Ha un figlio ed è separato dalla moglie che non gli permette di vederlo. Fallita la vendetta e morto Spagnardi, viene arrestata dalla Duomo. Goffredo Pulvirenti, interpretato da Massimo Corvo (stagioni 3-6), è il giudice che collabora con la Duomo a partire dalla terza stagione. Dopo vari tentativi, Patrizia riesce a scappare e incontrare Nigro all'hotel. Alla fine dell'ottava stagione si riavvicina alla famiglia. Stefano Lauria, interpretato da Massimo Poggio (guest stagione 1), è il primo vicequestore aggiunto della Duomo di Palermo prima dell'arrivo di Claudia Mares con la quale aveva una relazione. Sposato con una donna di nome Angela, e con due figlie: Greta e Bianca. Ha una concezione imprenditoriale e protettiva di controllo del quartiere. Avvertito dai medici che Lara non si sveglierà dal coma, le mette l'anello al dito, dichiarandola, in solitudine, sua moglie. Dopo essere stato rapito dal figlio Achille, che lo ha legato (sorvegliato) in una casa abbandonata come un cane, nel tentativo di prendere il suo posto nella commissione mafiosa, si allea con Dante Mezzanotte, giunto per liberarlo per vendicare insieme la morte del piccolo Leonardino Abate e contrastare l'ascesa del giovane Ferro. Con un suo codice morale, Nicola a suo modo crede di stare dalla parte del bene. Si uccide insieme alla sorella all'arrivo dei Ragno nel suo covo di Giarre. Viene ucciso da Vito Sciuto per evitare che sparasse alla collega Francesca Leoni durante una sparatoria. Ruggero Geraci noto come U' Puparo, interpretato da Gigio Morra (stagione 3), è un vecchio mafioso, ex affiliato al clan di Tommaso Buscetta, amico della famiglia Abate. La famiglia corleonese dei Manzella però lo fa uccidere in carcere perché Rosy non vuole restituirgli i loro soldi, circa un milione di euro che avrebbe dovuto dare a Lipari. Il rapporto che ha con Rosy, però, finisce per scaturire la gelosia di Lara, che lo tradisce con Pietrangeli. Tito Nerone, interpretato da Luca Lionello (stagione 4), è un killer mercenario assoldato dapprima dai Mezzanotte e poi da Ilaria Abate. Marco Arceri, interpretato da Giorgio Caputo (stagione 6), è un ex agente del SISMI e collega di De Silva. Viene ucciso da De Silva con un colpo di pistola alla testa, durante un incontro proprio con quest'ultimo e Mizio Portanova, il fratello minore di Vito. Lara Colombo, interpretata da Ana Caterina Morariu (stagioni 5-7), è il vicequestore aggiunto dell'Antimafia di Catania e appare all'inizio della quinta stagione quando, durante un'operazione sotto copertura, salva Calcaterra dalla botola in cui è rinchiuso. Soprannominato anche lo Stregone per la sua bravura e freddezza, cerca sempre di fare del suo meglio per manipolare le persone e sfruttarle per i propri scopi. Al di fuori della sua vita da killer, vive con la compagna Cecilia in un appartamento e lavora in un circo presso il quale fa il pagliaccio per i bambini. With Giulia Michelini, Paolo Pierobon, Giordano De Plano, Marco Bocci. Alla fine della serie, due notizie sconvolgono nuovamente la sua vita: a causa di un peggioramento alla schiena, è costretto a lasciare nuovamente il suo ruolo attivo; Anna, invece, aspetta un figlio da lui. Questo però si salva ancora una volta, raggiunge e attacca l'ambulanza che sta trasportando De Silva e Calcaterra in ospedale ma rimane ucciso nel parapiglia con i due all'interno della vettura. Nella seconda stagione dello spin-off Rosy Abate - La serie, Ivan ricompare sotto forma di flashback a Rosy. Dopo la morte dei genitori è lui a occuparsi della famiglia, facendo da padre ai fratelli e gestendo gli affari di famiglia assieme al fratello Vito e all'amico d'infanzia Giacomo Trapani. Viola, interpretata da Silvia De Santis (stagione 1), è un'ottima componente della Duomo ma anche esperta di informatica e sarà determinante nel corso delle indagini più sofisticate. È l'esecutore materiale dell'esplosione della bomba alla riunione della Commissione dove perdono la vita i Barra e gli Orlando mentre all'oscuro di tutti salva Veronica Colombo con la quale architetta la scalata a Crisalide e intrattiene una relazione. A questo punto, propone ai Marchese l'affare dell'uranio: 100 barre di uranio, le quali saranno vendute tramite un'asta. Con questo Milla minaccia di morte De Silva in cambio d'aiuto nei suoi confronti e in quelli del suo capo, che ancora rimane sconosciuto. In seguito si allea con i Corda perché ha perso tutto ma alla fine della stagione viene uccisa da Settembrini mentre tenta di scappare dal covo. 2). Oltre a loro al porto ci sono i "Servizi Segreti", Torrisi e Rachele che stanno facendo l'asta per l'uranio e i Corda che stanno aspettando il carico. Nella settima stagione, dopo aver rivelato all'amico Calcaterra le sue intenzioni di ritentare un matrimonio soltanto con Lara, la chiede in sposa e lei accetta. È un ragazzo molto dinamico e sincero e ha un rapporto quasi fraterno con Gigante, con cui si confida nei momenti più difficili. All'arrivo della polizia i due riescono a nascondersi e riescono ad arrivare al carico. Verrà ucciso da Veronica Colombo dopo aver scoperto che ha avvertito la sorella Lara riguardo alla bomba che sarebbe dovuta esplodere all'Università di Catania. Alla fine dell'ottava stagione, dopo aver ucciso Rachele Ragno, si metterà insieme con Anna. Così sua sorella Ilaria, incitata dai Mezzanotte, convinta ulteriormente dopo aver origliato la chiamata con la Leoni, è costretta a ucciderlo per darsi poi alla fuga insieme ai Mezzanotte e De Silva. È costretto così a spostare i barili in capannoni acquistati da lui che poi vengono bruciati dai Manzella insieme ad alcuni suoi uomini. Domenico Calcaterra, interpretato da Marco Bocci (stagioni 3-7), è il terzo vicequestore aggiunto che comanda la squadra Duomo di Palermo dopo la sospensione di Claudia Mares. Rosy, però, ribalta la situazione e gli chiede aiuto: se lui l'aiuterà a trovare suo figlio Leonardino che è stato rapito proprio in vista di quei soldi, lei glieli darà. Continua ad aiutare il poliziotto nella sua guerra contro Crisalide alleandosi con i Ragno. Si scoprirà essere il padre di Filippo De Silva; rimane un mistero se nell'ultima puntata di Squadra antimafia - Il ritorno del Boss sia stato ucciso dal figlio. Pietrangeli ricompare come guest nella seconda stagione dello spin-off Rosy Abate - La serie: rintracciato dall'ispettore Luca Bonaccorso, rivela che il vero padre di Leonardo Abate è il vicequestore aggiunto Ivan Di Meo e nel finale si rivede al matrimonio del figlio di Rosy insieme a Licata per comunicare la notizia che la domanda per entrare nella Polizia di Leonardo è stata accettata. Nardo si rifugia in campagna in una tenuta di cinghiali dove ritrova Ivan Di Meo, passato secondo lui dalla sua parte. Francesca Leoni, interpretata da Greta Scarano (stagioni 4-6, st. 7 ep. Fiduciosa soltanto col vicequestore Tempofosco, incontrandosi nella chiesa isolata, rivela di aver collaborato con Crisalide agli inizi della carriera giudiziaria, passando documenti importanti. Nella seconda stagione, nuovamente in carcere, riesce a evadere insieme con i fratelli Carmine e Vito che rimangono uccisi. Dopo aver lasciato la fidanzata troppo oppressiva, nella terza stagione inizia una storia con Fiamma Rigosi. Nella settima stagione viene sequestrato dal clan Maglio per trovare la chiave dell'archivio di Crisalide su ordine di Veronica Colombo e, nel tentativo di salvare la giudice Ferretti e sua figlia, verrà ferito alla testa da Graziano Maglio. Lascia la Duomo nella settima stagione per seguire Marta in Africa. Happy to see ed for my glasses? Viene ucciso a tradimento dal giudice Pulvirenti mentre stava indagando su Crisalide per conto di Calcaterra. Consulente finanziaria a Siracusa, viene convinta da Tempofosco, con il quale collaborava all'Interpol, ad aiutare la Duomo. Fallito il tentativo, dopo aver rischiato di morire, coperta dai colleghi ritorna in Duomo e chiede pubblicamente scusa. Durante un'aggressione, uccide Nicola Ragno che ha scoperto che lei ha rivelato a sua sorella Lara della bomba all'università e, successivamente, diventa l'amante di Ettore Ragno, inconsapevole della sua responsabilità nell'omicidio del fratello. Torrisi viene fatto diventare un criminale dalla Ragno, e i due diventano amanti. In the first four seasons, set in Palermo, we are told the story of the struggle between the state and the Mafia through the events of the deputy superintendent of police, Claudia Mares, head of anti-mafia squad of Palermo, and Rosy Abate, a young woman tied to a mafia clan, linked by a tragic past that has brought them together. Uomo saggio e di campagna, viene arrestato insieme a don Sergio in una cascina. Dopo aver ottenuto la chiave, Spagnardi si reca al cimitero di Taormina, dove si trova l'archivio, ma dovrà fare i conti con la Duomo, soprattutto con Pietrangeli che intento a vendicare Lara, gli spara prendendolo di striscio; Spagnardi senza vie di fuga si getta in una cascata facendo un volo di 50 metri. Nel corso della carriera mafiosa collabora e si scontra con diversi clan. Questo però fa ancora il doppio gioco, uccide suo cugino Saro e poi sgozza quasi mortalmente la stessa Rachele prima di fuggire. Dopo un primo rapporto scontroso, si legherà sentimentalmente alla donna e si convince che la responsabilità della morte di Leonardo sia della sorella di Lara, Veronica. Si rifugia da un vecchio amico, Beppe, titolare di un bar. Prima uccide la domestica della Mares nonché sua ex fiamma e poi, nel tentativo di uccidere la Mares, spara ad Alfiere, uccidendolo. Aiuta Rosy di ritorno dalla Colombia e l'aiuta nei suoi affari con Vito Portanova e nella guerra contro i Manzella che gli ha ucciso la figlia con il pretesto di uccidere lui però. Preoccupata per le pessime compagnie dei figli e vedova di mafia, chiede aiuto a un vecchio amico, l'ispettore Vito Sciuto, per gestirli. Giorgio Antonucci, interpretato da Gianmarco Tognazzi (stagione 3, guest 4), è il nuovo procuratore capo di Palermo nella terza stagione e capo dei Servizi Segreti nella quarta stagione. Viene ucciso dalla polizia durante un conflitto a fuoco sacrificando la propria vita come diversivo per consentire a Rosy di fuggire con il figlio. Il vero motivo del sequestro della giovane Ferretti in realtà è il padre della ragazza: Filippo De Silva. Nella settima stagione, Carmela aiuta il figlio a evadere dal carcere inscenando il proprio rapimento per mano di Saro. Mandante del rapimento del piccolo Leonardino Abate da parte del suo compagno, viene presa di mira da Achille Ferro col quale entra in affari, inizialmente più per costrizione che per volontà. Calogero Maglio, interpretato da Maurizio Marchetti (stagione 7), originario di Trapani, è il boss alleato di Giovanni Spagnardi e Veronica Colombo per il ritrovamento della chiave di Crisalide. È un personaggio burbero, ligio al dovere e al rispetto delle regole, ma si comporta da padre comprensivo con i ragazzi della Duomo, disposto talvolta a cambiare le sue idee iniziali per loro. La morte del bambino da una svolta radicale al personaggio di Rosy Abate che, prima vittima di pazzia, decide, in seguito alla vendetta (compiuta in parte da Dante che uccide Achille per lei per poi morire), di farsi suora alla fine della sesta stagione. Nonostante si finga membro della polizia con un passamontagna, confondendosi tra le forze speciali, Pietrangeli lo riconosce. Sposatasi con Dante Mezzanotte, avvia una serie di affari mafiosi collaborando anche con Filippo De Silva. Questo codice deve essere inserito ogni 24 ore e se non viene inserito il cianuro provocherebbe la morte di De Silva. Durante un attacco mafioso presso una chiesa abbandonata, terrorizzato per le sorti della compagna all'interno del luogo sacro, corre senza riflettere verso di lei e assiste, disperato e impotente, alla sua lenta agonia in seguito a un colpo all'addome. E, dopo questo Torrisi viene ucciso dalla stessa Rachele perché lei voleva uccidere De Silva per vendicare la sua famiglia. Continua i suoi loschi affari col giovane Ferro e il boss russo Afrikanietz indisturbata. Giano Settembrini, interpretato da Davide Iacopini (stagione 8), è un ispettore capo della Narcotici dai modi spicci e pratici, su cui è stata gettata addosso l'ombra del corrotto. Entrambi sono interpretati da, Colonnello dei Carabinieri che ha fatto arrestare Calcaterra, interpretato da, Uomo di Basile ucciso dai Ragno nel covo di Giarre, interpretato da, Uomo di Trapani e interlocutore con l'americano (stagione 1) - Michele Marino, consigliere regionale membro di Crisalide e fedele alla linea di Mantia fino al cambio con Spagnardi e Veronica Colombo. Il capo dell'ASI racconta alla Duomo che Mantia, discendente del duca di Catania, è stato collaboratore del disciolto SISDE e reclutatore di De Silva; sarebbe morto durante un'operazione in Medio Oriente ma proprio lì avrebbe gettato le basi di Crisalide. Torturata proprio dai Maglio, dichiara di non sapere dove sia la chiave. Lascia la Duomo alla fine della prima stagione. Nella terza stagione aiuta Rosy nella sua resa alla polizia, non più in veste ufficiale da avvocato poiché radiato dall'albo. Gigante ha una vita privata alle spalle molto travagliata a causa della sofferenza di sua moglie, che sostiene di non avere più un marito al suo fianco dato che, per fare parte della Duomo, egli ha lasciato Roma da ormai diverso tempo e si è stabilito a Palermo per continuare il suo lavoro. Dopo la morte di Claudia Mares, a seguito dello scoppio di una bomba indirizzata a lei, Rosy, decisa a trovare gli assassini dell'amica, collabora con il vicequestore Domenico Calcaterra, nuovo compagno di Claudia e padre del figlio che portava in grembo. Tradito dalla sua donna, viene ucciso da Achille Ferro durante uno scontro mafioso. Goffredo Collina, interpretato da Massimo Wertmüller (stagione 7), è il suocero di Anna Cantalupo oltre che un suo ex professore universitario. Viene tratto in ostaggio da Calcaterra con la collaborazione di De Silva ai quali svela il nascondiglio dei nuovi capi di Crisalide (stagione 6 ep. Originario di Milano, è un ragioniere nonché un esperto informatico ma anche un valido poliziotto d'azione sul campo. Fiamma Rigosi, interpretata da Alice Palazzi (stagioni 2-3), agente della Duomo arrivata nella seconda stagione. Fa piazzare una serie di bombe a Catania che vengono disinnescate dalla Duomo e da De Silva mentre lui stesso insieme a una complice decide di uccidere Rosy Abate in un convento ma non riesce nel suo intento perché la suora accoltella i due criminali per difesa dopo essere stata quasi strangolata da Spagnardi che finisce in coma. Ulteriormente sconvolto dalla rivelazione dell'infermità mentale di Calcaterra e dal ricordo, sempre vivo, della perdita di molti colleghi (tra cui Alfiere, Ivan, Fiamma, Luca, Claudia, Gaetano e Lara), decide di lasciare la polizia definitivamente. Una volta via dal porto, però, la ferita di Milla si aggrava e la donna è in fin di vita. Giunti sul posto dove dovrebbe essere detenuto Leonardino, in uno scontro a fuoco muore Pino e Dante, ferito, è costretto a fuggire. Poi muore. Nasce così tra Patrizia e Nigro una relazione sentimentale segreta: i due si vedono in una suite di un hotel a Catania. Nello spin-off si scopre che non ha ucciso Leonardo Abate. Ilaria La Viola, il cui vero nome è Ilaria Abate, interpretata da Serena Iansiti (stagione 4), è la compagna di cella di Rosy Abate, nonché sua inconsapevole cugina e, insieme al fratello Umberto Nobile (vero nome Carmine Abate), vuole rubarle il cd contenente la lista di nomi di politici implicati nella mafia, fonte di soldi e potere. Carmine Abate, che, dopo l'adozione, diviene Umberto Nobile, interpretato da Tommaso Ramenghi (stagione 4), è un imprenditore siciliano idealista e determinato a mantenersi pulito nella speranza che la Sicilia possa avere un futuro migliore. Watch Queue Queue Scappato in America ritorna a Palermo dove fa uccidere dal killer Marino Scalia il vicequestore della Duomo Stefano Lauria che stava indagando su di lui e sull'organizzazione che stava mettendo su in grado di contrastare Lo Pane, grazie al commercio dell'eroina e alla macellazione clandestina. Ha una conversazione di qualche secondo con Rosy sull'altalena dove Achille Ferro sparó al bambino. Fabrizio Lorri detto Alfiere, interpretato da Ninni Bruschetta (stagioni 1-2), è il commissario capo di polizia e il membro più anziano della Duomo. Il 13 gennaio del il gruppo Telecom ha mutato il nome in Tim ed ha aggiornato buona parte delle offerte presenti nel listino. Patrizia viene così rinchiusa nella nuova villa di Don Ulisse. Appresa la notizia, organizza un incontro con la stessa Ferretti per ottenere ciò che vuole e viene uccisa insieme ai Maglio da De Silva, il quale libera Ada, madre di sua figlia Sara. La Duomo scopre il nascondiglio indirettamente grazie al segnale del cellulare di Di Meo e così, dopo un lungo inseguimento nel quale Ivan riesce a scappare, Nardo Abate, ferito da un colpo sparato dai poliziotti, viene arrestato brillantemente. Arrestato al porto di Palermo, muore in un'esplosione probabilmente ordinata dal colonnello dei Servizi segreti deviati Eugenio Greco, mentre il boss veniva portato in questura. Nella quinta stagione, con l'aiuto fondamentale della fisioterapista Anna, che diventa sua compagna, riesce a ristabilirsi e a ritornare operativo sul campo. Salvato in extremis dove era stato rinchiuso con De Silva da Tito Nerone, Calcaterra si ritrova a doversi trasferire con la squadra a Catania per ritrovare il piccolo Leonardo, figlio di Rosy Abate, che è stato rapito. Cast Squadra Antimafia 5 - Palermo oggi Un film di Beniamino Catena. Ricompare poi alla fine della quarta stagione: prosciolto da ogni accusa, si presenta alla Duomo raccontando di essere sempre stato un dirigente dei servizi segreti infiltrato in Sicilia. e. Squadra antimafia - Palermo oggi (TV Series –) cast and crew credits, See agents for this cast & crew . Nonostante all'apparenza sia perennemente nervoso, è un simpaticone e ha sempre la battuta pronta. Filippo De Silva, il cui vero nome è Leone Mazzeo, interpretato da Paolo Pierobon (stagioni 2-8, guest 5), è un ex tenente colonnello dei servizi segreti e collabora con vari personaggi, mafiosi e non, nel corso delle varie stagioni. Watch Queue Queue. Muore suicida nel carcere. Proprio durante l'occultamento del crimine, il vicequestore aggiunto Anna Cantalupo e l'ispettore Carlo Nigro arrivano alla villa di Mazzeo per porle alcune domande. Bruno Orsini detto Orso, interpretato da Massimo De Lorenzo (stagioni 5-8), è l'ispettore di Catania presente a partire dalla quinta stagione. Davide Tempofosco, interpretato da Giovanni Scifoni (stagione 7, guest 8), è il quarto vicequestore aggiunto della squadra Duomo (che durante la guida di Calcaterra si è trasferita da Palermo a Catania, fondendosi con la squadra comandata da Lara Colombo), che sostituisce Calcaterra durante la convalescenza per il colpo alla testa. Nonostante il perenne contrasto con la Mares, la morte del vicequestore lo addolora non poco, conscio di aver perduto un eccellente poliziotto. Gaetano Palladino noto come Palla, interpretato da Ludovico Vitrano (stagioni 4-5, guest 6), amico di vecchia data di Calcaterra, è l'ispettore della Duomo a partire dalla quarta stagione e ha un passato come alcolista. Ha, da sempre, un legame tormentato con l'amica/nemica Claudia Mares, vicequestore della squadra Duomo di Palermo, dalla quale viene più volte carcerata, salvata e aiutata. Soltanto nella ottava stagione si verrà a sapere che la donna ha perso, apparentemente, la vita in seguito all’esplosione di una pompa di benzina. Gaspare Corvo, interpretato da David Coco (stagione 7), è il figlio di Don Alfio e nuovo compagno di Rachele Ragno. Alla fine della quinta puntata, seguendo Rosy fino a un parcheggio, Claudia Mares scopre che lui è la talpa della Duomo per Rosy Abate. A causa di quel terribile evento che gli cambiò la vita soffre di grandi crisi depressive, e spesso si rifugia nella droga. Dopo avergli visto estrarre la pistola, lo uccide per legittima difesa. Nell’ottava stagione, mentre si trova in ospedale viene aggredita da un uomo che tenta di ucciderla ma Rachele ha la meglio, riuscendo a scappare dall’ospedale. Latitante, nella settima stagione si affilia al clan dei Corvo intrattenendo una relazione con Gaspare Corvo per poi abbandonandolo moribondo nel corso di una sparatoria con la Duomo venendo salvata da De Silva. In uno scontro a fuoco a fine stagione, Dante resta ferito gravemente e viene preso dagli agenti della Duomo mentre lei cerca di fuggire con un aereo privato ma, raggiunta da Rosy, viene uccisa con un colpo di pistola alla tempia da quest'ultima. Sconvolta dal dolore, dopo poco tempo Francesca inizia una relazione con il collega Gaetano Palladino, da tempo innamorato di lei. Nell'ottava stagione si viene a sapere dalla madre dell'ispettore Rosalia Bertinelli che Nardo è il vero padre di Rosalia. Nel frattempo, Mazzeo le dà un compito: deve portare un messaggio a due mafiosi, che però decidono di tenerla rinchiusa come garanzia. Ulisse Mazzeo, conosciuto inizialmente come Giovanni Reitani, interpretato da Ennio Fantastichini (stagione 8), è un mafioso tornato dall'Africa in Italia dopo 40 anni, di cui 30 passati in galera negli Stati Uniti. Partecipa al summit nel quale perde la vita Ettore e infine viene arrestato dalla Duomo sotto gli occhi della madre. Antimo Corda, interpretato da Paolo Mazzarelli (stagione 8) è il figlio di Adamo Corda, colui che ha trovato e poi accolto Rachele nella sua famiglia. Ricattato dal Catanese e da Vitale, è costretto a svelare dove è nascosta Rosy e mentre questi stanno per andare via prende la sua pistola e cerca di sparare al Catanese che però prontamente si gira e gli spara. Viene arrestato dalla Duomo durante un blitz e rinchiuso in carcere insieme al fratello. Patrizia viene convinta da Ulisse Mazzeo a seguirlo verso la sua terra natia, la Sicilia, inconsapevole della vendetta programmata dal boss e dalle azioni criminali che avrebbe compiuto in seguito. Contrario alle idee e alle azioni di Claudia Mares, ne ostacola spesso e volentieri il lavoro estromettendola dai casi o addirittura sospendendola dal servizio di vicequestore, assecondando così anche l'aspirante capo Calcaterra nella terza stagione. Vito Sciuto, interpretato da Dino Abbrescia (stagioni 5-8), è l'ispettore capo di Catania presente a partire dalla quinta stagione con Lara Colombo. Rosy resta ad accarezzargli il viso piangendo per qualche minuto. Viene ucciso da Ulisse Mazzeo per vendicare la sua famiglia che è stata sterminata, molti anni prima, da diversi clan, fra cui il clan Corda. Nella settima stagione si scoprirà che ha una moglie. Sopravvive e, riorganizzatosi con i suoi uomini, decide di vendicarsi di De Silva, assassino di Veronica, e quindi si allea con Carmela Ragno dato che anche suo figlio Saro è stato ucciso dall'ex agente segreto. The end of this cycle will see the death of Mares. Innamoratosi di lei, ne copre l'operato fuori dalle regole in più occasioni, fino all'arresto di Saverio Torrisi, acerrimo nemico della donna. Dopo la morte dei Maglio e di Collina entra in affari con De Silva, Rachele Ragno e Don Alfio Corvo per portare a termine il "Progetto Poseidone". Nel corso della settima stagione, sostituita dal vicequestore Tempofosco nella direzione della sua squadra, convinta della colpevolezza del magistrato Ada Ferretti collusa con la mafia e poco fiduciosa nelle capacità del collega, lo pedina sino a una chiesa isolata in cui si deve incontrare proprio con Ada e, nel corso di un attacco mafioso, organizzato proprio da sua sorella Veronica per rapire la Ferretti, viene colpita nel tentativo di far da scudo al collega con un colpo di pistola all'addome, esploso dall'arma di Giovanni Spagnardi, compagno della sorella Veronica. Catania, nuovo set fiction "Squadra Antimafia". Dopo aver scoperto che quest'ultimo trama alle loro spalle decide di ucciderlo ma viene anticipato dall'ex agente segreto che gli spara per primo uccidendolo. Dopo aver tradito Spina, assiste al suo omicidio e a quello di Leonardino ed è costretta a disfarsi del cadavere del bambino[2]. Il suo operato, non sempre ligio alle regole, la porta ad avere un rapporto conflittuale con il questore Licata e la induce a intrattenere un rapporto ambiguo anche con la mafiosa Rosy Abate, sua amica/nemica, cui principalmente dà la caccia. Viene arrestata di nuovo sulla sua barca, ma, all'inizio della settima stagione, evade con la complicità della famiglia dei Maglio e in collaborazione con il "Broker", con l'obiettivo di ritrovare la chiave di Crisalide, rubata a Spagnardi da una persona X mentre era accasciato a terra in seguito al grave ferimento subito da Rosy Abate in un tentato omicidio. Ada Ferretti, interpretata da Marta Zoffoli (stagioni 6-7), comincia a collaborare con la squadra nella sesta stagione in occasione del processo per l'omicidio di Leonardino Di Meo, figlio di Rosy e di Ivan Di Meo, è un giudice rigido, inflessibile, fedele alle regole, che non fa sconti a nessuno, tanto da destare inizialmente diffidenza nella squadra. Nella seconda stagione contribuirà all'arresto di Ivan Di Meo e del catanese che ha ucciso Alfiere. Ma è anche soprattutto un poliziotto coraggioso, disposto a mettere costantemente a rischio la propria vita in nome della giustizia. Dopo aver rinchiuso De Silva e Calcaterra in un acquedotto e dopo aver introdotto del gas nervino per ucciderli per conto di Ilaria Abate, decide di fuggire insieme alla compagna, ma il suo intento è bloccato dall'intervento della Duomo. Dopo la scomparsa e il conseguente ritrovamento del cadavere di suo figlio Saro, ucciso da Filippo De Silva, accetta l'alleanza con Giovanni Spagnardi che le prospetta la vendetta e che, a sua volta, vuole vendicare Veronica Colombo.

squadra antimafia 5 personaggi

Art 216 Decreto Rilancio Pdf, Pensione Di Cittadinanza Pagamento, Affinità Di Coppia Data Di Nascita, Significato Nome Agnese, Lettera Agli Ebrei Commento Pdf, Santi Del 14 Giugno, Torta Buon Compleanno Riccardo,