Come cambierà il confine? "La collocazione geografica e la situazione storica richiedono che Ventimiglia continui a vivere la solidarietà, grazie all'impegno delle Istituzioni, della Croce Rossa, delle Organizzazioni non Governative, delle Associazioni, dei singoli cittadini. Ma a chi spetta il controllo? Oggi, dopo il lockdown, tessuto sociale ancora più in difficoltà. Improvvisamente più di 200 persone (Sudanesi, Siriani, Afghani...) erano rimaste bloccate alla stazione di Ventimiglia". Questa è la novità. L’allarme dei commercianti italiani: viviamo di turismo, provvedimento folle. «Nulla è chiaro» dice Roberto Parodi, il presidente dell’associazione frontalieri. eritrea investita da un camion nell’ottobre 2016), cadute per i dirupi dei Il rappresentante della Caritas afferma: "La risposta delle Istituzioni è stata pronta, con la creazione del centro di accoglienza presso la stazione, ma si è anche pensato che il fenomeno potesse essere di breve durata e che non avere un luogo di accoglienza non richiamasse nuovi arrivi. Sono state una ventina le persone morte lungo i binari della ferrovia ed Ormai abbiamo constatato che maggiore ed adeguati sono l'informazione, i servizi, l'accoglienza e meglio si risponde, non solo ai bisogni delle persone in transito, ma anche alla vita quotidiana dei cittadini di Ventimiglia". Improvvisamente più di 200 persone (Sudanesi, Siriani, Afghani…) erano rimaste bloccate alla stazione di Ventimiglia. Non so se moriremo di Covid, ma di certo rischiamo di morire di fame. confine ed a raggiungere i loro connazionali o familiari in altri paesi a quando riescono a passare. E quell’obbligo, di fare il test, vale per tutti o ci sono delle eccezioni? «Ho deciso di mettere questo presidio per dare un segnale forte, ovviamente per noi non c’è l’obbligo di sottoporsi al test. Ci sono due valichi bassi, ponte San Ludovico e ponte San Luigi. Ma è un servizio per quelli che tornano dalla Costa Azzurra, dove c’è stata un’impennata di casi di Coronavirus. Anche Organizzazioni francesi da Coronavirus, sulla frontiera di Ventimiglia che si prepara all’onda d’urto: “Troppa incertezza sui controlli” L’allarme dei commercianti italiani: viviamo di turismo, provvedimento folle Continuiamo a tenere aperto il nostro cuore ed a cercare insieme risposte umane: Ventimiglia CONfine Solidale" - conclude Maurizio Marmo. di accoglienza presso la stazione, ma si è anche pensato che il fenomeno C’è la ferrovia e ci sono i sentieri sulle montagne. Abbiamo appena iniziato e la media è già di 70 tamponi al giorno. Al posto della vecchia casa doganale adesso c’è l’unità mobile per i tamponi. La situazione è... Emergenza Coronavirus, il bilancio della Caritas Intemelia, Consegna di alimenti alla Caritas di Imperia da parte del Comitato San Giovanni e ‘On Centro’, Taggia, Bandiera Verde alle scuole primarie “G. la necessità di effettuare lavori di manutenzione all’interno del campo, o come A Montecarlo hanno appena chiuso quattro alberghi da 400 stanze l’uno». Necessario organizzarsi per l’inverno”, Ventimiglia, la Caritas Intemelia: “Lo Stato è tornato ad essere latitante”. E tutti quelli che arrivano dalle zone con più contagi hanno l’obbligo di sottoporsi al tampone. Così Maurizio Marmo Presidente dell'organizzazione di volontariato Caritas Intemelia onlus ricorda la chiusura della frontiera 5 anni fa. l’accoglienza e meglio si risponde, non solo ai bisogni delle persone in Ma non è così: le persone giungono in città perchè c'è la frontiera e si fermano più o meno a lungo a causa dei controlli. controlli effettuati sulla base del colore della loro pelle, ma riprovano fino “Proprio come oggi anche l’11 giugno 2015 era un giovedì. Ogni volta che per qualche ragione il servizio diversi luoghi della città. Da quello che si capisce, si tratterà di una nuova procedura di rientro per soggiorni superiori alle 72 ore. E cioè la Francia diventa, a partire da oggi, come Spagna, Grecia, Croazia e Malta. disponibilità del Parroco, don Rito, in un periodo in cui erano centinaia le di rispetto dei diritti al confine; sono riuscite a far riconoscere il Anche Organizzazioni francesi da tempo collaborano ma soprattutto contestano il continuo rinnovo della sospensione degli accordi di Schengen da parte del loro Governo e la mancanza di rispetto dei diritti al confine; sono riuscite a far riconoscere il “principio di fraternità” ma non ancora un ripensamento sulla decisione più importante: la riapertura della frontiera.Nel Vangelo di Matteo, al capitolo 25, il Signore ci invita a riconoscerlo nella persona affamata, assetata, malata, forestiera. Sono ragioni di lavoro e di commercio. persone presenti in città senza alcun servizio e costrette ad accamparsi Inefficace perché la maggior parte delle decine di migliaia Per dare l’idea di quanto sia confusa la situazione, alle sette di ieri sera, il comandante della polizia di frontiera Martino Santacroce non aveva ancora ricevuto disposizioni. Questo sito utilizza cookie e tecnologie simili. messaggi che abbiamo ricevuto da chi è arrivato in Gran Bretagna, Olanda, Chiudere ancora questa frontiera potrebbe avere delle conseguenze molto gravi. con la quale convivere, mai era durata per così tanto tempo e con numeri così Il direttore della Caritas Diocesana Ventimiglia-Sanremo, Maurizio Marmo interviene sulla chiusura della frontiera francese ai migranti. E i frontalieri dovrebbe avere una sorta di lasciapassare, perché è impensabile sottoporli al tampone ogni singolo giorno di lavoro. Suetta, ed alla disponibilità del Parroco, don Rito, in un periodo in cui erano centinaia le persone presenti in città senza alcun servizio e costrette ad accamparsi davanti alla stazione o lungo il fiume. "Consapevoli dei comprensibili disagi per il quartiere, crediamo sia stato importante il servizio svolto dai tanti volontari presso la Chiesa di Sant'Antonio, aperta grazie alla volontà del Vescovo, Mons. state superiori in Francia rispetto all’Italia ed anche le chiamate ed i Migranti, il direttore della Caritas Diocesana Ventimiglia-Sanremo Marmo: “5 anni di ‘chiusura’... Smantellata organizzazione internazionale dedita al narcotraffico di cocaina ed eroina: individuati ad Arma di Taggia due corrieri, Poste Italiane, al via oggi in provincia di Imperia il nuovo servizio online per la richiesta delle pratiche di successione, Ventimiglia, Caritas: “Donne e bambini per strada. Gli italiani comprano benzina e medicinali, i francesi alcolici e alimentari. Dove ogni giorno provano a passare i migranti che sognano di raggiungere la Francia, la Spagna e l’Inghilterra. Ventimiglia.Proseguono in frontiera i controlli su chi entra in Italia. Chiudere le frontiere finirà per ucciderci». Sparma? "In questi anni il dispiegamento di forze della Polizia francese è stato imponente, a Mentone come in Val Roya, ma è stato inefficace e dannoso. Improvvisamente più di 200 persone (Sudanesi, Siriani, Afghani...) erano rimaste bloccate alla stazione di Ventimiglia. Nel Vangelo di Matteo, al capitolo 25, il Signore ci invita a riconoscerlo nella persona affamata, assetata, malata, forestiera. Ventimiglia vive di turismo, come tutta l’Italia. Vengono processati dall’Asl di Imperia, che poi comunica il risultato via mail». - aggiunge - E per non rischiare la vita le persone sono costrette a pagare, alimentando traffico e sfruttamento da parte di passeur (come testimoniato dagli arresti effettuati dalle forze dell'ordine). Con la poesia sfidò gli orrori del comunismo e le sue sofferenze sono diventate universali, Rinasce la “Numero Uno”, l’etichetta di Mogol-Battisti, Il Fre di Yannick Alléno cerca la terza stella Michelin nel rinnovato Réva di Monforte d’Alba, La stella del Manchester United che regala libri ai bambini, Da Tokyo a… Torino, ecco le città del Masters, Contratto sociale, Hamilton oltre la F1: “Con la Mercedes cambierò il mondo”, Anziana di Domodossola chiede un prestito “conveniente” ma è una truffa e perde 10 mila euro, Covid, la “tempesta” per gli addetti alle onoranze funebri, Carlen, l’inventore del “Momber” e del “taxi gratuito”, Vercelli, il talento letterario di Primo Levi debuttò sul settimanale del Pci, Cuneo, nei disegni di Leonardo i paesaggi della bargiolina, Il Piemonte omaggia undici eroi della Resistenza senz’armi, Lo Stato accelera sulla vendita di Montepaschi e si tiene per sé le cause legali contro l’istituto. persone sono costrette a pagare, alimentando traffico e sfruttamento da parte Tre giorni fa, alla stazione di Mentone-Garavan, un treno è stato fermato, tutti i passeggeri sono stati fatti scendere, prima di lanciare dei lacrimogeni per stanare due ragazzi migranti che si erano nascosti nei bagni. Chiudere ancora questa front. «Durante il lockdown chi era costretto a muoversi dall’Italia verso la Francia impiegava due ore e mezza per fare 20 chilometri. Consapevoli dei comprensibili disagi per il quartiere, crediamo Sant’Antonio, aperta grazie alla volontà del Vescovo, Mons. Dianese&Golfo-Sestrese 1-0: Mehmetaj lancia i giallorossoblu (VIDEO), Reggio Calabria: l'avvocato di Scajola Elisabetta Busuito non ha dubbi "L'ex Ministro deve essere assolto". bambini piccoli) sono nuovamente costrette a trovare soluzioni di fortuna in Mazzini’ di Levà, ‘Soleri’ di Taggia e ‘Pastonchi’ la bandiera verde, Ospedaletti: cartello di vendita affisso a Villa Sultana, la storia infinita dell'ex primo Casinò d'Italia (Foto), Domani sera nuovo incontro on-line organizzato dallo sportello d'ascolto dell'associazione 'Noi4You', 'Giornata mondiale dei Diritti dell'Infanzia e dell'Adolescenza': il 20 illuminata di verde la rotonda di San Bartolomeo al Mare, ISTITUTO COMPRENSIVO SANREMO CENTRO LEVANTE, Calcio, Promozione. è stato limitato, come nei mesi in cui sono stati impediti nuovi ingressi per Davanti alla spiaggia dei Balzi Rossi, dove finisce la Francia e incomincia l’Italia, un sindaco ha anticipato con un piccolo avamposto quello che sembra essere il futuro di tutti. Oltre a questo, ci saranno dei servizi mobili ai valichi principali. Ma bloccare la circolazione fra due Stati è folle. «Ma anche solo dover mostrare un lasciapassare per noi frontalieri sarà un disastro, si creeranno lunghe code, sarà il caos» dice il signor Parodi. tempo collaborano ma soprattutto contestano il continuo rinnovo della "I primi ad accorgersi, nei giorni precedenti, del quotidiano incremento di persone in viaggio, erano stati i seminaristi della Diocesi, impegnati nel periodo della Quaresima in un servizio di aiuto alle persone senza dimora. sospensione degli accordi di Schengen da parte del loro Governo e la mancanza Autocertificare. dannoso. Giovane che ci mette voglia e impegno", Calcio, Promozione. - ricorda Marmo - Quella sera è iniziato, come altre volte è successo nella storia di Ventimiglia, una nuova fase di convivenza con il fenomeno della migrazione, della fuga di tante persone da paesi in guerra o impoveriti". La situazione economica è preoccupante. c’è la frontiera e si fermano più o meno a lungo a causa dei controlli. Ecco la tenda, i due medici incaricati con le tute e le protezioni di sicurezza. E per non rischiare la vita le «Ero molto preoccupato», dice il primo cittadino di Ventimiglia Gaetano Scullino. Il settore turistico sta patendo enormemente, i licenziamenti in Francia sono continui. S.p.A. francese è stato imponente, a Mentone come in Val Roya, ma è stato inefficace e N. 2/2016 del 30/12/2016 Tribunale civile e penale di Imperia. Ogni giorno da qui passano 7 mila frontalieri italiani che vanno a lavorare in Francia e 4500 francesi diretti a Ventimiglia. europei, lo dimostrano il fatto che in alcuni anni le richieste di asilo sono Suetta, ed alla dell’ordine). Chi torna da alcune regioni in particolare - Alvernia-Rodano-Alpi, Corsica, Hauts-de-France, Île-de-France, Nuova Aquitania, Occitania, Provenza-Alpi-Costa Azzurra - deve chiedere alla propria Asl di poter fare un tampone. Continuiamo a tenere aperto il nostro cuore ed a cercare insieme risposte umane: Ventimiglia CONfine Solidale”. "Dannoso perchè ha reso il viaggio più rischioso e costoso. Stefano Mai: no alla chiusura degli sportelli bancari nei piccoli Comuni... ‘Pieroad’, il 27enne Nicolò Guarrera é arrivato alla fine dell’Europa continentale:... Covid, due nuovi casi tra gli alunni nel distretto sanitario ventimigliese. potesse essere di breve durata e che non avere un luogo di accoglienza non Paesi già considerati ad alto rischio di contagio. © 2020 Riviera Time - Testata giornalistica - Aut. "Anche l'11 giugno 2015 era un giovedì. in questi giorni a causa della situazione sanitaria, decine ed in alcuni Questa è la frontiera dei turisti e dei camionisti, delle merci e delle famiglie. Dove continuamente la polizia francese respinge questi tentativi, con tutti i mezzi a disposizione. Belgio, Germania, Svezia… Le persone vengono respinte quotidianamente, per i Come è possibile bloccare una via maestra che collega l’Europa da Est a Ovest? C’è l’autostrada più in alto. Improvvisamente più di 200 persone (Sudanesi, Siriani, Afghani…) erano rimaste bloccate alla stazione di Ventimiglia. Chiusura campo per migranti grande passo indietro”, Ventimiglia, associazioni: “Dopo chiusura campo tante famiglie per strada. “Proprio come oggi anche l’11 giugno 2015 era un giovedì. alti. «Durante il lockdown chi era costretto a muoversi dall’Italia verso la Francia impiegava due ore e mezza per fare 20 chilometri. Insomma, prenotarsi. La situazione economica è preoccupante. DALL’INVIATO A VENTIMIGLIA. Il Governo francese aveva deciso di reintrodurre i controlli alla frontiera e “respinto” le persone che non erano in possesso dei documenti per entrare nel paese, senza prendere in considerazione eventuali richieste di asilo". Ogni volta che per qualche ragione il servizio è stato limitato, come nei mesi in cui sono stati impediti nuovi ingressi per la necessità di effettuare lavori di manutenzione all'interno del campo, o come in questi giorni a causa della situazione sanitaria, decine ed in alcuni momenti centinaia di persone (anche minori soli, donne incinte e famiglie con bambini piccoli) sono nuovamente costrette a trovare soluzioni di fortuna in diversi luoghi della città". Quella sera è iniziato, come altre volte è successo nella storia di Ventimiglia, una nuova fase di convivenza con il fenomeno della migrazione, della fuga di tante persone da paesi in guerra o impoveriti. Coronavirus, sulla frontiera di Ventimiglia che si prepara all’onda d’urto: “Troppa incertezza sui controlli”, «Nulla è chiaro» dice Roberto Parodi, il presidente dell’associazione frontalieri. - ricorda - La realizzazione del Campo del Parco Roya è stata ed è fondamentale. momenti centinaia di persone (anche minori soli, donne incinte e famiglie con delle Associazioni, dei singoli cittadini. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Dannoso perché ha reso il viaggio più rischioso e costoso. Il direttore della Caritas Diocesana Ventimiglia-Sanremo, Maurizio Marmo interviene sulla chiusura della frontiera francese ai migranti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. Fare il test. Tutti i diritti sono riservati. Devono farlo. Salva-Mediaset, ira di Bolloré: “Pronto al ricorso in Europa”, Dall'inclusione sociale alla svolta verde, Visco tratteggia il futuro di Banca d'Italia, Musica, in Europa significa 2 milioni di posti di lavoro e 81,9 miliardi di entrate annue, Se professori e studenti si ritrovano davanti a scuola, Anna Achmatova, la vostra voce sono io. Tutto questo era vero fino a ieri, quel servizio locale basato sul principio della volontarietà. Ma adesso, proprio la zona della Provenza e della Costa Azzurra, da Marsiglia seguendo la costa fino a Nizza, Montecarlo e Mentone, è la zona con più casi di Covid di tutta la Francia oltre a Parigi. richiedono che Ventimiglia continui a vivere la solidarietà, grazie all’impegno delle Istituzioni, della Croce Rossa, delle Organizzazioni non Governative, La collocazione geografica e la situazione storica transito, ma anche alla vita quotidiana dei cittadini di Ventimiglia. Chiusura del campo Roja, Papini (Caritas): “Ci siamo passati nel 2016. GNN - GEDI gruppo editoriale A Montecarlo hanno appena chiuso quattro alberghi da 400 stanze l’uno». Non ci sono tutele per i lavoratori con contratti a tempo determinato o con contratti interinali. Il settore turistico sta patendo enormemente, i licenziamenti in Francia sono continui. Copyright © 2013 - 2020 IlNazionale.it. Roya è stata ed è fondamentale. Ma non sarà un blocco fisico, non sarà una barriera. Il Governo francese aveva deciso di reintrodurre i controlli alla frontiera e “respinto” le persone che non erano in possesso dei documenti per entrare nel paese, senza prendere in considerazione eventuali richieste di asilo. «Ma credo che questo genere di controllo dovrebbe spettare alle autorità sanitarie». Sono state una ventina le persone morte lungo i binari della ferrovia ed elettrificate sui treni, sull'autostrada (ricordiamo Milet, la sedicenne eritrea investita da un camion nell'ottobre 2016), cadute per i dirupi dei sentieri di montagna, annegate nel fiume Roya. Ormai Informativa. Partita Iva: IT 03401570043, In Piemonte nasce il panettone artigianale più alto d'Italia, L’AC Ponente Ligure dona 6.000 euro i Comuni della Valle Argentina colpiti dalla calamità dell’ottobre scorso, Sanremo: l’Accademia della Pigna chiede l’intitolazione dell’ex Oratorio di Santa Brigida a Gin De Stefani, Treno della solidarietà da Cuneo a tenda e La Brigue: consegnate derrate alimentari offerte da aziende del cuneese, Imperia: la solidarietà degli imperiesi ha portato il fieno agli animali del circo 'Millenium' (Foto), Una lunga serie di iniziative in esclusiva per Zonta Club Sanremo a partire dal 25 novembre, Taggia: ricevuta dalle scuole primarie ‘G. Ma non è così: le persone giungono in città perché È una situazione indubbiamente molto difficile da gestire e E' una situazione indubbiamente molto difficile da gestire e con la quale convivere, mai era durata per così tanto tempo e con numeri così alti". sia stato importante il servizio svolto dai tanti volontari presso la Chiesa di In questi anni il dispiegamento di forze della Polizia "Anche l'11 giugno 2015 era un giovedì. “principio di fraternità” ma non ancora un ripensamento sulla decisione più Ventimiglia, è un Michael Ventre stellare: "Cambiato atteggiamento e approccio. importante: la riapertura della frontiera. davanti alla stazione o lungo il fiume. iera potrebbe avere delle conseguenze molto gravi. Mazzini”, “Soleri” e “Pastonchi”. La realizzazione del Campo del Parco Perché da oggi la frontiera italiana con la Francia cambia. Il penultimo negozio prima della frontiera sta sulla curva del comune di Latte, è un piccolo supermercato Conad gestito dal signor Marcello Orengo di 77 anni: «Finché ti prendono la temperatura per andare a votare va tutto bene, è giusto. Il passaggio è continuo. Le persone vengono respinte quotidianamente, per i controlli effettuati sulla base del colore della loro pelle, ma riprovano fino a quando riescono a passare". abbiamo constatato che maggiore ed adeguati sono l’informazione, i servizi, Questa è una frontiera molto difficile da controllare. di persone che sono arrivate a Ventimiglia sono riuscite ad oltrepassare il elettrificate sui treni, sull’autostrada (ricordiamo Milet, la sedicenne di passeur (come testimoniato dagli arresti effettuati dalle forze Così da sempre. I primi ad accorgersi, nei giorni precedenti, del quotidiano incremento di persone in viaggio, erano stati i seminaristi della Diocesi, impegnati nel periodo della Quaresima in un servizio di aiuto alle persone senza dimora. «Siamo in attesa di notizie da parte del ministero», diceva. Non ci sono tutele per i lavoratori con contratti a tempo determinato o con contratti interinali. La risposta delle Istituzioni è stata pronta, con la creazione del centro sentieri di montagna, annegate nel fiume Roya. richiamasse nuovi arrivi.
2020 chiusura frontiera ventimiglia