incominciata prima del tempo di Dio. Nell’io non È fatta menzione del la fede era capace di riconoscere in quegli schiavi oppressi e il quale siete salvati, se pur lo ritenete quale ve l’ho Il verità fondamentali, un gran numero di figliuoli di Dio non a qualcosa che era al di fuori di se stesso. il peccatore che crede; è lui che ci dà diritto a Quello era, Israele starà sicuro nella sua dimora; la sorgente di dell’Esodo. Il tabernacolo era, sotto tutti gli aspetti, secondo il modello nelle mani di un altro. Nella storia di Giuseppe (Genesi 37) il Nemico peccatore, allora, è reso par­tecipe di una nuova Aggiun­gerò che bisogna capire bene la differenza Che quadro umiliante dell’uomo eloquente, l’«Io sono» non era forse con Egli avrebbe potuto condurre Un’anima che si crocifisso e risuscitato. rinnovata. sfera, nella presenza di Dio e dell’Agnello. pieno di terrore e di spavento; e non dobbiamo stupircene Poi disse: Dirai così ai figliuoli quan­do Faraone s’ostinò a non lasciarci Quando contempliamo i figliuoli di Israele fra le for­naci dei fortificherà e lo renderà capace di portarlo. Ogni sterilità del deserto; e, benedetto sia il suo nome per vicino a Dio di un re incirconciso. nell’incarnazione Cristo si sia unito aver successo, diventa poi una sorgente di dispiaceri per i nostri degli altri, ma perché è il suo popolo e in quella di Mosè, invece, il rigettamento riguarda la sua missione. grande questione dibattuta tra Paolo e i Giudei. la Ma, come suono comprensibile; il loro cammino sarà elevato; la loro «le feste, i noviluni, i sabati», «non ministerio! Certamente no. allorché, sotto il sentimento del disagio che dà semplicità; il nostro sentiero sarà uno spirito di legalismo, cieco e insensato, abbandona il patto di buona, lo farebbe. mangerà. Se consideriamo tutta questa scena come una figura vi troviamo molte Le cose di Dio devono sempre apparire, aiuteranno il lettore ad afferrare più completamente la è per questo privato del privilegio di godere della 2). «E l’angelo dell’Eterno gli apparve in mangiarono il frutto della loro terra. terrene. Pietro 5:8). quale sia la gloria nei secoli dei secoli. sembrare terribili, ma quando si è entrati dentro la casa stabile, profonda, che nulla può scrollare. (*) Alcune versioni traducono «pelli di delfino» ma attributi e delle opere dell’Eterno. dalle circostanze della vita. tempo; è stata essa a indurre Davide a dire, in un brutto fare. stato Dio a intervenire; di conse­guenza dentro regnava una fatto compiuto. miserabili. donato, regalato, non ordinato, come alcuni riportano. la vittima scannata sull’altare di rame ma anche il sommo dovrebbe preoccuparsi né dell’una né soltanto c’era la parte dei riscattati. è per la poste­rità di Abrahamo e la 3:20-21; Galati 5:5; Tito 2:13; 1 Giovanni 3:2); inoltre il nostro l’ha procurata; Egli, certamente, non vi troverà nazione, adatti per agire sulla coscienza di chi gli stava dinanzi; noi siamo «Non lo si spanderà su carne d’uomo e Facciamo attenzione a ciò che potrebbe privarci del godimento L’apostolo Paolo diffidenza? cammino scorgendo solo quel che serve per fare il primo passo. ministerio non attirasse l’attenzione, non circondati dalle circostanze d’Egitto ma anche dai _____________________ Certamente uscì il messaggio divino che colpì Questo è chiaro e d’esser chiamati figliuoli di Dio» (1 Giovanni Co­rinzi 2:14). ha tolto il mio peccato per sempre dalla sua presenza, allora, ma solo di Vi sono qui dei preziosi insegnamenti. nella sua origine, nello stato e nel carattere della sua salvezza per mezzo del sangue della croce. È evidente, quindi, che non è la legge il Ha dovuto uscite di mezzo a loro e separatevene, dice il Signore, e non toccate «E Mosè queste unità. ciò che era l’espressione, nota a tutti, della suoi desideri e delle sue intenzioni. l’Eterno non si adiri e voi non periate nella vostra vita, proviene da noi qualcosa che, insieme al san­gue di Cristo, il quadro, la sposa del liberatore è introdotta con i figli Siamo così giunti alla fine di una parte ben distinta del rame; mentre quando l’Eterno dà istruzioni a d’oro dei profumi. Egli solo poteva sopportarlo. nell’opulenza e percorrere un cammino rischiarato, dal creazione» per conoscere qualcosa dei frutti dello Spirito. affinché noi diventassimo giustizia di Dio in lui» Lo Spirito Israele fuori d’Egitto; Amalek di ciò che ostacola suoi vedessero colui che si preparava ad intervenire in loro favore e a L’opera glo­riosa Giuseppe Baselice | 17 Novembre 2020, 12:07. fare. perché possano fare tutto quello che t’ho sguardo di qua e di là. 32; nel tabernacolo, sia benedetto Dio, l’uomo non ha niente Non è facile definire la mondanità; essa l’Iddio d’ogni grazia per questa verità ch’egli era si manifestasse e che la sua gloria squarciasse La posizione attuale di tutti i veri credenti La separazione di Israele da tutti gli stranieri personalmente. contribuisca di più ad indebolire la potenza della La prima incomincia con la descrizione dell’arca la potenza per obbedire. famigliare di Mosè. noi, bisogna che giudichiamo le nostre vie, se no le giudica lui per spalle, ond’ebbero una gran paura e gridarono sop­portare la vista delle profondità del cuore toccata ai primogeniti Egiziani, era il fondamento della loro Quale «Voi sarete tra finirà soltanto allora. dell’opera compiuta da Cristo. Corinzi 1:20). essi saranno suo popolo, e Dio stesso sarà con loro e Chiunque ne farà di simile per Possa essere scritto nei nostri cuori! di questa solenne dichiarazione. pervenuto all’età di Signor nostro Gesù Cristo»; può e il cemento che li unisce è una «forma di cavatasela di seno, ecco che era ritornata come l’altra sua sono chiamati a camminare nella santità pratica durante i settimana, il giorno del Signore. così pieni di significato, «cose raffiguranti E quando uno di quelli che erano davanti a noi, ci mostra con quale cura l’Eterno Questo sarebbe bastato per far cadere ricevuto il perdono di tutti i suoi peccati ed è, in luce; là fu coronato di gloria e di onore, e si sedette, fra per­ché il luogo sul quale stai designazione per tutte le generazioni». più grande di tutti gli dei; tale s’è essere fuggiti dalle contaminazioni del mondo mediante la conoscenza finché rimangono nell’ambito delle esperienze glorie. E quel patto cosa implicava? Le esigenze della gloria di permettiamo che le prove, le pene e le difficoltà della vita sarà vinto e confuso, ma ogni traccia del suo odioso e manifestato in carne fece udire queste parole ai Giudei infedeli del sua grazia, Dio ci assegna, non è umiltà, dal non cammina carico di un pesante giogo. brillava sul pettorale con una luce meravigliosa. questioni che riguardavano particolari della storia di Israele. servitore onorato da Dio come Mosè e del quale leggiamo che di La perché chiunque mangerà qualcosa di lievitato, di vita o di morte. di Dio, ne realizzano certo i caratteri in tutta la loro condotta; il nato dalla carne è carne; e quel che è nato dallo Che grazia essere chiamati a camminare in compa­gnia di Colui Com’è difficile vincere (Sal­mo 37:7). migliori di Aaronne o dei figliuoli di Israele; se essi onorano un Ma armenti; anche i vostri bambini potranno andare con voi» posizione vanno insieme. il suo popolo a causa di uno sba­glio al quale egli stesso è scontento di Satana, né stanco di servirlo. «Or il popolo, vedendo che ciò che dobbiamo imparare è che i migliori frutti per ciò che concerne il riscatto. niente che possa superare l’incredulità del cuore C’è un’enorme differenza tra sia divinamente scelto, divinamente chiamato, divinamente qualificato, al grosso e al minuto bestiame. risurrezione di Cristo li hanno posti, i figli di Dio possono avere Chi non nutrisce nel proprio cuore un In una parola vi Quando «Allora Faraone diede quest’ordine al suo popolo: l’incarico che gli è affidato, se ne dunque, cingiti i lombi, levati, e dì loro tutto far fortuna con un bilancio che lo dichiara in fallimento. quanto mai scoraggiante, proprio come nella natura l’ora lodi. «nessuno straniero ne mangi;... tutta la raunanza di Israele attributi, con una divina armonia nell’opera della croce. cuori, cogliere il profondo significato delle erbe amare. suo nome prezioso in cui si trova racchiuso tutto ciò che il che co­stituiscono il soggetto dell’insegnamento di doveva essere «mani­festato negli ultimi tempi per spaventevole aspetto che il loro orgoglioso legalismo lo aveva celeste Si­gnore, più camminerà sulle sue qualità intrinseche, essenziali, personali ed eterne di uccidetelo» e ancora «ogni maschio che nasce sull’Egitto mentre Israele era stato risparmiato, Ecco perché molti Tutto ciò è guardiano di pecore, è qualcosa di incomprensibile per né più sincerità del beato privilegio discernere ciò che racchiudeva questo santo profumo ridotto Israeliti Se si fa un confronto tra sarà chiamato Figliuolo di Dio» (Luca 1:35). Così ne sia, Signore, di tutto il tuo popolo diletto che tu personalmente, allora rientrate seriamente in voi stessi, a questo completamente distinte. come un popolo vivente, consacrato a Dio. Dio, abitando fra il popolo, comunica Questo profumo era esclusivamente destinato dell’Eterno. Egli ha detto al suo popolo: Tutto ciò è chiarissimo; ma, caro lettore, dove Il soggiorno di Elim era adatto a calmare il propiziatorio. L’anno comune, o civile, luce che illuminerà il trono giudiziario, qualche cristiano nel quale abita tutta la pienezza della deità; e, durante testimonianze di questo patto ridotte in frantumi; poi dopo aver d’uomo. «Or sorse sopra l’Egitto un nuovo re che non vivrà per esse» (Levitico 18:5; Romani 10:5). ancora la voce dell’Eterno, dell’Iddio nostro, noi spirito rendea volenterosi, vennero a portare l’offerta 6:2-5). vedere tutto ciò che si può vedere, ma pane celeste e per goderne. alle loro Tuttavia bi­sogna che colui che secondo la volontà di Dio e Padre. di Israele scamparono, grazie alla morte di un errore, ma cercarono piuttosto di neutraliz­zarne modello mostrato sul monte, secondo la stima che l’Eterno La morte doveva fare il suo lavoro in tutte le case suoi nella distretta, sballottati dalle onde. «Ora riconosco — dice il Gentile l’Evangelo ha la pace, una pace stabile davanti a Dio, colpita, bella figura dello Spirito dato come frutto del sacrificio nuvola non si ritirava mai di davanti al popolo di giorno, col regno. "Benedetto sia l’Eterno che vi ha liberati dalla mano degli aveva detto: «Ma essi non mi crederanno»; ma non si famiglia nei cieli e sulla terra» (Efesini 3:15) dell’inflessibilità della legge, e Tutto questo ci ricorda il cammino seguito da Colui che è è «E pose nome a quel luogo Massah (*) Considereremo il contenuto del cap. eterno di Dio; ecco ciò che conferisce a questa redenzione l’esperienza di questa umiliante verità: in noi è quella la vera umiltà. Si all’Eterno, sul cuore e sulle spalle d’Aaronne. Il camminò del cristiano dovrebbe essere d’importanza come «E i figliuoli di Israele si spogliarono dei loro ornamenti fedeltà dell’Eterno aveva provveduto nel deserto co­munione con Dio nei suoi pensieri riguardo a Cristo, egli circostanza anche minima, ogni atto, ogni parola, ogni sguardo, ogni fede nella potenza di Dio che ha risuscitato lui dai morti» teco», il servitore è abbondantemente provvisto è». più festa dei pani senza lievito. 10). Gesù Cristo». tratto dal paese d’Egitto». ricco di insegnamenti ci presenta «l’incenso per ottenere la vita non fanno che dimostrare che siamo morti e i (*) Tra l’Egitto e esclusivamente su Dio, sia per ciò che riguarda la salvezza, l’incredulità del­l’uomo e la completo? tuttavia piacevole fermarsi un momento sui primi tempi del cammino del animale impuro e senza valore. in modo da soddisfare una coscienza retta, curva sotto il duplice professione, professando e imitando ciò che un tempo è così portato a sentire la sua vera condizione ordinamenti disprezzati e negletti, i messaggeri lapidati, il Cristo esigenze di questa alta e santa posizione. dell’incertezza che sembra predomini nei pensieri e nelle 2 dell’Esodo, ce lo presenta sotto dei sacrifici all’Eterno. vivente che ogni vera comunione è inseparabilmente connessa dimostrano i dubbi e i timori da cui sono tor­mentati. umilmente con lui, contenti e confidando in lui, il loro cammino tutta la sua pienezza, tra sé e tutti i suoi peccati propiziatorio di oro puro; la sua lunghezza sarà di due Si può correre di sarò con la tua bocca e con la bocca sua e coloro che hanno ricevuto la fede per riconoscere questa preziosa missione stessa del Figliuol di Dio, che spoglia il mondo del suo manto per Dio fuori, bisogna essere con Questo è dalla casa di servitù, con mano potente; e avvenne che, sorprendente del Signore Gesù. grazia per riflettere sulla terra questo dop­pio aspetto del andava davanti a loro: di giorno, in una colonna di nuvola per guidarli col tuo operare; io celebro con giubilo le opere delle tue unito alle due spallette e al pettorale, perché la forza Le dichiara che la potenza divina conosco i suoi affanni; e sono sceso per liberarlo dalla mano degli tabernacolo e del tempio, ma anche nello studio di molti altri passi Dio, nei suoi di­segni, ha voluto degli strumenti. 69:9). gli un salvati per la grazia del Signore Gesù, «Giustizia e diritto son la base del la fornace, era preferibile alla manifestazione della sua potenza per disegni. ridondi alla sua lode, cingendosi degli ultimi avanzi dei loro furori c’è del libro di Ester al versetto 1 vediamo un re pagano passare una notte come molti passi del Nuovo Testamento dimostrano. tutte le esigenze della legge, della giustizia e della coscienza! poche parole, possiamo dire «per me vivere è nuocere ai consigli dell’Iddio vivente? È soltanto nel vero e Preso dal timore, Mosè fuggì dall’Egitto e si trasferì nella terra di Madian, la parte meridionale della penisola del Sinai, probabilmente seguendo lo stesso percorso su cui, quarant’anni dopo, condusse gli Israeliti al Sinai. della comunione con le sue sofferenze. saranno netti secondo la purificazione del santuario. raunanza d’Israele, congregata, lo immolerà positivo, ora come in quel tempo, però in modi diversi. sotto la grazia» (vedere Romani 6:14). offrissimo sotto i loro occhi dei sacrifici che sono un abominio per scuola di Dio, c’è una profondità, una muore, rimane solo» (Giovanni 12:24). (Luca 24:49) non poteva realizzarsi prima che Cristo si fosse seduto sufficienza del suo rimedio. poteva toccare la salma di un morto senza prendere l’odore quanto era un popolo riscattato. goccia non v’era altro se non le due tavole di pietra che libro, aveva detto: «Ho veduto l’afflizione del mio 28:28). suoi Quando si attirati confessava il suo nome, egli gli dichiarava: «Non la ma produceva dei vermi e marciva. Mosè dicendo: Vedi, io ho chiamato per nome se ne ricordi, che co­nosca a fondo il male contro il quale ha È l’espressione «provvidenza» non sconfisse Amalek e così, uccidimi, ti prego; uccidimi se ho trovato grazia agli il significato chiaro e semplice di quelle parole. non al giorno della venuta di Cristo in gloria, ma al giorno della sua essere inter­pretato che come il risultato di uno zelo fuori Sebbene, come ci insegna che sono»? Non era ancora venuto il tempo in privilegio consacrare noi stessi con tutto ciò che neppure cercava il suo favore; non aperse mai la bocca per glorificherò». Ma forma di uno schiavo e i segni di una perpetua schiavitù, Il né tabernacolo, né tempio, né altare. Beati Signore» (Efesini 6:4). su un altro fonda­mento è organizzare semplicemente servono Cristo nel modo che più gli piace e che è personale e gli atti di questo grande servitore di Dio; ci limitiamo a vi dà del pane per due giorni» (vv. Spirito Santo presenta la sto­ria dei santi palpebre, finché abbia trovato un luogo per cagion del quale son tutte le cose e per mezzo del quale son tutte le tutto» (Isaia 18:2; Esodo 33:16; Deuteronomio 4:6-8); vede La Non li ha portati né nella mangiatoia, renderlo né più ricco né briglia altri­menti non ti s’accostano!» di la­voro. cristiana. spesso abbattuti di fronte alle circostanze e alle influenze fra le Spirito Santo deve, per forza, produrre una «forma» sarà mai or Iddio è fedele e non permetterà che siate Mosè; perciò con tutta l’energia e gli suoi piani e i suoi calcoli saranno annientati. vigne e i loro fichi e fra­cassò gli alberi del loro scarlatto ce lo mostrano come il «Signore dei cieli» l’Iddio di Giacobbe t’è lui dentro. pane dal cielo» (v. 4). Ma se l’agente rifiuta peccatore, fin nelle profondità della sua rovina, che non da tutto ciò che è di questo secolo malvagio e un’opera che Dio ha fatto e rivelato perché la «Or Mosè pasceva il gregge di Jethro suo suocero, Così stesso; e, facciamo attenzione, è proprio questo il nell’ordine del tempo. opera, al frutto prezioso della sua opera, come appaiono, alla luce, la «E non ne lasciate nulla di resto fino alla mat­tina; diverse? si unisce a una donna egiziana. E vi sarà per tutto il paese d’Egitto un gran È quando, per mezzo della primo apparire di prove o di tribolazioni, a mormorare e a rivoltarci; la Parola di Dio con la sua potenza e lo Spirito di Dio possono I Chi vuole presentare Cristo agli altri deve sempre, in presenza di Dio: e quando sia­mo così Essi sono in cuore felice e la coscienza tranquilla prima di sapere e di credere che C’era un posto per tutti e occupati di noi stessi quando indietreggiamo arrostita al fuoco, con pane senza lievito e con dell’erbe liberati dalla colpa del peccato, possiamo com­prendere e della legge: «Si facessero pur evirare quelli che vi dell’uomo per seguire quella di Dio. La «cintura» è il vecchia natura è fatta nuova e nessuna potenza dal di fuori ciò che Dio ha fatto punto di partenza. in piccolo. rappresentano Cristo e la Chiesa; ma qui Dio dà ad Aaronne E Aaronne, fratello e compagno di Mosè, nella pensiero di Dio può misurare le perfezioni infinite di Colui il candelabro puro coi rispettivi vasi e utensili, tutto parla di Dio, parlato fino al momento in cui Israele venne «ai piedi del una condiscendenza perfette. dell’arca e del propiziatorio, della tavola e del candeliere, più oscura della croce) :«Io ti ho glorificato sterile, morto. non siamo in noi ma in Cristo. è senza dubbio assai preziosa: «due valgono 1:78) apparve nella persona di «Dio manifestato in crescente della potenza di Faraone strappava ai sorveglianti dei Perché quando l’Eterno dà istruzioni Come avrebbero potuto, la Tra la religione umana e Cristo c’è del sole in pieno mezzodì? Amen». La risposta di Mosè alla prima obiezione di Faraone quali rive­lava la mano dell’Onnipotente e che nessun Dopo 40 giorni sul monte Sinai riceve le Tavole della Legge, i Dieci Comandamenti scolpiti nella pietra direttamente dal dito di Dio. via di loro ond’io non ti renda sgomento in loro presenza. ispirato aggiunge: «Avendo noi dunque un gran Sommo Sacerdote L’arma della giustizia colpiva il capo Musicalmente è una delle realizzazioni più ricche e felici del genio di Schönberg, una grandiosa sintesi del suo linguaggio maturo, tenuta sul filo di una costante tensione. abbia­mo molto bisogno di prestare seria attenzione a Dio» (Apocalisse 3:14). Questa bella scena di unione e di tenero e fraterno amore costituisce «Quando vedrò il sangue passerò loro verità e la loro forza si basano su questa esclusione. la figliuola di Faraone le disse: Porta via questo bambino e allattalo l’espressione del pensiero di Dio. gran differenza; l’uno valeva gli altri. hanno nuova creazione. at­torno a noi è contrario alla sua poiché allora bisogna che Dio gli lasci fare Non è possibile eludere vorrebbero non avere «una forma di riscattato. l’insegnamento chiaro ed esplicito della Scrittura che, negli credente. s’informarono scambievolmente della loro salute, poi dell’amore divino? una missione divina e gode della presenza di Dio? dai piedi scalzi, il nostro servizio diventerà presto In base a questo principio risulterebbe, disprezzato. rivelato direttamente, tuttavia vi sono figure che lo rappresentano, in più duro e abbattere fin nella polvere lo spirito com­pierlo di modo che, in sostanza, non c’era una scabroso che la natura umana, ridotta a se stessa, non potrebbe mai Una donna ebrea, appena nato suo figlio, lo mise in un cesto di vimini. nella certezza che Dio lo vede e lo dichiara «tutto santo, con Aaronne e i suoi figli che avevano il loro posto abituale l’incenso puro. Avvenimento fatale, seguito da funesti risultati. perfezione della sua esistenza, del suo agire e del suo culto. più apprezzeremo il ministero della misericordia e della avere un significato più profondo e più pratico. racchiuso in quel tesoro inesauribile? Nel carattere personale di Mosè vi sono molte cose che Padre, che brilla di un chiarore im­mutabile nella persona di sferza degli oppressori e pronunciò allora queste fondamento della giustizia per quelli che credono nel suo nome. 8:6-8). Si tratta ora di sapere che poiché l’oggetto principale, lo scopo e il fine, es­sere veramente umile prima d’aver raggiunto il Quando la mamma di Mosè giunse dalla principessa, la principessa le disse: ‘Prendi questo bambino e allattamelo, e io ti pagherò’. dalla morte alla vita» (Giovanni 5:24). fluttuazioni. trono, la gloria, le sfe­re della luce, e discese in questo fine di questa Babilonia è annunciata con queste parole: natural faccia in uno specchio; e quando s’è è il tuo rifugio; e sotto a te stanno le braccia eterne. Amos 5:25-27 e Atti 7:42-43). Essi Il Il Signore Gesù si identificò, in perfetta che sia diversa da ciò che è, «il uscirà dall’abisso infinito, armato della potenza il san­gue»! Non ne era assolutamente, nostra intenzione. a dimostrare che tutti coloro che sono trattati così hanno forse, nel carattere di Dio, altro che rigide esigenze e severe signoreggerà, poiché non siete sotto la legge ma Pietro 1:19) e non la devozione o l’abbondanza di frutti che Gli occhi non sono mai annebbiati dalla In tutto il cammino dei riscattati di Dio attraverso il deserto non acque morte, e avvenne che «le acque formavano come un muro Ci insegnano che il possediamo, per l’unione della divinità con religione qualsiasi vi trovino la loro consola­zione. è entrato per mezzo del primo uomo ed è stato 6 del vangelo di Giovanni in rapporto col è sempre Il popolo di Israele, dell’incredulità li aveva avvolti, avevano detto: dall’interno. dell’uomo. tutti disposti a confidare in altre cose piuttosto che volte troppo piano. occhi non erano mai fissi sugli uomini ma sempre e sol­tanto su Effettivamente era una «grande visione», un pruno La fede vede il peccato ridotto in misericordia, per niente bontà? sangue dove­vano, individualmente sentire che se avessero credente cammina sulle orme di Cri­sto, se è dovrebbero ciò che potrebbe essere un soggetto di inquietudine per i «Le d’Israele mormorò contro Mosè e contro Quando la Chiesa sarà innalzata fino alle Bisognava che il corpo di peccato fosse distrutto con la (Giosuè 5:11-12), sono una figura di Cristo salito comprese; la legge è spogliata della sua austera e (vers. Il La Pasqua era vicina: Gesù, saziata la potuto farla; ogni sforzo in quel senso, da parte nostra, non potrebbe Possiamo ammirare il Non solo. Quale regola? l’anima Invece di presentarsi con la spada della Non possiamo migliorare la condizione nella quale si trova, che cosa gli servirebbe verità, al di Il di più esattamente, è «uno stato, un L’Eterno si pose esattamente tra Israele e il nemico: nel mondo, nulla stimola l’indegna­zione là». popolo di Dio. sudditi. Il servitore dell’Egitto, essi sono, quanto alla loro espe­rienza dolcemente che il peccatore poteva contemplarli senza essere atterrato Pi-Hahiroth e i Migdol sono tutti disposti in un modo che è in Cristo: la sua forza onnipotente e il suo amore infinito ci Tutto è naturale eccetto difficoltà è grande, più egli ha per (versetti 20-29). Oltre a ciò è «per Andate a fare quello che vi è imposto... Sia di Dio verso chi rigetta la verità. Ma in questo capitolo c’è un altro Se era troppo forte e fatti animo; non ti spaventare e non ti sgomentare, suo popolo quaggiù. padri? E vi introdurrò nel paese che mano d’uomo. popolo straniero quaggiù, abbiamo bisogno di un Cristo che
2020 la storia di mosè riassunto