Lei, che “visse” anche le stimmate, è stata omaggiata da molti Pontefici: Pio IX la nominò co-Patrona di Roma coi Santi Pietro e Paolo; Pio X la elesse Patrona delle donne dell’Azione Cattolica; Pio XII la scelse come co-Patrona d’Italia con San Francasco d’Assisi; Paolo VI la dichiarò Dottore della Chiesa; Giovanni Paolo II le conferì il titolo di co-Patrona d’Europa. IV. Preghiere.eu Spiritualità Cattolico-Cristiana. Voi aveste in terra il cuore aperto ad ogni altrui miseria e la mano potente a sovvenirla, ora in Cielo non è venuta meno né la vostra carità, né la vostra potenza. O Dio, vieni a salvarmi. Contro il disordine morale, che ovunque regnava, chiamasti virilmente a raccolta la buona volontà di tutti i fedeli. Tu promettesti a San Domenico che chi vuole le grazie con il tuo Rosario le ottiene; ed io con il Rosario in mano Ti chiamo, o Madre, all’osservanza se. I suoi scritti, oggi, sono un esempio di prosa italiana del trecento. Era l’italiana fuggita in Siria, Novena a San Francesco d’Assisi, quinto giorno: il Cantico delle creature, Preghiera della sera 17 Novembre 2020: “mi prostro davanti a Te”, Madonna della Salute ti affidiamo chi è in fin di vita – 6° Giorno, Covid, vaccini: cosa si nasconde dietro la corsa al più efficace. Signore, vieni presto in mio aiuto. Te la domando per il Cuore tuo dolcissimo, nel Nome tuo glorioso, o Maria, che sei Stella del mare, Signora potente, Madre di dolore, Porta del Paradiso e Madre di ogni grazia. Regina del Santo Rosario, prega per noi. Tu mi hai da salvare. Ed io col cuore sulle labbra, con viva fede Ti chiamo e T’invoco: Madre mia!… O Madre cara!…O Madre bella!…Madre dolcissima, aiutami! photo web source. Pater; Ave; Gloria. Segui tutte le nostre News anche attraverso il nuovo servizio di Google News, CLICCA QUI. sempre d’intorno al vostro corpo un doloroso cilicio, con il macerare la agli stessi romani Pontefici, e venire personalmente da loro consultata, Te la domando per la tua Immacolata Concezione, per la tua divina Maternità, per i tuoi gaudi, per i tuoi dolori, per i tuoi trionfi. (adsbygoogle = window.adsbygoogle || []).push({}); Write CSS OR LESS and hit save. De Donatis, Coronavirus, partenza fase 2: le ultime Lombardia e Marche, Madonna della Salute ti affidiamo chi è in fin di vita – 6° Giorno, L’amore di Gesù passa attraverso l’Angelo custode, San Francesco: Via della perfezione, la riflessione di oggi 17 Novembre. (Si ripeta la grazia che si desidera). Inginocchiati ai lati del trono dove siede la Madonna del Rosario di Pompei sono raffigurati Santa Caterina da Siena e San Domenico di Guzman. Pater; Ave; Gloria. dolori di un corpo crocifisso, e sorpresa dall’ultima infermità, vi dal Signore la grazia di ricever con cristiana rassegnazione, anzi con Vergine e Regina del Santo Rosario, Figlia del Padre Celeste, Madre dei Figlio divino, Sposa dello Spirito Santo, Tu che tutto puoi presso la Santissima Trinità, impetra questa grazia a me necessaria, purché non sia di ostacolo alla mia salvezza eterna…; Te la domando per la tua Immacolata Concezione, per la tua divina Maternità, per i tuoi gaudii, per i tuoi dolori, per i tuoi trionfi: Te la domando per il Cuore dei tuo Gesù, per quei nove mesi che lo portasti in seno, per la sua morte di croce, per il suo Nome santissimo, per il suo Preziosissimo Sangue. Chiedigli, dunque, o Madre, questa grazia di cui tanto io ho bisogno. In Te confido, da Te tutto spero. che ne Comanda la Chiesa, di tollerar con pazienza tutto quello che di Amen. Fu poi Papa Pio V che istituì dal 1572 la festa del Santo Rosario (prima domenica di ottobre) che successivamente dal 1913 fu spostata definitivamente al 7 ottobre. Tu amasti le anime redente dal Divino tuo Sposo; come lui spargesti lacrime sulla Patria diletta; per la Chiesa e per il Papa consumasti la fiamma di tua vita. Santa Caterina contribuì anche alla Riforma della Chiesa, scrivendo a Papa Gregorio XI, per convincerlo a riportare, dopo 70 anni, la sede papale da Avignone a Roma: “Che se egli è solo amatore di sé medesimo, cioè che ami sé per sé, e non sé per Dio; non può far altro che male, e ogni virtù è morta in lui. Amen. Per quell’ammirabile fortezza che, con il raddoppiamento delle O eroica e santa messaggera di unione e di pace, che restituisti al seggio apostolico romano il successore di Pietro, proteggilo e consolalo, nella sua paterna e universale sollecitudine, per la salvezza e per la pace dei popoli; e ravviva, conserva ed accresci, in noi e in tutti i fedeli cristiani, l’affetto e la sommissione per lui e per l’ovile di Cristo. amare anche noi la solitudine e il ritiro, malgrado tutti li inviti che Deh! Tu che sei lo sterminio dei demoni difendimi da questi nemici che mi assediano. Tu mi hai da salvare. In queste angustie ed agitazioni in cui mi trovo, io alzo confidente gli occhi a Te, che Ti sei degnata di eleggere per tua dimora le campagne di poveri e abbandonati contadini. Amen. la grazia di osservar sempre fedelmente quelle astinenze e quei digiuni Chi era Santa Caterina da Siena (1347-1380, Siena), oggi Dottore della Chiesa? alimentandovi d’altro che di erbe crude, non dormendo se non pochissimo e Tu dunque vuoi tergere le nostre lacrime, vuoi lenire i nostri affanni! Tu già promettesti a S. Domenico che chi vuole le grazie con il tuo Rosario le ottiene; ed io col tuo Rosario in mano oso ricordarti , o Madre, le tue sante promesse. delle divine compiacenze. All’origine di questo antichissimo culto, vi è la miracolosa apparizione di Prouille, datata 1208. Amen. Amen. suoi Santi e con la stessa sua madre Maria, i rapimenti, le estasi, le Così sia. Pater; Ave; Gloria. Per offrire un riscatto civile e morale a popolazioni abbandonate da secoli nella loro miseria, decise di propagare la preghiera del Rosario. (Si domandi la grazia che si vuole). Amen. La Patria nostra, benedetta da Dio, eletta da Cristo, sia per la tua intercessione vera immagine della celeste, nella carità, nella prosperità, nella pace. Gloria al Padre al Figlio e allo Spirito Santo come era in principio ora e sempre nei secoli dei secoli. Così sia. Novena a Santa Caterina da Siena, oggi 21 aprile 2020 è il 2° giorno di preghiera Santa Caterina da Siena NOVENA – 2° GIORNO. Gloria al Padre al Figlio e allo Spirito Santo come era in principio ora e sempre nei secoli dei secoli. La completezza dell'Informazione è nell'interesse di tutti. A noi è sufficiente amare Gesù per essere riamati”, Per il mese di novembre “la coroncina dei 100 requiem”. Pater; Ave; Gloria. Chi era Santa Caterina da Siena (1347-1380, Siena), oggi Dottore della Chiesa? Sono numerosissimi gli istituti religiosi, in tutto il mondo, dedicati e intitolati alla Beata Vergine del Rosario. Amen. O eroica e santa messaggera di unione e di pace, che restituisti al seggio apostolico romano il successore di Pietro, proteggilo e consolalo, nella sua paterna e universale sollecitudine, per la salvezza e per la pace dei popoli; e ravviva, conserva ed accresci, in noi e in tutti i fedeli cristiani, l’affetto e la sommissione per lui e per l’ovile di Cristo. gran Santa, per cui poteste servire con molte lettere di consigliera Quest’ultima fonde tradizione monastica cristiana e orientale. Così sia. Secondo giorno. Tu sola puoi ottenermela: Tu che sei l’unica speranza mia, la mia consolazione, la mia dolcezza, la vita mia. divin vostro Sposo, oltre la famigliarità di parlare e trattare con i Secondo giorno visitarci, affinché, dopo avere portata la mortificazione di Cristo vostra carne con tre discipline ogni giorno, otteneteci, vi preghiamo, necessaria somiglianza con il nostro esemplare crocifisso. Anzi Tu stessa ai dì nostri operi continui prodigi per chiamare i tuoi figli a onorarti nel Tempio di Pompei. Nonostante Santa Caterina avesse imparato a scrivere molto tardi, i suoi messaggi arrivarono a Re, a Papi, a Generali, a religiosi, a donne e a detenuti. Ma non sei Tu la Speranza di chi dispera, la Madre di Gesù, unico mediatore tra l’uomo e Dio, la potente nostra Avvocata presso il trono dell’Altissimo, il Rifugio dei peccatori ? Pater; Ave; Gloria. per la gloria con cui soffriste i tormenti più spaventosi, otteneteci O Vergine Immacolata, Regina del Rosario, in questi tempi di morta fede e di empietà trionfante hai voluto piantare il tuo seggio di Regina e di Madre sull’antica terra di Pompei. voto irrevocabile, e col radervi il capo, con il gemere, col sospirare, Amen. L’incipit della Novena invoca “O Vergine Immacolata e Regina del Santo Rosario” che apparì a Napoli nel mese di marzo del 1884 in casa del Commendatore Agrelli. VIII. O Santo sacerdote di Dio e glorioso Patriarca San Domenico, che fosti l’amico, il figliuolo prediletto e il confidente della celeste Regina, e tanti prodigi operasti per virtù del S. Rosario; e tu, Santa Caterina da Siena, figliuola primaria di quest’ordine del Rosario e potente mediatrice presso il trono di Maria e presso il Cuore di Gesù, da cui avesti cambiato il cuore: voi, Santi miei cari, guardate le mie necessità e abbiate pietà dello stato in cui mi trovo. O Dio, vieni a salvarmi. Madre e Regina del Santo Rosario di Pompei, non più tardare a stendermi la mano tua potente per salvarmi: chè il ritardo, come vedi, mi porterebbe alla rovina. Deh! Pregate per me la madre del Rosario ed il Figliuolo Divino, giacchè ho gran fiducia che per mezzo vostro ho da conseguire la grazia che tanto desidero. O sposa del Cristo, fiore della Patria nostra, Angelo della Chiesa, sii benedetta. Per Cristo Nostro Signore. solleva gli uomini alla sfera degli Angeli e li rende l’oggetto più caro E là, di fronte alla città ed all’anfiteatro ove regna silenzio e rovina, Tu come Regina delle Vittorie, levasti la tua voce potente per chiamare d’ogni parte d’Italia e del mondo cattolico i devoti tuoi figli ad erigerti un Tempio. La tradizione liturgica raffigura la Beata Vergine del Rosario di Pompei in un dipinto che attira ogni anno nella famosa cittadina campana un fortissimo flusso di pellegrini cattolici. Mostrati a me come a tanti altri vera Madre di misericordia: “Monstra te esse Matrem”; mentre con tutto il cuore Ti saluto e Ti invoco mia Sovrana e Regina. Per invocare le grazie per i casi più disperati la novena alla Madonna del Rosario di Pompei deve essere recitata il 7 ottobre: il culto e la devozione alla Beata Vergine è molto antico e risale all’epoca dell’istituzione dei domenicani (XIII secolo). O celeste Patrona d’Italia, difendi, soccorri e conforta la tua Patria e il mondo. vita e nell’altra la beatitudine promossa ai veri mansueti e ai veri Chi era Santa Caterina da Siena (1347-1380, Siena), oggi Dottore della Chiesa? O Vergine e Regina del santo Rosario, Tu che sei la Figlia del Padre Celeste, la Madre dei Figliuol divino, la Sposa dello Spirito Santo; Tu che tutto puoi presso la Santissima Trinità, devi impetrarmi questa grazia tanto a me necessaria, purché non sia di ostacolo alla mia salvezza eterna. Da quel trono ove regni pietosa, rivolgi, o Maria, anche sopra di me gli occhi tuoi benigni, ed abbi pietà di me che ho tanto bisogno del tuo soccorso. Pietà di me, o Signora, pietà di me che sono oltremodo ripieno di miseria e di umiliazioni. Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. Orsù dunque, avvocata nostra, rivolgi a noi gli occhi tuoi misericordiosi. Ma Tu sei Speranza di chi dispera, grande Mediatrice tra l’uomo e Dio, potente nostra Avvocata presso il trono dell’Altissimo, Rifugio dei peccatori! preghiamo, la grazia d’essere anche noi egualmente forti contro gli Tu dunque vuoi tergere le nostre lacrime, vuoi lenire i nostri affanni! Prostrata ai piedi del tuo trono, o grande e gloriosa Signora, l’anima mia Ti venera tra gemiti ed affanni ond’è oppressa oltre misura. Sotto la tua protezione, siano posti i figli e le figlie d’Italia, i nostri travagli e le nostre speranze, la nostra fede e il nostro amore; quell’amore e quella fede che ti fecero immagine di Cristo crocifisso, nello zelo intrepido per la Santa Chiesa. Signore, vieni presto in mio aiuto. virtù della purità, per cui di otto anni vi consacraste al Signore con III. necessità ed a perdonare generosamente, anzi ricambiare con benefici, Tu già promettesti a S. Domenico che chi vuole le grazie con il tuo Rosario le ottiene; ed io col tuo Rosario in mano oso ricordarti , o Madre, le tue sante promesse. noi saldi di mente, di cuore e di costume, o di aborrire con odio sommo Te la domando per il Cuore tuo dolcissimo, nel Nome tuo glorioso, o Maria, Stella del mare, Signora potente, Madre di dolore, Porta del Paradiso, Madre di ogni grazia. fabbricarvi una tal solitudine nel vostro cuore da aver sempre la mente ascriveste a gran ventura il soffrire nelle invisibili stimmate tutti i I suoi scritti, oggi, sono un esempio di prosa italiana del trecento. Tu stessa operi continui prodigi per chiamare i tuoi figli ad onorarti nel tempio di Pompei. noi egualmente pronti a soccorrere il nostro prossimo in ogni sua Tu mi hai da salvare. Per quello spirito di penitenza che voi aveste, o gran Santa, fin desideri smoderati dei nostri sensi, affine di aver anche noi la occupata da pensieri di Paradiso, otteneteci, vi preghiamo, la grazia di in essa metteste tutte le vostre delizie, e con l’angelica salutazione Per quel lume soprannaturale, cui foste miracolosamente dotata, o E così è veramente: perché in sé non ha avuta la vita della carità, e attendettesolo alla loda e alla gloria propria, e non del Nome di Dio. L’Oms boccia i guanti. Quaresima fino al giorno dell’Ascensione senza cibarvi di altro che PREGHIAMO O Dio, il tuo unico Figlio ci ha acquistato con la sua vita, morte e risurrezione i beni della salvezza eterna: concedi anche a noi che, venerando questi misteri del Santo Rosario della Vergine Maria, imitiamo ciò che contengono e otteniamo ciò che promettono. Apri un sito e guadagna con Altervista - Disclaimer - Segnala abuso - Notifiche Push - Privacy Policy - Personalizza tracciamento pubblicitario. Là Tu come Regina delle Vittorie levasti la tua voce potente per chiamare d’ogni parte d’Italia e del mondo i devoti tuoi figli ad erigerti un tempio. Al Santuario sono annesse numerose opere caritative, tutte ideate da Bartolo Longo, che la Chiesa onora come Beato dal 1980. Prima di cominciare la Novena, pregare Santa Caterina da Siena che si degni di recitarla insieme con noi. rigettaste in progresso le più onorevoli offerte di vantaggiosissimo Mostrati anche a me, come a tanti altri ti sei dimostrata, vera Madre di misericordia : mentre io con tutto il cuore Ti saluto e Ti invoco mia Regina del Santo Rosario. Tutti i contenuti pubblicati su lalucedimaria.it sono proprietà dei rispettivi autori o publisher, Arrestata “mamma Isis”. ottenere da loro la tanto sospirata ripristinazione della Santa Sede in In queste angustie ed agitazioni in cui mi trovo, io alzo confidente gli occhi a Te, che Ti sei degnata di eleggere per tua dimora le campagne di poveri e abbandonati contadini. Studentessa cristiana di 22 anni violentata e uccisa. fedeltà il crescere sempre ogni giorno nell’amore divino, fino a
2020 novena santa caterina da siena secondo giorno