"In quel tempo Martìn scoprì il valore della preghiera e in special modo del rosario che gli pareva una scuola continua di umiltà e donazione. - Il portiere lo scrutò un poco e gli disse: Bene, ragazzo, andiamo a vedere: seguimi! San Martín de Porres. - Se dubiti di me, chiedilo a lui - replicò l’infermo. Gli bastava tenere una lista delle famiglie bisognose e una specie di calendario settimanale nel quale suddivideva le entrate secondo i diversi tipi di soccorsi ai quali s'era impegnato in nome della Divina Provvidenza. Al suo ritorno in Perù, il commerciante andò a visitare Frate Martino ed apprese con stupore che questi non aveva mai lasciato Lima. La sorella di Martino, Juana era bianca come il padre, Juan de Porres, per cui questi qualche volta doveva rammaricarsi della pelle scura della moglie e del figlio Martino che l’aveva ereditata con il latte materno. Keep track of everything you watch; tell your friends. “Qui vi sono due uomini, padre e figlio - proseguì il mercante - voglio essere buono con voi, quasi li regalo.., andiamo fate delle offerte”. San Martín de Porres fue un religioso peruano que se caracterizó por su humildad y fue el primer santo mulato de América. Per salvare un ragazzo .... e così raccontò tutto quello che era successo al mercato. Adesso crederanno che faccio i miracoli. Chaclacayo, 19 Ottobre 1972. Martino formalizzò la transazione e si portò i due negri al convento. INFANZIA DI FRATE MARTINO       (continua)             1.4 Un giorno in cui il Dottore era assente si presentò un uomo, con il viso gonfio e l’aspetto di colui che non ha dormito per molte notti:       - Dov’è il Dottore? IL PADRE DI FRATE MARTINO       (continua)             4.4 - La verità è che non riesco a capirti - esclamò il padre. - Ma dimmi, Martino, ti basta essere un umile converso e restare così per tutta la vita? I fatti confermarono le parole di Martino, in quanto il Padre Cipriano migliorò e ben presto fu in grado di svolgere la sua attività di insegnante. 10. Martino fissò gli occhi nel crocifisso che teneva al capezzale dei suo giaciglio e gli disse: “Oh Signore! Purtroppo durò ben poco la sollecitudine paterna, perchè nominato dal Re di Spagna, governatore di Panama, Porres si vide obbligato ad affidare i figli alla cura materna in considerazione della sua situazione e per i suoi numerosi impegni. LA SUA CARITA’       (continua)             6.4 Un altro giorno, al mercato, comprò una quantità di cose che occorrevano alla dispensa. Add the first question. Molte volte appariva in luoghi imprevisti, per lasciare un soccorso insperato e il suo cuore ascoltava le chiamate dei poveri che si vergognavano della loro miseria. Curaba a los enfermos aplicando los remedios que había aprendido por su oficio y también con la oración de fe que le permitió lograr en algunas ocasiones lo improbable. gli chiese il Superiore. Martino ruppe il silenzio:       - Non potreste fare qualcosa affinché io possa restare qui? - Sembra che migliori, grazie a Voi, fratello. De manera que se caracterizó por su trabajo humanitario bien hecho, y también por ser un vivo ejemplo del ejercicio de la caridad del amor a Jesucristo. 10.8 Un fatto più importante è il seguente: due persone che stavano sfuggendo alla polizia, conoscendo la carità di Martino si presentarono alla porta della sua cella, chiedendo il diritto di asilo. Oltre ai negri che lavoravano nei pressi della città, ai quali accudiva con frequenza, aveva da curare vari gruppi di negri e liberti ai quali riservava vestiti, leccornie, frutta tropicale e corone del rosario, fatte con bacche rosse. Gli si illuminò il viso e disse ai novizi: “Andiamo, seguitemi”. Santo del día 13 de … Il quadro che gli si presentò non poteva essere più sconvolgente. Un giorno avrete fame!”. chiese il portinaio. ""Martìn de Porres non si fece santo d'un colpo, né divenne perfetto sviluppando solo le doti particolari ricevute sin dalla nacita: costruì lentamente la sua santità, tentando varie vie, soffrendo insuccessi (che gli agiografi volentieri dimenticano), arricchendosi interiormente attraverso preghiere interminabili, penitenze durissime, esercizio continuo di pazienza, d'umiltà, di lavoro faticoso, sopprattutto di amore per gli infelici. Girando e questuando per loro, per le strade di Lima, si rese conto di quanto fosse grande la miseria e la miseria materiale e morale nella quale si trovavano tanti poveri bambini. A seguito delle osservazioni che vennero mosse al padre di Martino, allora governatore di Panama, questi provvide a mandarli a studiare a Guayaquil ove, per le doti naturali che avevano, fecero ben presto grandi progressi. 20/12/2017. C'era chi metteva in dubbio questi avvenimenti, perché "Dio non suole operare cose inutili e senza necessità." E scrollando la testa se ne ritornò in cucina. La Provvidenza gli fu prodiga, perchè gli diede la compagnia di molte anime della stessa tempra, così vediamo come le ore libere di certi giorni della settimane erano dedicate alla piacevole compagnia di. rispose Martino inchinandosi al cliente. 2. Per questa ragione vennero a mancare alla madre gli aiuti necessari ed essa soffrì moltissimo per mantenere i suoi due figlioli. Il piccolo mulatto vive con lei e la sorellina, finché il padre si decide al riconoscimento, tenendo con sé in Ecuador i due piccoli, per qualche tempo. 7.1 Con il Cristianesimo si manifestò dall’Europa il fenomeno della tratta dei negri che è la negazione del Cristianesimo. Martino era europeo per parte di padre, africano per parte di madre ed americano per nascita: nessuna delle tre razze sfuggiva alla sua carità. Superata la prima impressione si lasciò vincere dall’affetto di padre e se lo strinse al petto. - Ma credo, Padre, che tutto si possa risolvere. Si piegava rispettoso sul dolore di quelle anime che cercavano conforto e compassione. - E’ vero Padre, però penso che per i poveri e gli infermi non valga questa regola, perché contro la carità non può valere alcuna legge. Il Domenicano scosse la testa e senza dir nulla sparì dalla sala. (...) Martìn il donato, faceva pulizia sotto i portici - dove professori e studenti conducevano dotte disquisizioni - e ricordava le dispute del suo maestro, il peluquero, sull'uso del sangue di piccione..."Nel convento la vita tra i religiosi non era certo perfetta e Martìn si ritrovò a subire i modi piuttosto bruschi che molti dei cento frati usavano nei confronti della servitù, abituati a trattare gli umili con la durezza dei conquistatori. Gli si illuminò il viso e disse ai novizi: “Andiamo, seguitemi”. Il Superiore lo guardò ammirato e dopo qualche momento di riflessione, gli disse: “Hai ragione Frate Martino, accogli quanti infermi vorrai però fuori dalla clausura, in modo che noi possiamo soddisfare questo precetto.”. Dopo 4 giorni di questa cura, il negro era guarito e sereno e lavorava con i suoi compagni. (...) Rimane poi una pagina bianca da riempire: la sua attività nascosta e silenziosa in favore anche degli schiavi fuggitivi che si raccoglievano nelle huacas, cioè negli occulti luoghi di sepoltura incaica disseminati nella pianura del Rimac. Para ello exhumaron su cráneo el 2 de agosto de aquel año, y con él hicieron la reconstrucción facial. 2. - Come? - Si, questo è il mio desiderio. - Ma sei sicuro di quello che dici? Il Priore chiuse gli occhi mentre con una mano asciugava una lacrima che gli scendeva sulle guance. San Martino viene ricordato l’11 novembre, sebbene questa non sia la data della sua morte, ma quella della sua sepoltura. Santo del día 12 de abril disse Martino con il viso turbato constatando che quanto il portinaio aveva detto era vero. Pochi giorni dopo questo episodio, arrivò una lettera del Padre di Martino, nella quale egli comunicava di esser stato premiato dal Re e che quindi nulla sarebbe più mancato alla famiglia. Cominciò a circolare la frase tra i fratelli del convento: “Fratello tal dei tali morirà presto, perchè Martino va a vederlo molto spesso”. 10.7 Una volta, dovendo restare in una fattoria di Limatambo per qualche giorno, affidò a un fratello laico il compito di suonare la campana all’alba, durante la sua assenza. Chi ricerca più a fondo, al di là di segreti del mestiere o di una carità vissuta al massimo grado, "capisce che nel piano divino di salvezza i doni della Provvidenza spingevano il figlio della schiava negra e del cavaliere di Burgos all'offerta di se stesso come vittima d'.espiazione per i peccati di due razze., per la riconciliazione di due mondi, per l'inaugurazione d'un regno di carità fatto di perdono e di servizio. Si racconta che, ancora bambino, piagnucolante e indispettito sia corso nelle braccia della madre e le abbia detto: “Mamma, dei bambini mi hanno scacciato dal gioco perchè dicono che sono negro”. Fu battezzato allo stesso fonte battesimale a cui venne battezzata anche santa Rosa da Lima. - Ma, Dio Santissimo, come è possibile? E’ certo che Frate Martino non ha mai lasciato Lima da che sta in convento. Il sabato e il lunedì per i suffragi alle anime del purgatorio. “La mamma non parla” disse uno di loro mentre si avvicinava al mulatto. Suo padre restò attonito e in quel momento imparò moltissime cose. Si racconta che, ancora bambino, piagnucolante e indispettito sia corso nelle braccia della madre e le abbia detto: “Mamma, dei bambini mi hanno scacciato dal gioco perchè dicono che sono negro”. Il fratello lo sostituì per qualche giorno finché, sopraggiunto un impegno, questi chiamò un servo negro pregandolo che lo sostituisse, promettendo un reale, se avrebbe assolto il suo incarico. 2.4 A tale risposta il Padre Barragan non seppe rispondere. Ana Velascuez gli disse: “Non piangere, piccolo. Curiosamente fu battezzato nella stessa fonte battesimale dove venne battezzata anche Santa Rosa da Lima. "La figura della mamma di San Martìn è appena accennata dalle testimonianze del tempo. Nato nel... La vita di questo martire del dovere, che con ammirabile eroismo bevette fino all'ultima stilla il calice delle amarezze per la difesa della Chiesa, dovette... Antonio Daveluy nacque il 16 marzo 1818 ad Amiens. Non vi è nulla di più esatto di questa definizione; infatti coloro che hanno ottenuto l’onore degli altari, sono sempre stati fari luminosi e pongono Dio sulla strada della nostra vita. - Mi avete detto la stessa cosa in Africa, quando mi avete assi¬stito. Jesús Quiroz, odontólogo forense y perito en criminalística de la Universidad San Martín de Porres, informó que, «pese a ser hijo de una africana, san Martín de Porres tenía rasgos finos. 1.2 Martino fu battezzato nella Chiesa di San Sebastian de Lima, in quella stessa Chiesa dove venne battezzato qualche anno più tardi il fiore più bello della santità americana, Rosa de Santa Maria. La notte li sorprese all’aperto e Martino per un momento fu sconcertato. Santi da scoprire San Martin de PorresIl patrono della giustizia sociale in Perù, Il 3 novembre, il calendario dei santi ci indica san Martìn de Porres, che è, insieme a santa Rosa da Lima, uno dei santi più venerati dell'America Latina, ma che da noi non è certo molto conosciuto, salvo forse nei segni lasciati da qualche emigrante nelle nostre valli: in una chiesetta della Leventina ho visto un dipinto della Madonna che consegna il rosario a San Domenico e a Santa Rosa.San Martin de Porres nacque a Lima il 9 dicembre 1579 da un cavaliere spagnolo, che inizialmente non riconobbe il figlio, e da una schiava nativa di Panama, appartenuta ad una delle moltissime famiglie spagnole della Conquista, ma poi riscattata, grazie alle leggi promulgate da Bartolomeo de las Casas nel 1530 in favore degli schiavi.Il cavaliere spagnolo era don Juan de Porres, "di qualificata nobiltà, che fu Governatore di Panama, funzionario della Corte di Lima, addetto a questioni militari e amministrative della Colonia e Cavaliere dell'Ordine di Alcantara".1) Questo Ordine era sorto nel 1156 per iniziativa di alcuni cavalieri di Salamanca, allo scopo di riunire la nobiltà spagnola nella lotta contro i Mori islamici e aveva cercato di seguire l'esempio dei templari di Francia. Martino fece segno di sì con vari cenni della testa. “Come incontrava le anime sofferenti? Santa Faustina. - Certo che sì - disse Martino, sorridente. Il giovedì e venerdì raccoglieva elemosine per i sacerdoti e gli studenti poveri. - Sì lo conosco. Si piegava rispettoso sul dolore di quelle anime che cercavano conforto e compassione. Però restava ancora molto da fare alla sera. 10. IL DONO DELL’UBIQUITÀ       (continua)             10.6 Frate Martino sollevò la testa e rispose con un sorriso tutto innocente: - Il Signore ha molte strade per soccorrere chi ha bisogno e perché mai dovremmo penetrare nei suoi disegni? Poi scivolava lungo il corrimano delle scale per aprire le porte dalla Chiesa. IL PADRE DI FRATE MARTINO       (continua)             4.5 Quando Juan de Porres salì in carrozza, gli rimase impresso nella mente il sorriso luminoso di suo figlio, che si diresse alla cappella e, prostratosi dinnanzi all’immagine dei crocifisso disse al Signore:       - Grazie per aver permesso che mio padre si senta orgoglioso di me. Gli chiese con tutta cordialità. A causa del colore della sua pelle, fu accolto solo come terziario; non come religioso con i voti. Vida: Fray Martín de Porres, su arzobispadodelima.org. 7. Lo stesso non è per Martino che si impegna ancora nelle attività spirituali, che non aveva potuto svolgere prima per non attirare l’attenzione dei suoi confratelli. Santa Isabel de la Trinidad. 6. Tuttavia un poliziotto aveva visto tutto e, preso il ragazzo per un braccio voleva arrestarlo e punirlo severamente. 9.2 Non si accontentava di dimostrarsi affettuoso cose fanno taluni, con la sola parola. Andava e veniva felice di poter aiutare quei derelitti. San Martino de Porres, al secolo Martin de la Carité (Lima, 9 dicembre 1579; † Lima, 3 novembre 1639), è stato un religioso peruviano, venerato come santo dalla Chiesa cattolica. 9.5 Nelle dichiarazioni che sono state fatte sulla sua vita da Juan Vasquez, amico e confidente di Frate Martino, si racconta la forma intelligente e ordinata con la quale distribuiva i benefici della sua generosità. Morì nel 1639. Più tardi, considerando la distanza, nessuno di loro dubitò del fatto che il Signore avesse operato un prodigio per mezzo del suo servo Martino. Sono certo che le tue preghiere al Signore ci daranno la soluzione che stiamo cercando. Questa pagina è stata modificata per l'ultima volta il 9 dic 2019 alle 09:00. 6.8 Un poeta peruviano ha riassunto così i fatti della sua vita con una poesia dedicata che dice: 6.9 Un giorno un uomo anziano, recatosi per una infermità al convento, mostrò le sue piaghe al Frate Martino e questi, con gli occhi rivolti a Cristo, lo sollevò sulle braccia e, lo portò fino alla propria cella, sulla sua branda. Santo del día 15 de julio Santo del día - Signore, non raccontare a nessuno quello che hai visto. Un negro servire me? Martín nació el 9 de diciembre de 1579 en Lima, hijo de un español noble burgalés y una negra liberta, que vivieron en concubinato y tuvieron solo dos hijos. Santo Domingo de Silos. Fin dal principio l’ex aiutante del Dott. Alcuni anni più tardi, il padre rinunciando ai teneri affetti della famiglia, abbandonò per molto tempo i figli al triste destino dell’abbandono. Fruto de ella nació también Juana, dos años menor que Martín. - Ma sei sicuro di quello che dici? ""Con l'andar del tempo, i Priori che si succedevano a Santo Domingo, gli diedero carta bianca e, d'altra parte, non avrebbero potuto controllare l'enorme contabilità nell'amministrazione del Terziario donato per il semplice fatto che non tenne mai registri né fece mai consuntivi e preventivi. Per questo un certo giorno decise di partire subito alla volta della capitale del Perù. - Potreste per caso togliermi un dente del giudizio? - Ritirati, Martino, e non insistere. Martino, da parte sua, dimostrò ben presto quanto aveva appreso dal suo dotto maestro. Sua madre lo riprendeva spesso perché ritornava dagli acquisti con il cestino vuoto, per aver dato una cosa o un’altra, appena comprata, a quanti incontrava sul suo cammino. 1.3 Quando Martino seppe che la madre lo aveva designato a diventare aiutante ed apprendista dal Dott. Quando il medico parlò con il Padre Priore, si prese cura dell’infermeria, alternando alla scopa gli strumenti medici e lo straccio della polvere con il bisturi, pulendo e riordinando al contempo tutti i locali dell’enorme convento. Fu devotissimo dell'Eucaristia. Desideroso di donare la vita a Dio e ai poveri, entrò nell'ordine domenicano. 5. - Però non capisco, Frate Martino: come dite che avete dato via tutto se la cesta è ancora piena? La gente lo guardava quasi con timore, senza comprendere quello che stava succedendo. - Non scherzo, Signore. E’ certo che Frate Martino non ha mai lasciato Lima da che sta in convento. 4. Più tardi, considerando la distanza, nessuno di loro dubitò del fatto che il Signore avesse operato un prodigio per mezzo del suo servo Martino. Pensò allora ad una fondazione a favore dei bambini, grande abbastanza per coprire le necessità di tutta la città. Martino fece segno di sì con vari cenni della testa. 6.3 Un giorno, mentre si dirigeva alla periferia di Lima, vide diverse persone che lottavano con dei soldati per avvicinarsi ad una capanna sulla quale era dipinta una croce bianca, il segno della peste: Vada via di qui - sentì dire da un soldato - perchè questa gente ha la peste. Suonò il campanello e incontrò il Padre Barragan che era il portinaio del convento. - Come va questo braccio? Murió el 3 de noviembre de 1639 en la Ciudad de los Reyes, y su muerte causó mucha conmoción en el lugar por ser tan apreciado por los locales. Dopo la colazione, che gli portava via ben poco tempo, si dedicava a far la barba ai confratelli, poi agli infermi, ai quali dedicava moltissime ore.       A metà giornata andava a pranzo e subito dopo passava alla portineria, dove si curava di infinite incombenze per soddisfare tutti coloro che accorrevano al convento. E fu così in effetti. 6.2 Una volta si ammalò il Padre Cipriano de Medina e la sua malattia era tanto grave per cui era stato visitato già da 5 medici i quali avevano dichiarato che l’unica cosa da fare era di somministrargli i Sacramenti. Perchè lo hai fatto? San Martín de Porres fue un religioso peruano que se caracterizó por su humildad y fue el primer santo mulato de América. L’infermo si rendeva conto della sua gravità però non si poteva dar pace di una cosa: che Martino lo avesse abbandonato e che non andasse a vederlo ormai da tanti giorni. 10.5 Cominciò a veder chiaro nei prodigi del mulatto e dopo aver riflettuto per un po’ decise di cercare Frate Martino alla cella. - Ma, Dio Santissimo, come è possibile? Tutti avevano confidenza in lui. Santo del día 25 de octubre. Lo portò dove si trovava il Padre Priore, al quale spiegò brevemente i desideri dei giovane mulatto. Ricorderemo alcuni fatti che comprovano tale affermazione. Martino fu il primo mulatto a essere riconosciuto dalla Chiesa per la sua eroica virtù cristiana. Il fatto è che dopo alcuni passi si trovarono tutti all’ombra del convento e, senza disturbare nessuno attraversavano le porte che erano già chiuse a chiave e all’ora giusta cominciavano a recitare il rosario nel coro, come avevano sempre fatto. Sin embargo, esto no le impidió formarse para el trabajo, ya que aprendió el oficio de barbero, auxiliar práctico y herborista, y esto le permitió ayudar a muchas personas, en especial a los pobres que no podían pagarle. Frate Martino guardò perplesso il malato ed il malato continuò: “Non vi ricordate? Il mercante sorrise e rispose: “Siano aggiudicati questi due uomini al Padre Domenicano”. 4. 6. Era un nuovo miracolo di Frate Martino poter essere a Lima e in altri luoghi nello stesso tempo. - Avrei ottenuto dal Re di farti nominare Gentiluomo, invece tu mi parli di cose che stento fatica a capire. Per questo un certo giorno decise di partire subito alla volta della capitale del Perù. Il fatto è che i Santi, come diceva un bambino che ricordava le vetrate della sua chiesa, sono “uomini attraverso i quali passa la luce”. Si dice... Il nuovo Martirologio Romano fa menzione in data odierna di Martino, un eremita vissuto in Campania, e riferisce le sue gesta narrate da S. Gregorio Magno... Gregorio di Tours (17 nov.) afferma che S. Martino da Braga fu il più importante studioso della sua epoca, mentre il poeta cristiano Venanzio Fortunato... Dedicazione delle basiliche dei Santi Pietro e Paolo, Fin dal secolo XII nella basilica vaticana di san Pietro e in quella di san Paolo sulla via Ostiense, si celebravano gli anniversari delle loro dedicazioni fatte nel secolo IV dai santi Pontefici Silv. Don Juan constatò la simpatia che il giovane mulatto aveva conquistato in ospedale. A seguito delle osservazioni che vennero mosse al padre di Martino, allora governatore di Panama, questi provvide a mandarli a studiare a Guayaquil ove, per le doti naturali che avevano, fecero ben presto grandi progressi. Sarà bene ricordare quale impegno egli mise nell’imparare il mestiere di infermiere, dentista e anche di barbiere. Un giorno il negro si dimenticò di andare alla torre e quando vi arrivò trovò frate Martino che stava suonando le campane. - La pace per chi la desidera, replicò il portinaio. Questo eccezionale mulatto, con gli occhi fissi a terra, rispose con un filo di voce: “Non ha mentito”. 15/11/2020 Questa gente non comprende la Tua bontà e crede che io sia un ciarlatano. Questi si recò nella Sala Capitolare e, aperta la porta, lo vide sollevato in aria, abbracciato al Cristo e con le labbra sulla Divina piaga del costato di Gesù il converso corse dicendo: “Padre, guardate il mulatto che è in estasi”.
2020 film su san martino de porres