Muharrem Ince, il principale candidato dell’opposizione riconosce la sconfitta rispetto ad una competizione impossibile. La Turchia potrebbe essere tentata, nel medio periodo, dall’abbandonare la Nato e dallo stipulare una serie di accordi di cooperazione militare con le nazioni vicine, tra le quali c’è anche l’Ucraina. Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati. Ciao amici, oggi parleremo dei lupi grigi nordoccidentali. Vincono i Lupi grigi. La Francia ha messo al bando i Lupi grigi. Secondo Darmanin, le cui parole sono riportate da Yahoo News, i Lupi Grigi “sono un gruppo particolarmente aggressivo che merita di essere sciolto”. La crescente rivalità tra Francia e Turchia si inserisce in un contesto geopolitico che coinvolge il Mediterraneo, l’Africa e il Medio Oriente. I Lupi Grigi sono un’organizzazione turca di destra radicale ed islamista affiliata al Partito del Movimento Nazionalista, già alleato del Partito della Giustizia e dello Sviluppo guidato da Recep Tayyip Erdogan. Erdogan dovrà essere particolarmente abile nel riuscire a costruire un legame, seppur interessato, con Mosca sfruttando anche il peso specifico delle forze armate turche e la comune antipatia nei confronti di alcune Cancellerie Occidentali. Nell’Assemblea di Ankara (così si chiama il loro parlamento) riesce a mantenere la sua presenza, oltre l’assurdo sbarramento al 10%, la formazione filo curda di Selahattin Demirtas, leader in carcere, con una settantina di deputati e calmando la situazione nel Kurdistan turco -valutazione di molti analisti- pronto a scendere nelle strade per contestare i risultati. I Lupi Grigi in Turchia oggi, dalla clandestinità all’elevazione a potere dello Stato autoritario di Erdogan. Il presidente turco İ smet İ nönü, preoccupato per l’eccessivo avvicinamento dei panturchisti ai nazisti tedeschi, liquidò il movimento facendone processare i vertici nel 1944, anno in cui rinacque la sempre effimera Repubblica Islamica del Turkestan Orientale. Francia, al bando il movimento ultranazionalista turco dei Lupi grigi: una mossa di Macron contro Erdogan dalla nostra corrispondente Anais Ginori Il presidente francese Macron (reuters) Macron aveva parlato delle restrizioni dopo l’uccisione di Samuel Paty, l’insegnante di scuola media decapitato il 16 ottobre nella periferia nord di Parigi, dopo che aveva mostrato vignette satiriche sul profeta Maometto durante una lezione sulla libertà d’espressione. I membri del gruppo negano che quest’ultimo abbia una connotazione politica e ritengono invece che abbia finalità culturali ed educative. Erdogan vince grazie ai Lupi grigi (quelli di Ali Agca, l’attentatore di Papa Woytjla). Andrea Walton Il bando, che dovrà essere adottato nel corso di una riunione di gabinetto che si svolgerà mercoledì, renderà illegale (e passibile di multe o denunce) ogni attività svolta dal gruppo sul suolo francese. Nell’autocrazia turca, frammenti di cultura democratica. La decisione verrà ufficializzata mercoledì dopo l’approvazione del Consiglio dei ministri: qualsiasi attività o riunione dei “Lupi grigi” potrebbe portare a multe o al carcere. Lo sfidante laico ha superato comunque il 30%: un risultato che il suo Chp non toccava dagli anni Settanta. Controlla la tua mail per confermare la tua iscrizione. I Lupi Grigi sono stati fondati dal Colonello Alparslan Türkeşalla fine degli Anni Sessanta e sono divenuti piuttosto noti negli anni Settanta, quando si sono contrapposti ai movimenti di sinistra e sono stati coinvolti nelle violenze politiche che affliggevano la Turchia. Il gruppo dei “Lupi grigi” è considerato dalle autorità francesi responsabile degli incidenti della scorsa settimana tra le comunità turche e armene a Décines-Charpieu, vicino a Lione. Nel fine settimana il memoriale del genocidio armeno di Décines-Charpieu è stato imbrattato con la sigla dei “Lupi grigi” e le lettere RTE, le iniziali del presidente turco Recep Tayyip Erdogan. - P.IVA 05524110961, le cui parole sono riportate da Yahoo News. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati, Afghanistan guerra persa, e l’America torna a casa litigando, I fondi-Covid europei bloccati dal ricatto di Polonia e Ungheria a coprire i loro autoritarismi, Bosnia, a 25 anni dalla guerra perdono i partiti dei reduci ma ancora non basta, Dottrina Macron: non tutto ma di tutto e spesso il contrario di tutto, Facebook e democrazia: l’algoritmo autoritario a delazioni organizzate, Covid: altro vaccino ‘efficace al 94.5%’. Sulla rete pubblica Trt (la Rai turca), Erdogan ha avuto di 181 ore di trasmissione, 66 ore sul canale in lingua curda. Sullo sfondo, in futuro, potrebbe esserci spazio anche per la Repubblica popolare cinese. Il memoriale è stato imbrattato da una serie di graffiti tra i quali ci sono la firma dei Lupi Grigi e le iniziali del Presidente turco Recep Tayyip Erdogan. Non ce la fatta invece il nuovo ‘Partito Buono’, conservatore, della signora Meral Aksener, sfidante della destra laica all’autocrate ex alleato. Ihlan Tasci, esponente dell’opposizione nel Consiglio supremo per la radiotelevisione, organo che in Turchia si limita a registrare le presenze  politiche in televisione, senza possibilità di intervento o censure. L'ora o la data visualizzate si riferiscono al momento in cui l'articolo è stato aggiunto o aggiornato in Libero 24x7. La minaccia dei nazionalisti turchi di Sakine K. Qualche giorno fa Repubblica, in un "memorabile" reportage da una Turchia in fiamme, diffondeva l'immagine di alcuni manifestanti turchi “che protestavano contro le violenze dei ribelli curdi”. Da due anni stato di emergenza e leggi speciali del dopo golpe fallito, decine di migliaia di oppositori ‘sospetti golpisti’ in carcere, monopolio assoluto dell’informazione, potere quasi assoluto gestito con prepotente arroganza, e da adesso sarà ancora più e peggio. Le tensioni sono tornate a crescere nelle ultime settimane in seguito all’uccisione e decapitazione dell’insegnante francese Samuel Paty, avvenuta a Parigi ed alla vicenda delle vignette pubblicate sul settimanale Charlie Hebdo. La Turchia, nel mese di giugno, aveva inoltre accusato la Francia di aver appoggiato le forze del generale Khalifa Haftar in Libia e di aver violato quanto deciso dall’Alleanza Atlantica e dalle Nazioni Unite. In coda il candidato Hdp Selahattin Demirtas (in carcere): 32 minuti per lui, e neanche uno in lingua curda. Nell’analisi dei rapporti tra i Lupi Grigi, e quindi l’MHP, e lo Stato turco il primo elemento da tenere presente è che nella storia recente della Turchia l’MHP è stata una costante, una sensibilità politica sempre presente. Convocate in stato d’emergenza e di guerra aperta ai confini del paese, la Nato, un’Alleanza che da tempo va stretta al Reìs, l’Unione europea che ha fatto di Erdogan il guardiano di tre milioni di profughi. Media privati: si stima che oltre il 90% dei media ormai sia legato a Erdogan. Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. «Insomma, se la Turchia non si dà una mossa, presto le piazze potrebbero tornare a riempirsi non di elettori, ma di rivoltosi». Scrivi qui il tuo indirizzo. Vicino agli ex lupi grigi nazionalisti ora alleati di Erdogan. Diverse migliaia dei suoi membri si sono schierati con l’Azerbaigian nel corso della guerra del Nagorno Karabakh e con i Ceceni nell’ambito del conflitto con la Federazione russa. Tutti i diritti riservati, Agenzia di stampa quotidiana. Il ‘Partito del Bazar’, lo chiama Piero Orteca, gli imprenditori che devono fare i conti con una Lira turca fluttuante e sempre più deprezzata, un rischio-Paese incalzante (i tassi a tre mesi arrivano oltre il 19% e i bond decennali superano il 17%) e con un bilancio import-export in profondo rosso per quasi 90 miliardi di dollari. Emmanuel Macron è il solo capo di stato europeo a tener testa a Erdogan. Ma nel frattempo, abbuiamo visto, la maggioranza della Turchia fortemente nazionalista, sceglie di scommettere ancora una volta sull’usato sicuro. Erdogan vince grazie ai Lupi grigi (quelli di Ali Agca, l’attentatore di Papa Woytjla). Particolarmente popolare divenne la sua trilogia dei Lupi grigi 20. La Francia mette fuori legge i "Lupi grigi" affiliati al partito nazionalista alleato di Erdogan Download Roma, 05 nov 13:07 - (Agenzia Nova) - La messa al bando in Francia del movimento turco dei “Lupi grigi” alza nuovamente il livello dello scontro tra Parigi e Ankara. Le mémorial du génocide arménien près de Lyon tagué d'inscriptions pro-Turquiehttps://t.co/VikrBdiXgh pic.twitter.com/bOeeGm9wQF. Questi grandi predatori sono stati reintrodotti nel parco dello Yellowstone dopo settant' anni dalla loro scomparsa. Ma pure la Russia e l’Iran seguono con grande attenzione gli sviluppi -annota Alberto Negri su Il Manifesto- Mosca e Teheran, il patto con Ankara per tenere sotto controllo i jihadisti, contenere la presenza americana e occidentale e mantenere al potere Assad. La decisione del governo francese è stata presa in una fase di forte tensione fra Francia e Turchia, dopo che il presidente turco Recep Tayyip Erdogan aveva insultato quello francese Emmanuel Macron per le misure restrittive contro individui e organizzazioni legate all’Islam radicale. Nel fine settimana il memoriale del genocidio armeno di Décines-Charpieu è stato imbrattato con la sigla dei “Lupi grigi” e le lettere RTE, le iniziali del presidente turco Recep Tayyip Erdogan. Erdogan ha recentemente promosso il boicottaggio dei prodotti commerciali francesi ma probabilmente ha in serbo altre mosse. Mercoledì scorso la polizia è intervenuta nella città, dove vive una grande comunità armena, per impedire a 250 membri della comunità turca di aggredire gli armeni. Il rischio, però, è quello di irritare la Federazione Russa, da sempre attenta ad ogni sviluppo dell’area post-sovietica. e-mail redazione@agenzianova.com - Privacy/Cookie Policy, Speciale energia: Imprese, Eni prima società nell’indice su diritti umani del Corporate human right benchmark, Speciale energia: Gava (Lega) su Tap, per colpa M5s perso tempo, risparmi e vantaggi, Spagna: al via a Madrid dal 26 novembre la 13ma edizione del Festival del Cinema italiano, Covid: Putin, preoccupa aumento della mortalità in Russia, Speciale energia: India-Kazakhstan, consultazioni politica estera, firmato protocollo su progetti di sviluppo, Speciale energia: Emirati, a ottobre accordo Opec+ rispettato al 126 per cento, Speciale energia: ministro Petrolio egiziano, a breve esiti gara per estrazione dell'oro, Speciale energia: l’Algeria intende prolungare tagli a produzione petrolio, Speciale energia: Spagna, Endesa lancia progetto per produrre "miele solare" in 2 impianti vicino Siviglia, Speciale energia: Iberdrola firma con Bayer accordo decennale per la fornitura di elettricità rinnovabile, Coronavirus, un bilancio a tre mesi dall'inizio dell'epidemia, Azerbaigian, tra energia e multiculturalismo. ... Devlet Bahceli, che in Parlamento sostiene l'Akp del presidente Recep Tayyip Erdogan e da tempo premeva per un'amnistia. Francia, al bando il movimento ultranazionalista turco dei Lupi grigi: una mossa di Macron contro Erdogan. Parigi aveva reagito con una certa veemenza ed il Ministro della Difesa aveva parlato di “un problema turco” da affrontare in seno alla Nato. I Lupi Grigi (Bozkurtlar in turco, noti col nome ufficiale di Ülkücüler, Idealisti) sono un movimento estremista nazionalista turco che ha tra i suoi fondamenti ideologici l'ideale del panturchismo (o turanismo, cioè l'unione di tutte le popolazioni di cultura turca), la xenofobia nei confronti delle minoranze etnico-religiose in Turchia e un generale atteggiamento militarista e parafascista. «Nella politica degli equilibri tra gli tre ex Imperi, persiano, russo e ottomano, Erdogan è diventato un attore protagonista che tiene in scacco Occidente e Oriente». Nel decreto viene sottolineato che il gruppo incitava alla discriminazione, all'odio e alla violenza contro persone di origine curda o armena, come è… Le elezioni erano state inizialmente fissate per novembre 2019, ma lo scorso aprile Erdoğan aveva convocato le elezioni anticipate sostenendo che sarebbero servite a dare una più rapida ed efficace applicazione al nuovo sistema presidenziale che la Turchia ha adottato formalmente con il referendum dell’aprile 2017. Muharrem Ince del partito repubblicano Chp: meno di 16 ore. Meral Aksener del partito di destra Iyi: tre ore. Erdoğan è allo stesso tempo il presidente più popolare e divisivo della storia turca, come ha dimostrato lo stesso referendum costituzionale con il quale ha aumentato i propri poteri, approvato oltre un anno fa con il 51,4 per cento dei consensi, e che seguì il tentato colpo di stato del luglio del 2016. Lascia un commento Navigazione articolo ← Precedenti Successivi → Per riuscirci Erdogan deve promuovere una strategia geopolitica originale, che non può non essere legata ad un allontanamento dall’Occidente. Direttore responsabile Enrico Singer. Aggiungi il permalink ai segnalibri. Lo scontro tra Emmanuel Macron e Recep Tayyip Erdogan si è presto spostato sul piano personale, con accuse dirette, anche molto pesanti,  che non potranno non pesare sul futuro dei rapporti. Nel corso dei primi anni ’90 hanno allargato la propria sfera d’azione fino ad includere alcuni Stati dell’ex Unione sovietica popolati da turchi o musulmani. Senza di loro, l’esito sarebbe stato rovesciato. Erdogan telefona agli “eroi” di Vienna: “Grazie per il vostro coraggio” La mossa del leader turco accarezza l’orgoglio degli espatriati e lancia un segnale al governo austriaco. Francia, al bando il movimento ultranazionalista turco dei Lupi grigi: una mossa di Macron contro Erdogan La Repubblica - 4-11-2020 La Francia mette al bando l'organizzazione nazionalista turca dei lupi grigi Anche se ormai Erdogan gioca col fuoco, con il ‘sistema Erdogan’ -delirio di cementificazione lo chiama Negri- che sembra essere andato in crisi. Lunedì il ministro dell’Interno francese Gerald Darmanin ha annunciato che il movimento ultranazionalista turco dei “Lupi grigi” verrà dichiarato illegale in Francia. Non è un mistero, infatti, che la Turchia aspiri a trasformarsi in una grande potenza regionale in grado di esercitare un’influenza considerevole sul Medio Oriente e di contrapporsi tanto a Tel Aviv quanto all’Arabia Saudita. NON seguire questo link o sarai bannato dal sito. Mauro Zanon . © 2000 - 2020 Agenzia Nova. Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Do il mio consenso affinché un cookie salvi i miei dati (nome, email, sito web) per il prossimo commento. Nel decreto viene sottolineato che il gruppo incitava alla discriminazione, all'odio e alla violenza contro persone di origine curda o armena, come è… ... Francia, al bando il movimento ultranazionalista turco dei Lupi grigi: una mossa di Macron contro Erdogan, La Francia mette al bando l'organizzazione nazionalista turca dei lupi grigi, 'Non sarà il medioevo di Viganò a sconfiggere le tenebre', Lo schiaffo di Macron a Erdogan: i lupi grigi saranno fuori legge, Il gruppo ultranazionalista turco dei "Lupi grigi" diventerà illegale in Francia. Il progetto della Nuova Via della Seta, rallentato a causa della pandemia, potrebbe rivelarsi una ghiotta occasione per rinsaldare i legami. Turchia ‘democratura’, con Erdogan tra democrazia e dittatura, Perché la Turchia conta (e fa paura) più di prima, Ue, Conte oltre gli strepiti di Salvini e braccio di ferro Lifeline, Operazioni Olocausto, infiltrato Pci nelle BR e il generale Dalla Chiesa, Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. Erdogan balla coi lupi (grigi). Le relazioni bilaterali tra Francia e Turchia sono ormai ai minimi termini. «La competizione non è stata equa, ma accetto la sconfitta». Da due anni stato di emergenza e leggi speciali del dopo golpe fallito, decine di migliaia di oppositori ‘sospetti golpisti’ in carcere, monopolio assoluto dell’informazione, potere quasi assoluto gestito con prepotente arroganza, e da adesso sarà ancora più e peggio. Se continui ad utilizzare questo sito, cliccando su un link o scrollando questa pagina, noi assumiamo che tu ne sia consapevole. I Lupi Grigi sono un’organizzazione turca di destra radicale ed islamista affiliata al Partito del Movimento Nazionalista, già alleato del Partito della Giustizia e dello Sviluppo guidato da Recep Tayyip Erdogan. Questa voce è stata pubblicata in Scritti da Aramcheck, Voci dal satellite con tag Davutoğlu, doenetsk, erdogan, lupi grigi, putin, s-400, ucraina. Ad annunciare questo nuovo sviluppo, destinato a far crescere ulteriormente le tensioni con Ankara, è stato il Ministro dell’Interno Gerald Darmanin. I campi obbligatori sono contrassegnati *. Alcuni esperti ritengono che siano stati  responsabili della maggior parte delle uccisioni e delle violenze commesse in quel periodo turbolento e per alcuni sono un vero e proprio gruppo terroristico. 5 novembre 2020. Si era inoltre registrata una forte tensione, nel Mar Mediterraneo, tra le forze navali dei due Stati. E l’opposizione? Una mossa importante e inevitabile: la Francia ha messo ufficalmente al bando l'organizzazione nazionalista turca dei "Lupi grigi", su decisione adottata in Consiglio dei Ministri dal presidente ... ...anche dalla storiografia il ruolo delle logge che - in, Lunedì il ministro degli Interni francese Gerald Darmanin ha annunciato che il movimento ultranazionalista turco dei ", Gli articoli sono stati selezionati e posizionati in questa pagina in modo automatico. Il nuovo Partito Buono, conservatore, della signora Meral Aksener, non raggiunge il risultato. I turchi sono stati multati per mancato rispetto del coprifuoco per il coronavirus. Basilea I lupi grigi fascisti in sostegno di Erdogan: la polizia svizzera vieta l'incontro A Reinach organizzato un evento culturale dietro il quale si nascondevano gli estremisti. Redazione Via Parigi 11, 00185 Roma. Tra i loro obiettivi primari ci sono le minoranze etniche non turche come quelle dei Greci e degli Armeni. Ogni giorno nella tua email gli articoli di Remocontro. La decisione è stata assunta in seguito ad un atto vandalico che ha colpito un memoriale del genocidio armeno situato nella città di Lione. Fauci: ‘Dati straordinari’. I due Paesi hanno interessi contrapposti in diversi ambiti geopolitici. Tutto il mondo a guardare, in molti a sperare in una sconta che non c’è stata. Pechino ha investito tre miliardi di dollari in Turchia tra il 2016 ed il 2019 ed è il secondo più grande importatore di prodotti turchi dopo la Russia.
2020 lupi grigi erdogan