Qui il 12 giugno, il parlamento... Scomparsi oggi: 2003 - Gregory Peck (17 anni fa): Tra i divi assoluti di Hollywood, è stato uno degli attori di maggior fascino nella storia del cinema mondiale. (Udienza generale, 24 ottobre 2018). Il Santo del giorno: 17 Novembre – Santa Elisabetta d’Ungheria, Commento al Vangelo del giorno: 17 Novembre 2020 – Il desiderio di un incontro che ci cambia la vita, Il Santo del giorno: 16 Novembre – Santa Geltrude la Grande, Commento al Vangelo del giorno: 12 Giugno 2018 – Il nostro scopo è dare sapore. Dopo due tappe fatte in 21 giorni, sfinito si accasciò a terra; vide allora apparire una figura umana di terribile aspetto, ricoperta da capo a piedi solo dai lunghi capelli e da qualche foglia. These cookies do not store any personal information. Una volta l’anno l’eremita lo raggiungeva per fargli visita e confortarlo, ma in una di queste visite, appena arrivato si inchinò per salutare e si accasciò morendo; pieno di tristezza Onofrio lo seppellì in un luogo vicino al suo ritiro. Antonio, arcivescovo di Novgorod riferisce che ai suoi tempi (1200) la testa di Onofrio era conservata nella chiesa di S. Acindino. Pafnuzio, monaco in Egitto nel V secolo, desideroso di incontrare gli anacoreti del deserto, per conoscere la loro vita e la loro esperienza eremitica, di cui tanto si parlava in quel tempo e in quella zona, si inoltrò dunque nel deserto alla loro ricerca. This category only includes cookies that ensures basic functionalities and security features of the website. Segui @SantoDiOggi. Il Signore è mia luce e mia salvezza, di chi avrò paura? Il miracolo dell’angelo fu visto pure da Pafnuzio che Onofrio condusse al suo eremo di Calidiomea, il luogo dei palmizi. These cookies will be stored in your browser only with your consent. Se il tuo occhio destro ti è motivo di scandalo, cavalo e gettalo via da te: ti conviene infatti perdere una delle tue membra, piuttosto che tutto il tuo corpo venga gettato nella Geènna. Ma io vi dico: chiunque guarda una donna per desiderarla, ha già commesso adulterio con lei nel proprio cuore. Vangelo e parola del giorno 12 giugno 2020 - Vatican News Menu Home — Santo del Giorno. Dopo il fuoco, il sussurro di una brezza leggera. Continuarono le loro conversazioni spirituali finché il santo anacoreta disse: “Dio ti ha inviato qui perché tu dia al mio corpo conveniente sepoltura, poiché sono giunto alla fine della mia vita terrena”. Ma io vi dico: chiunque ripudia la propria moglie, eccetto il caso di unione illegittima, la espone all’adulterio, e chiunque sposa una ripudiata, commette adulterio». Inizialmente spaventato, Pafnuzio cercò di scappare, ma la figura umana lo chiamò dicendogli di restare, allora egli capì di aver trovato chi cercava, era un anacoreta. Dopo il terremoto, un fuoco, ma il Signore non era nel fuoco. Il Santo del giorno – 12 Giugno – Sant’Onofrio 12 Giugno 2018 11 Giugno 2018 Marco Sant’Onofrio. Pafnuzio propose ad Onofrio di prendere il suo posto, ma l’eremita rispose che non era questa la volontà di Dio, egli doveva ritornare in Egitto e raccontare ciò di cui era stato testimone. Santo del Giorno. You also have the option to opt-out of these cookies. Out of these cookies, the cookies that are categorized as necessary are stored on your browser as they are essential for the working of basic functionalities of the website. Your browser does not support the audio element. L’eremita l’accontentò e poi lo accompagnò in un posto che era un’oasi con palmizi, stette con lui trenta giorni e poi lo lasciò solo, ritornandosene alla sua caverna. Any cookies that may not be particularly necessary for the website to function and is used specifically to collect user personal data via analytics, ads, other embedded contents are termed as non-necessary cookies. LE OPERE E I GIORNI » Vai al Calendario. Leggi e ascolta su Vatican News le letture e il Vangelo di oggi, 12 giugno 2020, con il commento di Papa Francesco. venerdì 12 Giugno 2020 Messa del Giorno Venerdì della X settimana del Tempo Ordinario (Anno pari) Grandezza Testo A A A. Colore Liturgico Bianco. Il tuo contributo per una grande missione: Copyright © 2017-2020 Dicasterium pro Communicatione - Tutti i diritti riservati. 56950 > Beata Mercedes Maria di Gesù Fondatrice 12 giugno 56870 > Sant' Odolfo 12 giugno 94103 > Sant' Odulfo di Utrecht Monaco 12 giugno 56850 > Sant' Onofrio Eremita 12 giugno 56890 > Beato Placido (da Roio) di Ocre Abate 12 giugno 97560 > San Troscan Santo irlandese 12 giugno Il Santo del giorno: 18 Novembre – Santa Filippina Rosa Duchesne. But opting out of some of these cookies may have an effect on your browsing experience. Stabilitasi una fiducia reciproca, cominciarono le confidenze, l’eremita disse di chiamarsi Onofrio e stava nel deserto da 70 anni e di non aver mai più visto anima viva, si nutriva di erbe e si riposava nelle caverne; ma inizialmente non fu così, aveva vissuto in un monastero della Tebaide a Ermopolis, insieme ad un centinaio di monaci. Ed ecco che il Signore passò. Commento al Vangelo del giorno: 18 Novembre 2020 – Fai del tuo meglio! Antifona. Onofrio poi racconta a Pafnuzio di come si adattava al cambio delle stagioni, di come resisteva alle intemperie e di come si sosteneva, un angelo provvedeva quotidianamente al suo nutrimento, lo stesso angelo la domenica gli portava la s. Comunione. Home — Messa del Giorno. Si lavora con lealtà, si parla con sincerità, si resta fedeli alla verità nei propri pensieri, nelle proprie azioni. This website uses cookies to improve your experience while you navigate through the website. It is mandatory to procure user consent prior to running these cookies on your website. Il nome Onofrio è di origine egizio e significa ‘che è sempre felice’. La fedeltà è un modo di essere, uno stile di vita. Ed ecco, venne a lui una voce che gli diceva: «Che cosa fai qui, Elìa?». commento al vangelo del giorno, il santo del giorno e sussidio alla preghiera della famiglia. Come l’udì, Elìa si coprì il volto con il mantello, uscì e si fermò all’ingresso della caverna. Fu pure detto: “Chi ripudia la propria moglie, le dia l’atto del ripudio”. Il Santo del giorno 11 giugno: santo del 11 giugno e altri Santi di questo giorno Il nome Onofrio è di origine egizio e significa ‘che è sempre felice’. L’immagine di s. Onofrio anacoreta nudo, ricoperto dei soli capelli, fu oggetto della rappresentazione figurata nell’arte, in tutti i secoli, arricchita dei tanti particolari narrati, il perizoma di foglie, il cammello, il teschio, la croce, l’ostia con il calice, l’angelo. Ci fu un vento impetuoso e gagliardo da spaccare i monti e spezzare le rocce davanti al Signore, ma il Signore non era nel vento. E se la tua mano destra ti è motivo di scandalo, tagliala e gettala via da te: ti conviene infatti perdere una delle tue membra, piuttosto che tutto il tuo corpo vada a finire nella Geènna. Indipendentemente dalla esistenza storica di Onofrio, la ‘Vita’ greca di Pafnuzio si conclude dicendo che il santo eremita, morì un 11 giugno, comunque s. Onofrio è celebrato il 12 giugno nei sinassari bizantini. Poi ungerai Ieu, figlio di Nimsì, come re su Israele e ungerai Elisèo, figlio di Safat, di Abel-Mecolà, come profeta al tuo posto». venerdì 12 Giugno 2020 San Leone III Dal Martirologio. SANTO DEL GIORNO. (adsbygoogle = window.adsbygoogle || []).push({}); Necessary cookies are absolutely essential for the website to function properly. In quei giorni, [Elìa, giunto al monte di Dio, l’Oreb,] entrò in una caverna per passarvi la notte, quand’ecco gli fu rivolta la parola del Signore: « Esci e férmati sul monte alla presenza del Signore». Questo abbigliamento era solito negli anacoreti, che abituati a star soli e visti solo dagli angeli, alla fine facevano a meno di un indumento difficile a procurarsi o a sostituire lì nel deserto. Ma per arrivare ad una vita così bella non basta la nostra natura umana, occorre che la fedeltà di Dio entri nella nostra esistenza, ci contagi. Egli rispose: «Sono pieno di zelo per il Signore, Dio degli eserciti, poiché gli Israeliti hanno abbandonato la tua alleanza, hanno demolito i tuoi altari, hanno ucciso di spada i tuoi profeti. Il suo culto e il suo ricordo fu esteso in tutti i Paesi dell’Asia Minore e in Egitto, tutti i calendari di queste regioni lo riportano chi al 10, chi all’11, chi al 12 giugno; in arabo è l’Abü Nufar, (l’erbivoro), qualifica che gli si adatta perfettamente. Dopo il vento, un terremoto, ma il Signore non era nel terremoto. In quel tempo, Gesù disse ai suoi discepoli: «Avete inteso che fu detto: “Non commetterai adulterio”. Una vita intessuta di fedeltà si esprime in tutte le dimensioni e porta ad essere uomini e donne fedeli e affidabili in ogni circostanza. We also use third-party cookies that help us analyze and understand how you use this website. Cerca un santo: Venerazione del Giorno. Il Signore gli disse: «Su, ritorna sui tuoi passi verso il deserto di Damasco; giunto là, ungerai Cazaèl come re su Aram. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Prima che egli partisse, una frana ridusse in rovina la caverna di Onofrio, abbattendo anche i palmizi, segno della volontà di Dio, che in quel posto nessun altro sarebbe vissuto come eremita. Dopo averlo benedetto si inginocchiò in preghiera e morì; Pafnuzio ricopertolo con parte della sua tunica, lo seppellì in un anfratto della roccia. Il Santo del giorno primo giugno: santo del primo giugno e altri Santi di questo giorno. In Egitto era un appellativo di Osiride. Sono rimasto solo ed essi cercano di togliermi la vita». La ‘Vita’ scritta da Pafnuzio, è nota anche in diverse recensioni orientali, greca, copta, armena, araba; essa ci presenta in effetti un elogio della vita monastica cenobitica e nel contempo, una presentazione dello stato di vita più perfetto: la solitudine nel deserto. In Egitto era un appellativo di Osiride. Il Santo del giorno: il santo di oggi e il calendario delle celebrazioni di tutti santi e ricorrenze dell'anno Ma desideroso di una vita più solitaria sull’esempio di s. Giovanni Battista e del profeta Elia, lasciò il monastero per dedicarsi alla vita eremitica; inoltratosi nella zona desertica con pochi viveri, dopo alcuni giorni incontrò in una grotta un altro eremita, cui chiese di iniziarlo a quella vita così particolare. Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti. In Lui, e solo in Lui, c’è l’amore senza riserve e ripensamenti, la donazione completa senza parentesi e la tenacia dell’accoglienza fino in fondo. A Roma presso san Pietro, san Leone III, papa, che conferì a Carlo Magno, re dei Franchi, la corona del Romano Impero e si adoperò con ogni mezzo per difendere la retta fede e la dignità divina del Figlio di Dio.
2020 12 giugno santo del giorno