezione: il Vaticano nomina un... Dalle scalabriniane, sostegno e incoraggiamento alle mi... Religioni unite contro odio e violenza: "Famiglia Crist... "Credere" racconta la conversione green di Francesco. 02139891002 - Iscritta all'Albo delle cooperative n. A112445 Chi lo conosce sa che a Nunzio Galantino non dispiacerebbe tornare a fare il pastore e Papa Francesco potrebbe decidere di accontentarlo. Il protocollo, o almeno il garbo ecclesiastico, vuole che il titolare si trovi in sede al momento dell’annuncio. Sulle pagine napoletane del quotidiano La Repubblica (7/9/2020), don Gannaro Matino (parroco della Chiesa della Santissima Trinità a Napoli), docente di Teologia Pastorale presso la Pontificia Facoltà Teologica dell'Italia Meridionale e di Storia del Cristianesimo presso l'Università degli Studi Suor Orsola Benincasa, nonché editorialista di Avvenire, de Il Mattino e delle pagine locali della Repubblica), scive una riflessione su "Il nuovo vescovo ai tempi del virus". Il nome che insistentemente circola nei sacri palazzi è non solo è quello di don Mimmo Battaglia (come ama farsi chiamare), attuale vescovo di Cerreto Sannita-Telese-Sant’Agata de’ Goti (dal 2016) nato a Satriano, in provincia di Catanzaro il 20 gennaio 1963. Diventare Vescovo di Napoli significa essere nominato Cardinale, e la Chiesa, quella prima di Papa Francesco, se non per diretta responsabilità dei suoi predecessori , ci ha abituato a giochi di potere che farebbero impallidire i migliori strateghi. Avvertimi via email alla pubblicazione di un nuovo articolo. Marano di Napoli Classe 48, laureato in filosofia, parroco a Cerignola, dove è nato, dal 1977 al 2012, il sacerdote è stato anche docente di Antropologia filosofica presso la Facoltà teologica di Posillipo dagli anni ottanta fino alla sua nomina a vescovo di Cassano allo Jonio. Una nomina che il Papa farà nel segno della continuità e nel rispetto del lavoro che il vescovo di Napoli - con i suoi sacerdoti - ha svolto incessantemente in questi lunghi anni. Casamicciola Terme Sulle pagine napoletane del quotidiano La Repubblica (7/9/2020), don Gannaro Matino (parroco della Chiesa della Santissima … Rapporto positivi/tamponi sale al 18%, VEDI TUTTI GLI ALTRI Vedi tutti gli annunci su ilmessaggerocasa.it. L'Italia aggira la raccomandazione UE di non vendere ar... Dove manca acqua il rischio Covid aumenta: la mobilitaz... "Noi Siamo Chiesa" sulla pedofilia: il caso McCarrick e... L'errato concetto di sviluppo nel mirino delle enciclic... C’è bisogno che il governo mobiliti le migliori energie... Tutelare i profughi del Tigray. Accadde quando dopo qualche anno di guida alla parrocchia del Carmine, nel centro storico della città, fu chiamato ad altro incarico. Un incontro che lo colpisce e come Paolo sulla via di Damasco cambia vita. Lo studio che ridà speranza, Il capo di gastroenterologia del Gemelli: «Non solo polmoni, anche la pancia soffre del virus», Covid come l'influenza, Lopalco: «Diventerà una malattia stagionale e non andrà più via», Virus, più tristezza e meno fiducia: ecco l'ondata che ci ha cambiato, Covid, ossigeno e pillole: le regole per le cure fai-da-te in casa. Nola Copyright 2020 © Rcs Edizioni locali srl. Una rivoluzione che era stata inaugurata dal Concilio Vaticano II e che il nuovo vescovo dovrà fare propria per essere, con tutti gli uomini di buona volontà e con tutta la Chiesa partenopea, capace di organizzare la speranza". San Giorgio a Cremano Il Papa era lì, davanti a noi, con una semplicità disarmante. Poggiomarino Roghi di immondizia bruciata per loschi affari. Visciano I l prossimo vescovo di Napoli è atteso al suo ingresso. Quarto L’unica diocesi libera in Campania, infatti, sarà proprio quella di Napoli, ma ciò non significa che verrà affidata a don Patriciello. Santa Maria la Carità News e ultime notizie oggi da Italia e Mondo, RCS MediaGroup SpA - Direzione Pubblicità. Un ex potente come è stato Sepe non è riuscito a servire fino in fondo la chiesa di una città complicata. Sant'Anastasia Pompei In adempimento degli obblighi di trasparenza e di pubblicità disposti dalla Legge 4 agosto 2017, n. 124 - articolo 1, commi 125-129, vengono di seguito rese pubbliche le informazioni relative ai contributi economici incassati dalle pubbliche amministrazioni nell'anno 2018: © Exigo srl - www.exigonet.it & Ivan Iraci, Pubblicazione a stampa: ISSN 2239-8643 - Pubblicazione online: ISSN 2465-1214. 07 Settembre 2020 2 minuti di lettura. Casavatore Don Gennaro, che quando Sepe arrivò all'Arcidiocesi di Napoli, ricopriva un ruolo di responsabilità alla comunicazione, ma poi lasciò l'incarico perché i rapporti tra i due divennero difficili, parla della "la necessità di rivoluzionare la prassi pastorale per adeguare obiettivi, metodi e strumenti alla concreta condizione spirituale dei figli di Dio che vivono nel mondo, che spartiscono la vita qui a Napoli, una vita che per molti è più che dura". Oggi che tutti sanno che al mondo esiste Don Mimmo Battaglia è difficile tenere a bada ricordi, sensazioni, emozioni per chi lo ha conosciuto e ha percorso un tratto della sua vita accanto a lui. Una nomina che il Papa farà nel segno della continuità e nel rispetto del lavoro che il vescovo di Napoli - con i suoi sacerdoti - ha svolto incessantemente in questi lunghi anni. Sant'Agnello Necessary cookies are absolutely essential for the website to function properly. Potrebbe giungere nelle prossime settimane la nomina del nuovo arcivescovo di Napoli e, nell’attesa dell’annuncio ufficiale, sembra farsi largo fra le ipotesi e le congetture una «pista calabrese» per individuare il possibile successore di sua eminenza il Card. È innegabile, tra l’altro, che i rapporti tra il Pontefice e Patriciello si siano, negli anni, consolidati sempre di più. La nomina di don Patriciello a vescovo potrebbe aprire nuovi scenari in vista del dopo Crescenzio Sepe, il cardinale che guida da tempo la Chiesa di Napoli e che è in proroga da quasi tre … Bacoli © 2020 Il Mattino - C.F. Tutto questo... gratis e totalmente disponibile sia per i lettori della rivista che per i visitatori del sito. Paracetamolo e cortisone in emergenza, Bluff assistenza a domicilio: gli infermieri sono pochi e li usano come telefonisti, Tamponi rapidi, quanto costano e dove farli (ma è caos regioni): risultati in pochi minuti, Covid Roma, caos tamponi alla Asl Rm 3: risultati anche dopo 15 giorni, avviata indagine interna, Napoli, arresti nella notte: sgominato il clan Giannelli, controllava anche i parcheggiatori abusivi, Covid a Napoli, i medici dell'Ospedale del mare: «Poca tutela in codice rosso», Covid in Campania, a scuola o in Dad: si spacca sul web il fronte dei genitori, Covid a Napoli, l'allarme di de Magistris: «Le ambulanze private costano anche mille euro», Covid, da Giugliano a Mantova per ricoverare il padre: «A Napoli troppe code», L'uomo normale di Flo: «È pericolosissimo», La toccante reazione di un cane di fronte al ritratto del fratello che non c’è più, Covid in Campania, la Regione querela la trasmissione di Giletti: «Troppe falsità», Scuole riaperte in Campania, al via lo screening: ecco il numero verde per prenotare i tamponi, Covid Italia, bollettino oggi 16 novembre: 27.354 nuovi casi e 504 morti. San Gennaro Vesuviano 01136950639 - P. IVA 05317851003, Nel pc 1.400 foto e 400 video di minori, le immagini appese in camera: arrestato 42enne, Smantellata rete di pedofili: 13 denunce e perquisizioni in sei regioni, «Virus, l'immunità nei guariti potrebbe durare anni». Paracetamolo e cortisone in emergenza, Bluff assistenza a domicilio: gli infermieri sono pochi e li usano come telefonisti, Tamponi rapidi, quanto costano e dove farli (ma è caos regioni): risultati in pochi minuti, Covid Roma, caos tamponi alla Asl Rm 3: risultati anche dopo 15 giorni, avviata indagine interna, Roma, dipendente in smart working con la rete aziendale scaricava video pedopornografici: arrestato, «Covid, l'immunità nei guariti potrebbe durare anni». Poi il 24 giugno di quattro anni fa è stato direttamente Papa Francesco a nominarlo alla guida della diocesi di Cerreto Sannita-Telese-Sant’Agata de’ Goti. San Vitaliano Boscoreale «Uno di quelli senza scarpe e poveri che vivono in alcuni vagoni alla periferia di Napoli», raccontò. Salvo deroghe, che al momento appaiono improbabili, entro quella data il cardinale dovrà presentare le sue dimissioni. La serie dei Vescovi di Napoli viene solitamente divisa in quattro pe­riodi: ... CIV. Cicciano Le lettere firmate dal nunzio apostolico sono arrivate a Napoli la scorsa settimana. La colpa? Basta cliccare qui! 07 Settembre 2020 2 minuti di lettura. Un contributo, anche solo di un euro, può aiutare a mantenere viva questa originale e pressoché unica finestra di informazione, dialogo, democrazia, partecipazione. Qualiano Scorrendo la pagina o continuando la navigazione si accetta la presenza dei cookie. Comiziano Casandrino il Card. Il card. L’indomani va dal vescovo: «Tutti tacciono ma noi dobbiamo reagire», dice a monsignor Angelo Spinillo, appena giunto in diocesi, ad Aversa. Perché lui, don Mimmo Battaglia, Vescovo della Diocesi di Cerreto Sannita è abituato ad andare dove “Dio lo chiama”, quando anche il distacco umano dai luoghi e dalle persone sia più doloroso della felicità  e soddisfazione per un risultato ottenuto.
2020 nuovo vescovo di napoli