Da quest’anno il contribuente ha la facoltà di effettuare questa scelta indicando una specifica finalità tra le seguenti: fame nel mondo, calamità, edilizia scolastica, assistenza ai rifugiati, beni culturali); alla Chiesa Cattolica (a scopi di carattere religioso o caritativo); all'Unione italiana delle Chiese Cristiane Avventiste del 7° giorno (per interventi sociali, assistenziali, umanitari e culturali in Italia e all'estero sia direttamente sia attraverso un ente all'uopo costituito); alle Assemblee di Dio in Italia (per interventi sociali e umanitari anche a favore dei Paesi del terzo mondo); alla Chiesa Evangelica Valdese, (Unione delle Chiese metodiste e Valdesi) per scopi di carattere sociale, assistenziale, umanitario o culturale sia a diretta gestione della Chiesa Evangelica Valdese, attraverso gli enti aventi parte nell'ordinamento valdese, sia attraverso organismi associativi ed ecumenici a livello nazionale e internazionale; alla Chiesa Evangelica Luterana in Italia (per interventi sociali, assistenziali, umanitari o culturali in Italia e all'estero, direttamente o attraverso le Comunità ad essa collegate); all'Unione delle Comunità Ebraiche Italiane (per la tutela degli interessi religiosi degli Ebrei in Italia, per la promozione della conservazione delle tradizioni e dei beni culturali ebraici, con particolare riguardo alle attività culturali, alla salvaguardia del patrimonio storico, artistico e culturale, nonché ad interventi sociali e umanitari in special modo volti alla tutela delle minoranze, contro il razzismo e l'antisemitismo); alla Sacra Arcidiocesi ortodossa d'Italia ed Esarcato per l'Europa Meridionale (per il mantenimento dei ministri di culto, la realizzazione e manutenzione degli edifici di culto e di monasteri, scopi filantropici, assistenziali, scientifici e culturali da realizzarsi anche in paesi esteri); alla Chiesa apostolica in Italia (per interventi sociali, culturali ed umanitari, anche a favore di altri Paesi esteri); all'Unione Cristiana Evangelica Battista d'Italia (per interventi sociali, assistenziali, umanitari e culturali in Italia e all'estero); all'Unione Buddhista Italiana (per interventi culturali, sociali ed umanitari anche a favore di altri paesi, nonché assistenziali e di sostegno al culto); all'Unione Induista Italiana (per sostentamento dei ministri di culto, esigenze di culto e attività di religione o di culto, nonché interventi culturali, sociali, umanitari ed assistenziali eventualmente pure a favore di altri paesi); all'Istituto Buddista Italiano Soka Gakkai (IBISG), per la realizzazione delle finalità istituzionali dell'Istituto e delle attività indicate all'articolo 12, comma 1, lettera a) della legge 28 giugno 2016 n.130 nonché ad interventi sociali e umanitari in Italia e all'estero, ad iniziative per la promozione della pace, del rispetto e difesa della vita in tutte le forme esistenti e per la difesa dell'ambiente. Si mettono di seguito a disposizione gli elenchi 5 per mille Irpef degli iscritti tardivi 2017: I contribuenti possono scegliere di destinare il cinque per mille Irpef ad enti e associazioni a finalità sociale iscritti negli elenchi dell’Agenzia delle Entrate. Gli elenchi dei soggetti ai quali può essere destinata la quota del cinque per mille dell'Irpef sono disponibili sul sito www.agenziaentrate.gov.it. ]���WNޑ.�П��T���+k�!0):!t�qY�|���$����L��eP&�-�>�k*�49�{-Q� �LhZ�h�����}d���� ���>Gn�ZA����&P;�'��ś0N|]�w�!v�qy�kI)��B��Y��f+�{������߈c�F�=*C+�t�Hd�3�k��]\�U +G+�y־��ؙS 4/121997, n.460; finanziamento della ricerca scientifica e dell'università. Il 2 per mille è un contributo volontario, che si può decidere di destinare ad un partito politico. La busta da utilizzare per la presentazione della scheda deve recare l’indicazione “ Scheda per le scelte della destinazione dell’otto, del cinque e del due per mille dell’Irpef ”, il … La scelta destinazione dell’8 5 2 per mille nel 2020 è la possibilità per il contribuente di destinare una quota millesimale della sua IREPF a sostegno dello Stato per opere sociali o di carattere umanitario, per il finanziamento di ONLUS, a favore delle associazioni culturali, per il finanziamento della ricerca scientifica e dell’università, ricerca sanitaria tutela e valorizzazione dei culturali, associazioni sportive … Quest’ultimo deve rilasciare, anche se non richiesta, una ricevuta attestante l’impegno a trasmettere la scelta. La scelta è del tutto libera e il contribuente può anche scegliere di non versare la quota Irpef. endobj Cinque per mille: elenchi soggetti beneficiari, Informazione Fiscale S.r.l. Si Per esprimere la scelta a favore di uno dei partiti politici destinatari della quota del due per mille dell'Irpef, il contribuente deve apporre la propria firma nel riquadro presente sulla scheda, indicando nell'apposita casella il codice del partito prescelto. %PDF-1.7 HOME I contribuenti possono scegliere di destinare una quota pari al cinque per mille Irpef con la dichiarazione dei redditi 2017 a enti con finalità di interesse sociale o per il finanziamento di attività di tutela, promozione e valorizzazione dei beni culturali e paesaggistici. finanziamento delle attività di tutela, promozione e valorizzazione dei beni culturali e paesaggistici (soggetti di cui all'art. sms al 339 99 42 645, solo per informazioni sintetiche la cui risposta non debba essere articolata. - w�?Jm;�j� 5���P��j. u�^ �p��5?���2�$/�,�0��^SSg�A�ǹ7�e����,L;g�n;D������ac�n���W�|X}��v�c�~�;��u ��D���p@\��\�t�z��|x����J�1k�� �8K����l���KxZ��%�L�"���m~0���G8��~nhd�O=r��#����Š�S�W>J�# k�E�$͂2-�o�m� �)A*� l �5!g�%��^���>*��oӜ�E���VS9x��5�$K �7#_�-��q,�1X�ފ\t>G�4���E2��^I3}2��.�EB���;��(�н�L��-Gi��u��:ٗt��g7kٴ>�`ʉ�AB��ls�q����%���H���2�m�S"f�M�Y���Z=�!�/����-��J,�!���j�"ƌ">���#SoQ5��V��kdu�ڃs��=^�нn7�Fڼ� �?�B��F�*� <> Articolo originale pubblicato su Informazione Fiscale qui: Nella Dichiarazione dei Redditi, nella sezione “SCELTA PER LA DESTINAZIONE DEL DUE PER MILLE DELL’IRPEF”, scrivi C12. 730 istruzioni 2020 Testata giornalistica iscritta presso il Tribunale di Velletri al n° 14/2018 - P.I. <> H���,�4�_��{�px ��hJ��9A�h`NoD��1�ݾ��d����\���rU�W�M��F�@R5apω��H�Lш��*,�"�ًp5�k^�,� E[����+S �C�Ə����K$z���v;ر�-8��?A���i��t��n��8�y��A�pr�Ҁ�Q��.�0\5�V(��jumÍL:]drp*x� ��tp�j-��SW����c�m���ǽs�y�3T"/���^{��������Z��w� �9᫑���!VCƀ���B0Eb�bN�,DT���!ςX��a��^A�˽��y���e-��ϗH�5�.h��fδ'��7�BL���7�.%��rm�]S+��[��� ���Tk�U^��/ ˉO̜�z��� ����^��{I�S��5���,$zu��D�v~io��ѐ���;��>r��[B <> <> %���� endobj Per esprimere la scelta a favore di uno dei partiti politici destinatari della quota del due per mille dell’Irpef, il contribuente deve apporre la propria firma nel riquadro della scheda, indicando nell’apposita casella il codice del partito prescelto. Aspetti generali �������o�%3��Bv�ac)٭����:��g�~k�5�“B8|��~@"�1�삟��v��O�ΣٕKó8*�\t�nHb7>!��XK�u����a��"����A�����( Per chiedere informazioni di carattere generale utilizza il servizio web mail, Ricevi informazioni generali attraverso Facebook, Privacy e Note legali - Agenzia delle Entrate - via Giorgione n. 106, 00147 Roma - Codice fiscale e partita IVA: 06363391001, - Destinazione dell'otto, del cinque e del due per mille dell'Irpef, : scrivi nel campo "codice di sicurezza" i caratteri che stai per sentire, Destinazione dell'otto, del cinque e del due per mille dell'Irpef, Informativa sul trattamento dei dati personali, Redditi da dichiarare con il Modello REDDITI Persone fisiche, Guida alla compilazione della dichiarazione, Redditi 2020 Persone fisiche - Fascicolo 1, Redditi 2020 Persone fisiche - Fascicolo 2. l'otto per mille del gettito Irpef allo Stato oppure a una Istituzione religiosa; il cinque per mille della propria Irpef a determinate finalità; il due per mille della propria Irpef in favore di un partito politico. Per destinare la quota del cinque per mille al comune di residenza è sufficiente apporre la firma nell’apposito riquadro. allo Stato (a scopi di interesse sociale o di carattere umanitario. endobj sostegno del volontariato e delle altre organizzazioni non lucrative di utilità sociale previste dall'articolo 10 del D.lgs. ��y%Ĭ��^m*!��rSXVR�Et���$A�1(���b��ٵx ��W��c2�g��{i�t�c+�B8.���u��itJE�����A���^#�ZuN�V�z�1x*�S�jժ7� Si tratta di enti di volontariato, di ricerca sanitaria o universitaria e associazioni sportive dilettantistiche ai quali è possibile donare la quota Irpef con la dichiarazione dei redditi. Iscrizione ROC n. 31534/2018, Leggi l'informativa sulla Privacy | Redazione e contatti, Questo sito contribuisce all'audience di Il contributo, che dal 2014 non è più obbligatorio, si può devolvere nelle seguenti modalità: 1. compilando la scheda del 2 per mille presente nel 730 e indicando il codice del partito a cui vogliamo de… Il contribuente può destinare una quota pari al due per mille della propria imposta sul reddito a favore di uno dei partiti politici iscritti nella seconda sezione del registro di cui all'art. Il contribuente può dunque decidere di devolvere una piccola parte della sua Irpef (il 2%) ad un partito politico a sua scelta. La scheda deve essere integralmente presentata anche se avete espresso soltanto una delle scelte consentite (8, 5 o 2 per mille dell’Irpef). 4 del decreto legge 28 dicembre 2013, n. 149, convertito, con modificazioni, dalla legge 21 febbraio 2014, n. 13, e il cui elenco è trasmesso all'Agenzia delle Entrate dalla "Commissione di garanzia degli statuti e per la trasparenza e il controllo dei rendiconti dei partiti politici". ���-D]- �O��i�����Y����9��,�"�_���^#�`���S�$6u��v���X����Q��꾯U��M���d-)�2�_���^S֎�vߵ�����L��]��'��cՉn[0j��yL�%=J^���^{��v:����g�ڋ�h�Fͷ�Ͷ�b����@�XYT��mOaԫ���xM��t��5MJ;�Ǟ�װ ��ӈx(dalqfa����i��S���b���.vf��:)\X�m�n����J����jW�L#1{Q����RR�=��ߠȘ[S��s&?��#7�����Ӣ�� ����s[~����X�]�1@-�멾��3"�Ju�WB;_�==|H� La scheda deve essere integralmente presentata anche se è stata espressa soltanto una delle scelte consentite (8, 5 o 2 per mille dell’Irpef). h޼[�v�Hz��)jI͑0(�1��v�'��g�N�, �kB2@�'z�E�HY�t�y�|�_U @R���I�9� �*���T�ÅVF]��HtP�*-� �3u��]}�y�e*�tFj}�/��´,�BV�Wő]TF\�I��ӛH-��o�.~w�(��.t��?~dQg�VE���Ku�1AZ� ,U�D�_A�ݜ�|��}W��TO�mj��W�O�f�^�W57͇m��Z�ǺSk�Z����c�py����;R琢��*/� �s�ށ��+S��m��m�����n6����vcV���j�m*���׋ Anche i contribuenti che non devono presentare la dichiarazione, indicati nel precedente paragrafo 4 della parte "I - Introduzione", possono scegliere di destinare l'otto, il cinque e il due per mille dell'Irpef utilizzando l'apposita scheda allegata allo schema di Certificazione Unica 2020 o al modello REDDITI Persone fisiche 2020 e seguendo le relative istruzioni. Il contribuente può destinare una quota pari all'otto per mille del gettito Irpef: La ripartizione tra le Istituzioni beneficiarie avverrà in proporzione alle scelte espresse. Gli intermediari hanno facoltà di accettare la scheda e possono chiedere un corrispettivo per l’effettuazione del servizio prestato. Il servizio di ricezione della scheda da parte degli uffici postali è gratuito. La scelta va espressa sul modello 730-1, firmando nel riquadro corrispondente ad una soltanto delle istituzioni beneficiarie sopra descritte.

scelta per la destinazione del due per mille dell'irpef

Valori Nutrizionali Blia, Codice Meccanografico Liceo Seneca Roma, Filo Di Arianna Mito, Frasi Festa Dei Nonni, 50 Gr Di Pane Quante Fette Biscottate Sono, Mesi Dell'anno In Tedesco, Squadra Antimafia 8 Cast, Albo Nazionale Geometri Iscritti, Ristorante Borgo Antico Greve In Chianti, Santi Beati E Testimoni Del 25 Giugno, Dlgs 101 Del 31 Luglio 2020,