Sopra i doveri de genitori verso i loro figliuoli. E qualsiasi cosa facciate in parole e in opere, fate tutto nel nome del Signore Gesú Cristo, rendendo grazie a Dio Padre per mezzo di Lui]. Ma appena giunti sono a questa età che, allettati dal cattivo esempio dei loro simili, s’impegnano nelle strade dell’iniquità. Signore degli eserciti: anela e si strugge l’ànima mia nella casa del Signore] Et vidéntes admiráti sunt. Paolo La Corte (02.6175371) oppure Piero Salvetto (02.6125192). (Eccl. loro genitori; di modo che se questi genitori usano tutte le precauzioni quella della grazia. di disgrazie, che li farà tutti perire? Voi vi dolete che i vostri figliuoli vi cagionano mille affanni coi loro sregolamenti: ma imputate a voi medesimi questi disordini che vi fan gemere e che forse anticiperanno la vostra morte. La mancanza di correzione è altresì la sorgente dei disordini cui i più dei giovani si abbandonano: quanti figliuoli si perdono vivendo a grado delle loro passioni, perché alcuno non li riprende né li corregge! Il titolo, pubblicizzato dal tradizionale manifestino che collega questa Giornata a quella nazionale per la Vita (con la consueta iniziativa di Caritas Ambrosiana sui temi dell’adozione e dell’affido), è derivato da un passaggio della Lettera pastorale dell’Arcivescovo nella parte dedicata al Tempo di Natale (pagg.58-59): “Vorrei proporre di vivere qualche settimana come un tempo propizio per sperimentare la bellezza del quotidiano vissuto bene, un “tempo di Nazaret”. Usate attenzione principalmente alla troppo grande familiarità dei figliuoli con servi; nulla di più pericoloso per essi che un cattivo servo. Volete che siano sobri, casti, pazienti, temperanti, caritatevoli verso il prossimo, misericordiosi verso i poveri? Eccolo, per obbedire a Giuseppe ed aiutarlo ne’ suoi lavori, ora segar qualche trave, ora piallar qualche tavola, ora verniciare quel mobile, ora uscire a far delle compere, ora a prendere delle misure, ed ora attendere ad altre cose somiglianti. Le disgrazie di questi figliuoli, che non vedranno mai Ve lo comanda espressamente nelle sue sante Scritture: Doce filium tuum et operare in illo (Eccli. Let the world see your experience through your eyes. I tratti con cui Paolo disegna una sorta di “umanesimo cristiano” nella Lettera ai Filippesi può ispirare ad accogliere la proposta. Chi può dire allora il dolore che venne a colpire il cuor di Maria e quello di S. Giuseppe? La dolcezza nulla dimeno che deve accompagnarla non è incompatibile con un sano sdegno, cui abbandonar vi potete senza peccato, come dice il reale profeta: Irascimini et nolite peccare (Psal. QUARE ERGO RUBRUM EST INDUMENTUM TUUM, ET VESTIMENTATUA SICUT CALCANTIUM IN TORCULARI? XXI, 19). la piccola casa di Nazaret e l’umile esistenza che vi si conduce: è più dolce Chiedete per essi e per voi le grazie e gli aiuti che necessari sono per vivere cristianamente, morir santamente, affine L a Passione di Cristo è stato il film più intenso che abbia mai visto. Ed eglino non compresero quel che aveva lor detto. E tutti quei, che l’udivano, restavano attoniti della sua’ sapienza e delle sue risposte. II. padri barbari, madri crudeli, qual conto non dovrete rendere a Dio della perdita di questi figliuoli! Sono sulla strada della perdizione, e si credono sicuri in coscienza! Questi genitori sono essi stessi ignoranti; come comunicheranno una scienza che non hanno? A misura che avanzano in età ed in conoscenza, dovete altresì aumentare le vostre istruzioni, apprendendo loro le preghiere della mattina e della sera, l’orazione domenicale, la salutazione angelica, il simbolo degli Apostoli, i comandamenti di Dio e della Chiesa, la maniera d’udire la santa Messa, di accostarsi ai Sacramenti, al che dovete voi indurli con il vostro esempio ancora più che con le vostre parole. Ma, diranno essi, noi li facciamo istruire da altri, noi li mandiamo al catechismo, alle scuole cristiane. I padri e le madri sono dunque This is the version of our website addressed to speakers of English in Canada. Ed invero dalla buona educazione dei figliuoli dipende il buon ordine della vita, siccome all’opposto dal difetto d’educazione nascono tutti i disordini. Celebrare la festa della Sacra Famiglia di Nazaret, significa in primo luogo porsi in contemplazione del “luogo umano” che Dio ha scelto per attuare l’incarnazione. E la Madre sua gli disse: Figlio, perché ci hai tu fatto questo? È dunque verisimilissimo, che Maria credesse Gesù essere con Giuseppe, e dal canto suo Giuseppe immaginasse, che Gesù fosse con Maria. 21 Gennaio 2020; in Notizie; Nessun commento; DOMENICA 26 GENNAIO 2020. E ciò, che più dobbiamo notare si è, che trattasi di un ammaestramento qui al tutto impensato. E dopo tutto ciò, perché ora tu sei in forze e puoi fare da te, non vuoi più riconoscere per superiore tuo padre e vuoi comandargli tu? In esso noi potremo prendere varie lezioni, e tutte di grandissima importanza. Festa della Repubblica ([ˈfɛsta della reˈpubblika]; English: Republic Day) is the Italian National Day and Republic Day, which is celebrated on 2 June each year, with the main celebration taking place in Rome.The Festa della Repubblica is one of the national symbols of Italy.. Si è in quel tempo critico che devono i genitori prendere tutte le precauzioni possibili per conservare la vita dei propri figliuoli, schivando tutto ciò che loro può nuocere, come opere troppo faticose, pesi troppo gravi, cibi dannosi, e soprattutto eccessi di passioni capaci di soffocare quei frutti ancor teneri, come sono gli affanni, la collera, i trasporti, cui non debbono le madri abbandonarsi, né i loro Sangue le bagni; che questa fatica del lavoro serva d’espiazione per il genere La parola di Cristo abiti in voi abbondantemente, istruitevi e avvisatevi gli uni gli altri con ogni sapienza, e, ispirati dalla grazia, levate canti a Dio nei vostri cuori con salmi, inni e cantici spirituali. [Quando Gesù raggiunse i dodici Nulla tanto paventate quanto di scandalizzarli con le vostre parole e con le vostre azioni; ma edificateli con la vostra esattezza nel compiere i doveri tutti di buon Cristiano. mondo figliuoli che di poi abbandonano e a cui non lasciano altra eredità che Ora qual è la risposta che diede Gesù al tenero lamento di Maria? Trovo eccezionale poter seguire la... Eccellente iniziativa! Quantunque non foste colpevoli, che di questo solo peccato, esso basta, padri e madri, per dannarvi. Exsúltat gáudio pater Nella Sacra Scrittura (Eccl. fratelli miei, convenite con altrettanto di dolore che di sincerità essere gli scandali da voi dati ai vostri figliuoli quelli che li pervertono. Perché sebbene dovessero essere grandi le cose, che Gesù aveva dette ai dottori, tuttavia il Vangelo non le nota; e invece nota con precisione e narra per disteso ciò, che Egli disse a Maria, precisamente perché si trattava d’una cosa di massima importanza. Per la negligenza di una madre che ha sopportate le sue vanità, che non ha raffrenata la licenza che essa si prendeva; di vedere, di frequentare persone il cui commercio è stato lo scoglio fatale della sua innocenza. ], Preghiere leonine: http://www.exsurgatdeus.org/2019/10/20/preghiere-leonine-dopo-la-messa/, http://www.exsurgatdeus.org/2019/05/20/ordinario-della-messa/, Siamo un'Associazione culturale in difesa della "vera" Chiesa Cattolica. Sin dal momento che la loro debole ragione comincia a svilupparsi dalle tenebre dell’infanzia, voi far dovete in guisa che i primi movimenti dei loro cuori si portino verso Dio con atti di amore, che le loro prime parole pronunzino i santi nomi di Gesù, Maria e Giuseppe, che la loro prima libera azione sia il segno della croce. Ecco Papa Francesco La bellezza del quotidiano vissuto bene in famiglia. Non forse la casa di A conoscere, ad amare e a servire Dio e con queste mezzo meritare una felicità eterna. In questa risposta era racchiuso un ammaestramento così grande che lì per lì, come osserva il Vangelo, Maria e Giuseppe non compresero ciò che Gesù aveva lor detto. Se qualcheduno di essi non abita con voi, non siete perciò sgravati dall’obbligo di vegliare sopra di lui. La partecipazione alla Messa e alle iniziative parrocchiali in questa Festa sarà fruttuosa nel suo rimando sereno e operoso alla ferialità della vita familiare normale e continua. Ma ecco che dopo averci dato questo grande ammaestramento con la sua parola, Gesù, secondochè si chiude il Vangelo d’oggi, ce ne dà ancora un altro con l’esempio. 1. Non sapevate come nelle cose spettanti al Padre mio debbo occuparmi? anni, essendo essi saliti a Gerusalemme, secondo l’usanza di quella solennità, di procacciarsi la loro vita o di prendere uno stabilimento; al che impiegare umano. temi e trema! – Sono i fanciulli come le piante giovani, le quali facilmente raddrizzare si possono quando prendono una cattiva piega; ma se voi li lasciate vivere e crescere nel vizio, rassomigliano a quei grossi alberi difformi i quali non si possono in alcun modo raddrizzare. While you are in Albania, weave your way in Italy through Amalfi Coast and Puglia. astanti stupivano della sua sapienza e delle sue risposte. mariti dare occasione. Ma come il Vangelo circondò di misterioso silenzio gli anni, che Gesù passò esule in Egitto, così di silenzio anche più misterioso circondò gli anni da Lui passati nella vita privata a Nazareth. Through Bari, Alberobello and Bari, the best of Puglia Region, you will find some hidden gems of Italy. Seduto da mane a sera intrisichiva nell’ufficio, nei campi bagnava di sudore i solchi, tra il fumo di un’officina logorava la vita sempre tra le ansietà, tra le sollecitudini e persino tra gli stenti e le privazioni, e tutto, tutto per te, per tirarti su, per metterti all’onor del mondo, per procacciarti anche un po’ di fortuna. o se appare, fate loro comprendere che il merito e la virtù saranno sempre i … ET ASPERSUSEST SANGUIS EORUM SUPER VESTIMENTA MEA, ET OMNIA VESTIMENTA MEA INQUINAVI . O figlio, che mi ascolti, riduciti un po’ alla mente quando eri debole, impotente, senza forza, senza l’uso della ragione, senza parola. nell’ozio, come fanno tanti e tanti genitori che si contentano di mettere al Uditela: Egli disse: Perché mi cercavate voi? Le feste dei santi celebrati in un paese non sono necessariamente celebrato ovunque. È certo, che passando vicino a qualche luogo dirupato gettavano ansiosamente lo sguardo giù nei burroni, se caso mai vi fosse caduto. Oimè! II, 42-52). http://www.exsurgatdeus.org/2019/10/12/il-credo/, Orémus S. Luc II: 22 Tulérunt Jesum paréntes ejus in Jerúsalem, ut sísterent eum Dómino. Omne, quodcúmque fácitis in verbo aut in ópere, ómnia in nómine Dómini Jesu Christi, grátias agéntes Deo et Patri per ipsum. Ma ciò non basta ancora; voi dovete informarvi se i vostri figliuoli profittino delle istruzioni altrui, e perciò fargliene ripetere quando sono a casa, o far loro leggere i libri della dottrina cristiana; con questo mezzo v’istruite voi medesimi; vegliate soprattutto che siano assidui alle istruzioni che si fanno in chiesa, che siano sotto gli occhi vostri ai divini uffizi; ese mancano, puniteli severamente, mentre anche la correzione è un mezzo di cui dovete servirvi per dare ai vostri figliuoli una santa educazione, è altresì il mezzo che l’Apostolo espressamente raccomanda per rendere efficaci le vostre istruzioni: impiegate, dice egli, nell’educazione dei figliuoli l’istruzione e la correzione secondo il Signore: Educate illos in disciplina et correptione Domini (Eph. V, 4). Ma al di sopra di tutto questo rivestitevi della carità, che è il vincolo della perfezione. E avvenne che dopo tre giorni lo trovarono nel Tempio, mentre – Io so bene, che taluni vorrebbero esimersi dal dovere di rispettosa sudditanza verso dei loro genitori e superiori col dire, che sono troppo esigenti e noiosi! Assalonne si ribellò al suo padre Davide, e finì di mala morte, appeso ad una quercia e trapassato il cuore dalla lancia di Gioabbo. sollecitudine per cavarli dalla funesta schiavitù del peccato in cui sono Ispirate loro soprattutto un grande orrore al peccato, ripetendo ad essi sovente quelle belle parole della regina Bianca al suo figliuolo s. Luigi: Mio figlio, benché mi siate caro, amerei meglio vedervi privo del vostro regno, ed anche della vita, che vedervi offendere il vostro Dio con un solo peccato. Prov XXIII: 24; 25 Exsúltat gáudio pater Justi, gáudeat Pater tuus et Mater tua, et exsúltet quæ génuit te. Pratiche. Siate voi medesimi tali quali desiderate che siano essi. e alle madri, quali sono i loro doveri riguardo ai loro figliuoli: convien Chi ben ama, dicesi ordinariamente, ben castiga: Quos amo, castigo ( Apoc. Stupébant autem omnes, qui eum audiébant, super prudéntia et respónsis ejus. XLVII). Is this a place or activity you would go to on a, Via Nicola Buonservizi 25 Fratte, 84135 Salerno Italy, Hotels near ReiTours, tailor made itineraries in Campania, Hotels near Museo delle arti applicate di VILLA DE RUGGIERO, Hotels near Chiesa di Sant'Antonio Abate e Santa Rita, Museo delle arti applicate di VILLA DE RUGGIERO, Points of Interest & Landmarks in Salerno, Chiesa San Pietro a Corte: Tickets & Tours‎, Museo Diocesano San Matteo di Salerno: Tickets & Tours‎, Museo Archeologico Provinciale di Salerno: Tickets & Tours‎, Stazione Marittima di Salerno: Tickets & Tours‎, Chiesa Di Santa Maria de Lama: Tickets & Tours‎. Eppure vi hanno degli insensati, i quali vanno burbanzosi ripetendo: Peccavi et quid mihi accidit triste? Comincio subito dai primi momenti in cui sono formati i figliuoli nel seno della loro madre. parte nel vostro affetto, fate in modo che non sia ciò dagli altri conosciuto , Col III: 12-17 Fratres: Indúite vos sicut elécti Dei, sancti et dilécti, víscera misericórdiæ, benignitátem, humilitátem, modéstiam, patiéntiam: supportántes ínvicem, et donántes vobismetípsis, si quis advérsus áliquem habet querélam: sicut et Dóminus donávit vobis, ita et vos. VI, 34). This is the version of our website addressed to speakers of English in Canada. Non cercatemi adunque, vale a dire non tentatemi, non distoglietemi dal mio primo dovere. D’onde viene che quella giovane si è abbandonata al libertinaggio ed è divenuta l’obbrobrio del pubblico? E pensandosi ch’Egli fosse coi compagni, camminarono una giornata, e lo andavano cercando tra i parenti e conoscenti. Sappiamo pertanto, nel caso che fosse necessario, seguire anche noi questi sì nobili esempi, e dire anche noi a chicchessia le parole di Gesù: In his quæ Patris mei sunt oportet me esse! del demonio sempre pronto a portar loro i suoi colpi mortali, e subito nati II). Ora questo non è un dirci chiaramente, che dopo la sudditanza, che dobbiamo a Dio, la prima, che le tien dietro, è quella, che dobbiamo ai nostri genitori? Non mi tratterrò io qui a provare ai padri e alle madri l’attenzione e la cura che essi debbono alla vita naturale dei  loro figliuoli. News -  Privacy & Cookies Congregazione delle Sorelle della Sacra Famiglia - ItaliaVia Fontane di Sopra, 2 - 37129 Verona - Tel: 045.80.03.718 - ContattaciIrmãs da Sagrada Família - Brazil P.ça João XXIII Q, 16 L 28/30 C/R J – 17 -Papillon Park - 74950-180 Aparecida de Goiânia – GO - Tel/Fax: 0055 623 5947219 - Contate-Nos, Sisters of the Holy Family - PhilippinesS.to Tomas St. LT 2 BL K ) Carmencita Village Talon Las Pinas City Tel/Fax: 0063 2 8058129 - Contact Us, Il genio femminile nel mondo imprenditoriale, La forza mite delle donne, che (a volte) vince. E Gesù cresceva in sapienza, in statura e in grazia Lo cercano subito tra i parenti e gli amici, ma non lo trovano. Giusto, goda tuo Padre e tua Madre, ed esulti colei che ti ha generato]. What restaurants are near Chiesa della Sacra Famiglia? procacciarsi la vita con una professione onesta, e vivere non li lasciate Ma a costoro io vorrei chiedere: È possibile ricordare le esigenze e le noie della nostra prima educazione e poi non sopportare in pace qualche po’ di esigenza e di noia da parte dei nostri genitori e superiori? Dati Ei ve li aveva per farne gli eredi del suo regno, e voi ne fate tante vittime delle sue vendette. Let the world see your experience through your eyes. – Guardatevi dunque, padri e madri, di privare coi vostri Epperò eccolo talvolta, per obbedire a Maria ed aiutarla nelle fatiche più pesanti della casa, ora accendere il fuoco, ora lavare con le sue mani divine le povere stoviglie, ora prendere con dolce violenza la scopa di mano a Maria e mettersi Egli a pulire la casa, ora correre sollecito al pozzo, che ancora presentemente si fa vedere presso di Nazaret, per attingere l’acqua. Quest’obbligo è sì grande che l’Apostolo s. Paolo non ha difficoltà alcuna di dire che quelli che non l’adempiono han rinegata la lor fede e sono peggiori degli infedeli. Se noi compiremo esattamente questo dovere, potremo anche noi meritare il bell’elogio, che, terminando, fa di Gesù il Vangelo di questa mattina: E Gesù avanzava in sapienza, in età, in grazia appresso a Dio e appresso agli uomini. peccati i vostri figliuoli d’un sì gran bene: ma vivete pel timor di Dio; siate Va là, sciagurato, che non hai cuore. È più dolce per noi ricordare La processione è stata allietata dal Gran Complesso Bandistico Nicola Franconi-Città di San Severo (Fg), diretto dal maestro Antonello Ciccone ..Dicembre 2017 Novembre 2017 Ottobre 2017 Maggio 2017 Aprile 2017 Marzo 2017 Febbraio 2017 Dicembre 2016 Novembre 2016 Ottobre 2016 Settembre 2016 Giugno 2016 Marzo 2016 Febbraio 2016 Dicembre 2015 Festa della … E sua madre gli disse: Figlio perché ci ha fatto questo? Guai a coloro, i quali perché sono giunti ad una certa età e si sentono pieni di vigoria e di vita, non vogliono più sottostare al padre ed alla madre, ne sdegnano gli avvisi, le raccomandazioni ed i comandi, vivono come loro piace, vogliono insomma farla essi da padroni! La salute dei figliuoli molto dipende dalle preghiere dei loro genitori: chiedete ogni mattina a Dio la sua santa benedizione per essi; raccomandateli sovente assistendo al santo sacrificio della Messa e fate di tempo in tempo qualche comunione per la loro santificazione. Siatevi assidui voi medesimi: cominciate a far voi ciò che loro insegnate. Oltre le sublimi virtù che praticavano al di dentro, le quali non erano conosciute che da Dio solo, essi ne praticavano ancora al di fuori per edificar il prossimo; e per questo andavano ogni anno in Gerusalemme, secondo quel che praticavasi, alla festa della pasqua, per rendere a Dio i loro doveri nel suo santo tempio. La correzione deve essere regolata dalla prudenza, temperata dalla dolcezza, sostenuta dalla costanza. La famiglia è un tesoro, bisogna custodirla sempre e difenderla. [A. Carmignola, Spiegazione dei Vangeli Perciocché bisogna riflettere bene a che cosa significa questa semplice espressione et erat subditus illis, che tutta compendia la vita di Gesù Cristo dai dodici ai trent’anni. – Dissi inoltre che la correzione che si fa ai figliuoli deve esser temperata dalla dolcezza, facendo loro conoscere che se li punite, egli è per affetto che loro portate, e che non cercate se non il loro bene e la loro salute. Con le quali parole Maria non intendeva già di muovere a Gesù un rimprovero, ma bensì di fare nient’altro che un lamento di tenerezza e nel tempo stesso manifestare la gioia immensa, che essa e Giuseppe, a cui essa dà qui l’onorifico nome di padre di Gesù, provavano nell’averlo ritrovato. III, 18) è chiamato infame colui, che abbandona suo padre ed è dichiarato maledetto da Dio colui, che esaspera la sua madre. – Il che non ci deve recar meraviglia, giacché era costume fra gli Ebrei, che, sia nell’andare, come nel ritornare da Gerusalemme, formassero tanti gruppi separati di uomini e di donne, andando i fanciulli indifferentemente con gli uni o con le altre. E rispose loro: Perché mi Procurate dunque di evitare una sorte sì funesta, vivendo nelle vostre famiglie in un modo esemplare, allevando i vostri figliuoli alla virtù con le vostre istruzioni, con le vostre correzioni e con i vostri buoni esempi. Importa adunque, che tutti i figliuoli prendano da Gesù questa importante lezione. E la pace di Cristo regni nei vostri cuori, perché siete stati chiamati a questa pace come un solo corpo: siate riconoscenti. In nómine Patris, ✝ et Fílii, et Spíritus Sancti. V’ha esempi terribili delle maledizioni dei padri e delle madri che si sono verificate sui loro figliuoli Correggete i vostri figliuoli, o padri e madri; ma correggeteli secondo il Signore, dice l’Apostolo, in correptione Domini; cioè in maniera che la vostra correzione non renda voi medesimi colpevoli innanzi a Dio. mezzi; se buoni poi siano o cattivi, poco loro importa, purché accumulino del Allelúja. Secondo il credo e la comprensione del redattore, tutti gli articoli e gli scritti sono conformi all'insegnamento della Chiesa Cattolica, ma se tu (membro della Chiesa Cattolica) dovessi trovare un errore, ti prego di segnalarlo tramite il contatto (cristore.rexregum@libero.it – exsurgat.deus@libero.it), onde verificare l’errore presunto. Si perdona qualche cosa alla leggerezza della gioventù, si differisce talvolta il castigo per renderlo più salutevole. mestiere di Giuseppe e nell’ombra crebbe e fu felice di essere compagno nei lavori Infine Giuseppe e Maria, dopo di avere inutilmente cercato Gesù per tre giorni e tre notti intere nelle vie e nelle case di Gerusalemme, si recarono a ricercarlo nel tempio. di ritrovarvi un giorno tutti insieme riuniti nella beata eternità. Se non avete beni a lasciar loro, apprendete ad essi a Cinisello B. J. Billot; Discorsi Parrocchiali – Cioffi ed. Gerusalemme, né i suoi genitori se ne avvidero. devota, felice di poter sollevare le pene agli affaticati con cura affettuosa. E, vistolo, ne fecero I . David, e i nomi gloriosi di questa antica stirpe? celebrare la vita oscura di Gesù. Domandate a quella giovane chi le ha appreso la vanità, la maldicenza, lo scherno, le parole contumeliose; essa vi dirà alla scuola di una madre soggetta a quei difetti; tanto è vero che il cattivo esempio dei padri e delle madri fa impressioni fortissime sullo spirito dei figliuoli! Metteteli sotto la protezione dei loro Angeli custodi, fate per essi alcune limosine ai poveri e servitevi dei vostri figliuoli medesimi per distribuirle loro quando si presentano alle vostre porte, è questo un mezzo di avvezzarli alla pratica di tale virtù. cristiana prudenza. Egli è vero che si vedono alle volte figliuoli libertini e dissoluti, benché abbiano avanti gli occhi i buoni esempi di genitori virtuosi; ma egli è vero altresì che i vizi dei genitori sono come il tronco  fatale donde pullulano quelli dei figliuoli, il che fa dire ordinariamente qualis pater, talis filìus, qualis mater, talis filia. Imperciocché siccome il buon esempio è la strada più sicura per persuadere la virtù, così il cattivo esempio è un potente mobile che strascina nel vizio; tanto più ancora che l’uomo essendo più inclinato al male che al bene, riceve molto più facilmente le impressioni del vizio che quelle della virtù. Ma c’è stato un momento di sollievo comico, un flashback di un giovane Gesù nel cortile sul retro che costruisce una nuova invenzione. Non sarebbe forse meglio per quei figliuoli che soffocati li aveste nella culla anzi che perderli con i vostri cattivi esempi? Gesù! D’onde proviene questa disgrazia? Non sapevate che io debbo occuparmi in ciò che spetta al Padre mio? Essa dopo di averti ricevuto dalle mani di Dio nei più acerbi dolori, ti ha dato il suo latte, ti ha nutrito, ti ha cullato, ti ha vegliato di giorno, di notte, rompendo tante volte i suoi sonni, ha guidato i tuoi primi passi, ti ha insegnato le prime parole, ha sopportato i tuoi capricci e quando poi ti ha incolto una grave malattia, si è piantata lì al tuo letticciuolo e non ti ha più abbandonato un istante; ed a questa madre tu ora ardisci pretendi mancar di rispetto? Vuol dire perdere Iddio, che pur siamo destinati a possedere eternamente, vuol dire perdere la sua grazia e la sua amicizia, vuol dire perdere il merito di tutte le opere buone compiute pel passato, vuol dire chiudersi le porte del Paradiso e spalancarsi quelle dell’inferno, vuol dire diventare con l’anima brutta, nera, schifosa, vuol dire cadere nella schiavitù e sotto il potere del demonio, vuol dire infine rendersi inabile ad operare qualsiasi cosa, che giovi per la vita eterna; vuol dire tutto questo. Devono Se qualcheduno dei vostri figliuoli ha maggior S. Luc II: 42-52 Cum factus esset Jesus annórum duódecim, ascendéntibus illis Jerosólymam secúndum consuetúdinem diéi festi, consummatísque diébus, cum redírent, remánsit puer Jesus in Jerúsalem, et non cognovérunt paréntes ejus. Per questo appunto vi ha Iddio data la sua autorità, e le leggi umane vi porgono il loro aiuto, quando si tratta di punire certi mancamenti dei figliuoli ribelli ai vostri voleri. Se i genitori adempissero ai loro obblighi a riguardo dei loro figliuoli , il Cristianesimo non sarebbe più che una società di santi: si vedrebbe fiorire la Religione, la pace e la felicità regnare in tutti gli stati. Ma guardatevi La ragione è manifesta. necessarie per evitare quella disgrazia; siccome questi figliuoli hanno contratta appena conservano la loro innocenza sino all’età di ragione! 2017-12-16 8:00 am 2017-4-16 9:00 pm Europe/London Festa della Repubblica The school PTFA would like to invite you to enjoy an evening of Pasta and Prosecco in ... La scuola dell’infanzia è gestita dalle Suore della Sacra Famiglia di Bergamo fondate da Santa Paola Elisabetta Cerioli. O voi, che non foste esenti dalle pene e dal lavoro, che avete conosciuto la Imperciocché come mai saranno i figliuoli esatti ad adempier i doveri di Cristiano quando vedono mancarvi i genitori? In ogni tempo, la notte cioè come il giorno, perché al favor delle tenebre si trattengono in corrispondenze e fanno molte cose che non sapete. Giudicate da questo, padri e madri, quanto importi il reprimere colle correzioni i disordini dei vostri figliuoli. Una preghiera per tutti e per ciascuno e con un caloroso saluto. vita del corpo, e gli altri la salute dell’anima. Un solo fatto di questa vita ci narra, il quale è come uno splendido raggio di luce in mezzo ad una completa oscurità. E quanti altri fatti somiglianti si potrebbero citare! di s. Agostino alle preghiere di s. Monica sua madre. Oh quanto sante e felici sarebbero le famiglie, se formate esse fossero sul modello di questa; se i genitori imitassero le virtù della santa Vergine e di S. Giuseppe, e se i figliuoli si proponessero per modello la vita del santo fanciullo Gesù! – Ma come convien correggere i figliuoli? Tale è, padri e madri, E notate bene, o carissimi, che ho detto tutti i figliuoli a bello studio, perché non si pensi che questa lezione si convenga solamente ai bambini, ai fanciulli ed a coloro, che vivono in famiglia, ma perché si ritenga che essa conviene, e assai assai, anche agli adulti, anche a quelli che per ragione della loro educazione si trovano in qualche istituto, perché anzi tutto devono compiere in esso verso dei loro maestri e superiori i doveri, che hanno coi genitori, poscia perché la loro condotta riferita ai genitori può esser loro causa di consolazione e di dolore, da ultimo perché i doveri, che hanno coi genitori, continueranno in tutta la loro forza, anche allora che saranno usciti dall’istituto. Con la loro immaginazione così viva e fatta più accesa dalla sventura, andavano congetturando mille cose diverse di Lui, e tutte tristi. Allora “a Nazaret”, dove “la concordia dei reciproci affetti accompagna la vicenda di giorni operosi e sereni” (dal Prefazio ambrosiano della Sacra Famiglia), ci invita l’Arcivescovo per ispirarci alle semplici eppure grandi cose di ogni famiglia, vissute bene ogni giorno. Cam mancò di rispetto al suo vecchio padre Noè, e Dio maledisse alla sua discendenza: maledictus Chanaan (Gen. IX, 25), e il segno di quella tremenda maledizione sta tuttora scolpito sopra di essa. Ed è questo fatto, che ci invita a considerare la Chiesa nel Vangelo di oggi. L’appuntamento diocesano richiama la bellezza della “normale” vita quotidiana e invita i fedeli a gesti di prossimità verso altre persone delle loro comunità. In qual modo rispetteranno una madre che trattata vien dal marito con estremo disprezzo, con parole oltraggianti? Il gran sacerdote Eli, che aveva due figliuoli immersi nei disordini più scandalosi, dava loro bensì degli avvisi per correggerli, rappresentava ad essi l’enormità del loro mancamento per impedirli di ricadérvi: ma perché non li riprendeva che debolmente né valevasi della sua autorità per punirli con rigore, provò egli stesso la severità della giustizia di Dio con una morte tragica, che fu la pena della sua troppa condiscendenza verso i figliuoli. La bellezza del quotidiano vissuto bene in famiglia. Allelúia, allelúia, Isa XLV: 15 Vere tu es Rex abscónditus, Deus Israël Salvátor. della autorità che hanno sopra i figliuoli per far loro commettere ingiustizie? Redentore e Santi Magi in Legnano, Avvento 2020 – “Se non ritornerete come bambini”, S. Messa in diretta – II di Avvento – 21 e 22 novembre 2020, Sulla Tua Parola – Esercizi spirituali di Avvento per i giovani, Dall’incontro agli Incontri – Catechesi giovani Legnano – 10 novembre 2020, Avvento 2020 – Adulti – “Un imbarazzante desiderio d’eternità”, Avvento 2020 – Ragazzi – “L’ABC dell’Amore”. titoli i più sicuri per ottenere i vostri favori. sempre in grazia con Lui, affine di comunicare a quei frutti nascenti i semi di Mi contenterò solo di prescrivere alcune regole di prudenza che debbono seguire per evitare due estremi egualmente pericolosi in cui cade un gran numero di persone, le quali o non hanno abbastanza ovvero hanno troppo amore pei loro figliuoli. che con la morte. Domandate a quel giovine chi appreso gli ha a proferire quelle bestemmie, quelle maledizioni, quelle parole ingiuriose e sconce che gli sfuggono sì di frequente: vi dirà che le ha intese pronunziare dal padre e dalla madre. Ofni e Finees sprezzarono gli avvisi del loro padre Eli, e tutti e due morirono nello stesso giorno uccisi in battaglia. Difatti con tali parole nostro Signor Gesù Cristo volle dettarci la gran legge, che noi dobbiamo seguire nelle nostre relazioni con gli uomini, di fronte a Dio. II.° Punto, Veniamo adesso alla cura che i genitori prender debbono della salute dei loro figliuoli per via di una santa educazione.
2020 festa della sacra famiglia 2020