Gli ammalati stazionavano, fino alla fine dei loro giorni o della loro guarigione, nel Lazzaretto Vecchio, mentre i sopravvissuti e coloro che erano entrati in contatto con persone contagiate dovevano precauzionalmente soggiornare nel Lazzaretto Nuovo per un periodo di quarantena. Verifica dell'e-mail non riuscita. Per affrontare la malattia portata dai ratti delle navi mercantili, Venezia istituì misure precauzionali, trasformando gli edifici in ospedali, e perciò la scena potrebbe essere la raffigurazione del Lazzaretto Nuovo o del Lazzaretto Vecchio, entrambi costruiti sulle isole della laguna fin dal 1423. Perchè si tratta fondamentalmente di un argomento affascinante, nuovo, non troppo conosciuto ossia non più cosa un artista abbia prodotto bensì come, con quali materiali. Curata da Giulia Germinario, Maria Carmela Miccardi (alias me medesima) e Viria Rescina in veste di collaboratrici del Museo di Scienze della Terra dell’Università degli Studi di Bari “Aldo Moro”, quest’esposizione sarà visitabile sino al 20 novembre 2010. Jacopo Robusti detto il Tintoretto, nato nel 1518 e morto nel 1594 a Venezia, è considerato l'ultimo dei pittori veneziani cosiddetti dell'età eroica. Hey there! Tintoretto – olio su tela, 1549. Modifica ), Mandami una notifica per nuovi articoli via e-mail. Modifica ), Stai commentando usando il tuo account Google. Cultura, storia, attualità e curiosità sempre protagoniste. San Rocco risana gli appestati, (Ο Άγιος Ρόκκο θεραπεύει τους πανωλόβλητους) 1549, Βενετία, Ναός του San Rocco Ritratto del Procuratore Jacopo Soranzo , 1550' Βενετία , Πινακοθήκη της Ακαδημίας * Subscribe now to view details for this work, and gain access to over 10 million auction results. Riprova. Credo che la mia mancanza di memoria stia raggiungendo limiti storici preoccupanti…. Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. …e poi un giorno ti accorgi che sono passati dieci anni…. Realizzata nel 1549 dal pittore veneziano Jacopo Robusti (1518-1594) – detto ‘Tintoretto’ per il mestiere del padre, tintore di tessuti – San Rocco che risana gli appestati è la prima delle quattro tele eseguite per il presbiterio della Chiesa di San Rocco. ( Chiudi sessione /  Più in fondo, immerse nell’oscurità, alcune figure illuminate soltanto dalla flebile candela appesa alla parete, si apprestano a tumulare un morto. Description: Tale lavoro è stato presentato lo scorso 16 ottobre presso la Pinacoteca Provinciale di Bari insieme al volume (Il Tintoretto ritrovato, ed. Per informazioni sulla Pinacoteca (ubicazione, orari di visita etc.) Al centro di essa, San Rocco, con la testa illuminata dal nimbo raggiante, unica vera luce nelle tenebre, unica vera speranza contro la peste, si piega per benedire con il tocco della mano la piaga di un malato, per una delle sue miracolose guarigioni. … è una finestra sul mondo della prevenzione e della salute cardivascolare… e non solo! ( Chiudi sessione /  pensieri e parole, immagini, colori, note, arte…. All rights reserved. Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. E’ possibile vedere alcuni tra i materiali più cari al Tintoretto, ossia pigmenti naturali, di origine organica e non, oltre che sostanze di natura sintetica ampiamente usate ai tempi del pittore, materiali impiegati a scopo protettivo etc. San Rocco risana gli appestati (Jacopo Tintoretto, 1518 - 1594) » Torna alla Galleria. Sono inoltre presenti dei poster esplicativi in grado di soddisfare la vostra curiosità. See our Privacy Policy for more information about cookies. Inserisci il tuo indirizzo e-mail per iscriverti a questo blog e ricevere notifiche di nuovi messaggi per e-mail. Modifica ), Stai commentando usando il tuo account Twitter. La morte nera giunse a Venezia nel 1348 dalla Dalmazia, attraverso le imbarcazioni mercantili, trasportate da marinai contagiati, che si mescolarono incoscienti tra la popolazione e ne provocarono il contagio di quasi il 70%. Il Credito al Consumo come alleato. L'articolo non è stato pubblicato, controlla gli indirizzi e-mail! La cronaca ai nostri giorni, San Rocco e gli appestati: analisi e materiali, Barletta: Notte Bianca della Disfida 2010, Giornalismo o reality??? Tintoretto infonde la scena con due distinte fonti luminose, una reale, nella torcia fiammeggiante nel mezzo del dipinto, l’altra apparentemente soprannaturale, nel fascio di luce che inonda i pazienti sofferenti in primo piano. Mobilità ciclistica e fitness con la tecnologia digitale, Acquistare una bici è investire in salute. La scienza a supporto della prevenzione ed educazione alla salute del cuore, 307 x 673 cm, Chiesa di San Rocco, Venezia. Le figure femminili ai lati della composizione sono probabilmente delle prostitute assoldate in tempi di crisi per l’assistenza agli ammalati. Crea un sito o un blog gratuito su WordPress.com. Powered by Mario Gentili - SPELS © All rights reserved. Realizzata nel 1549 dal pittore veneziano Jacopo Robusti (1518-1594) – detto ‘Tintoretto’ per il mestiere del padre, tintore di tessuti – San Rocco che risana gli appestati è la prima delle quattro tele eseguite per il presbiterio della Chiesa di San Rocco. La Scuola Grande di San Rocco, fondata nel 1478 da una confraternita laica impegnata nella lotta contro la pandemia, è il luogo di sepoltura del santo francese, che divenne protettore sin dal Medioevo dello stesso male di cui morì ed al quale gli appestati si rivolgevano, invocando sollievo e guarigione, anche se ‘ci si ammalava senza una ragione ed ugualmente si guariva’. Inoltre non dimentichiamo che questa può essere un’occasione per conoscere o per riscoprire le bellezze della Pinacoteca di Bari e per renderci conto di quali e quante opere artistiche dimorino sotto i cieli di Puglia. ( Chiudi sessione /  Questo approccio sarà un elemento distintivo dello stile maturo del maestro, che sperimentò, attraverso piccoli modelli di cera collocati su un palcoscenico, la composizione e gli effetti di luce ed ombra. : http://s2ew.provincia.ba.it/pls/provinciaba/consultazione.mostra_pagina?id_pagina=129. Come in molte sue opere, raffigura in primo piano un pavimento libero ed in prospettiva, che si apre su un’ampia scena, limitata da due donne ai lati, con la funzione di raccorciare la distanza visiva tra lo spettatore ed il fulcro della scena rappresentata, aiutandolo a introdurre il suo sguardo all’interno di essa. artnet and our partners use cookies to provide features on our sites and applications to improve your online experience, including for analysis of site usage, traffic measurement, and for advertising and content management. It shows his apotheosis. Questa dura lezione impartita ai Veneziani ed una ormai consolidata esperienza nella gestione sanitaria dell’infezione, evitò ulteriori epidemie nella Serenissima, ciò che purtroppo non avvenne in altre città e porti d’Europa. San Rocco risana gli appestati. Qualche buona ragione per andare a visitarla? Sulla sua tomba a Voghera cominciò subito a fiorire il culto al giovane Rocco, pellegrino di Montpellier, amico degli ultimi, degli appestati e dei poveri. L’opera, San Rocco e gli appestati, è un olio su tela di notevoli dimensioni (un classico nell’opera di quest’artista) in cui emergono i tratti caratteristici dell’opera di questo pittore, in grado di sorprendere per gli splendidi giochi di luce ricreati nel dipinto. La seconda ondata pestilenziale si presentò nel 1423 e per tre mesi si registrarono circa quaranta decessi al giorno. Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso: Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. San Rocco risana gli appestati (1549) Olio su tela, 307x673 cm Chiesa di San Rocco, Venezia La datazione del dipinto è attestabile su base doqumentaria al 1549 ed è citato con lode da Giorgio Vasari nella seconda edizione delle Vite edita nel 1568. Tintoretto, San Rocco risana gli appestati – Chiesa di San Rocco, su venicecafe.it. Probabilmente non tutti sanno che presso la Pinacoteca Provinciale di Bari Corrado Giaquinto è possibile ammirare l’unico dipinto sopravvissuto in Puglia di Jacopo Robusti, meglio noto come Tintoretto, illustre artista del ‘500 italiano. Il perchè di questa constatazione è presto detto: mi sono resa conto di non aver “sponsorizzato” abbastanza qualcosa in cui sono stata coinvolta in prima persona e che ritengo valga la pena conoscere. Modifica ), Stai commentando usando il tuo account Facebook. See you around! Chiesa di San Rocco . URL consultato il 15 giugno 2019 . [10] {San Rocco in Gloria, 1564, oil on canvas, 240 x 360 cm, ceiling decoration in the Sala dell'Albergo, Scuola Grande} ©2020 Artnet Worldwide Corporation. Le tele narrano le ultime vicende della vita del santo al quale Venezia si votò per chiedere la grazia nella prima delle grandi epidemie di peste che colpirono la città lagunare. Il pittore aveva ottenuto l’incarico di decorare la Scuola di San Rocco e l’adiacente chiesa. I campi obbligatori sono contrassegnati *. Title: San Rocco risana gli appestati (+ San Rocco confortato da un angelo; 2 works) Medium: oil on canvas Size: 55 x 116 cm. By continuing to use our sites and applications, you agree to our use of cookies. (21.7 x 45.7 in.) Bikeplatinum: l’assicurazione bici che protegge anche dal furto su strada! L’epidemia del Seicento fu anche l’ultima, portò anch’essa morte e disperazione, ma anche un maggior contagio per l’incauto tentativo di nascondere l’epidemia ed evitare l’isolamento commerciale. Nella tela, che costituisce il vero inizio della sua attività per la Scuola, il giovane pittore inaugura una nuova concezione del notturno, suggestivamente rotto da luci artificiali. ( Chiudi sessione /  Jacopo Robusti. Si tratta della prima rappresentazione della peste nell’arte veneta, un’opera straordinaria nella resa drammatica dell’interno del lazzaretto, resa ancor più suggestiva dalla doppia illuminazione, creata sullo sfondo dalle torce ed in primo piano da un fascio di luce irreale, che penetra lateralmente da sinistra. Jacopo Tintoretto (Jacopo Robusti, Venezia 1519-1594) - San Rocco risana gli appestati (1549) , su venetocultura.org . Il Concilio di Costanza nel 1414 lo invocò santo per la liberazione dall'epidemia di peste ivi … Tra il 1575 ed il 1577, su 180.000 abitanti, ne morirono circa 50.000. Marsilio, Venezia 2010) in cui si da una lettura d’insieme dell’opera, dalle note storiche ai risultati delle analisi fino a giungere all’esito dei restauri. {San Rocco risana gli appestati, 1549, 300 x 671 sm, Chiesa di San Rocco a Venezia} Detail of this painting: The Scuola Grande di San Rocco contains only one painting of San Rocco. San Rocco fu sepolto con tutti gli onori. Take a look around and grab the RSS feed to stay updated. Get the latest news on the events, trends, and people that shape the global art market with our daily newsletter. Thanks for dropping by ... DI TUTTO UN PO' ...! Estetica in primo piano: cura del corpo e make up, “Vanità Femminili” e crisi creative varie, Giornalismo o reality??? Ci dispiace, il tuo blog non consente di condividere articoli tramite e-mail. Realizzata nel 1549 dal pittore veneziano Jacopo Robusti (1518-1594) – detto ‘Tintoretto’ per il mestiere del padre, tintore di tessuti – San Rocco che risana gli appestati è la prima delle quattro tele eseguite per il presbiterio della Chiesa di San Rocco. I campioni di minerali utilizzati nell’esposizione sono stati gentilmente prestati dal dipartimento Geomineralogico dell’Università degli Studi di Bari “Aldo Moro”. 307 x 673 cm, Chiesa di San Rocco, Venezia . Quest’opera ha subito nell’arco di un anno un’ operazione di restauro supportata da importanti analisi diagnostiche effettuate da alcuni ricercatori dell’Università di Bari. La cronaca ai nostri giorni. L’opera, San Rocco e gli appestati, è un olio su tela di notevoli dimensioni (un classico nell’opera di quest’artista) in cui emergono i tratti caratteristici dell’opera di questo pittore, in grado di sorprendere per gli splendidi giochi di luce ricreati nel dipinto. DESCRIZIONE: Il grande telero del presbiterio venne commissionato dalla Scuola di San Rocco nel 1549 come parte del progetto di istituzione di un ospedale gestito dalla scuola e osteggiato dai Frari. Ma questa è ormai cosa fatta…. Il motivo di queste righe sul mio piccolo blog è fondamentalmente un altro: in occasione della presentazione del restauro del San Rocco e gli appestati del Tintoretto, è stata allestita presso la Pinacoteca Provinciale un’esposizione delle sostanze naturali impiegate dall’artista, identificate grazie a sofisticate indagini diagnostiche.
2020 le piscine santa maria codifiume