if (!vers || (vers!="C.E.I." s=s+""; Nuova Diodati 31Allora Giacobbe chiamò quel luogo Penuel «Perché - disse - ho visto Dio faccia a faccia, eppure la mia vita è rimasta salva». 24Li prese, fece loro passare il torrente e fece passare anche tutti i suoi averi. versND=1; 28Quello chiese:- Come ti chiami?- Giacobbe, - egli rispose. Il nervo sciatico, o nervo ischiatico, è il più grande e il più lungo nervo del corpo umano. 23-24Nel corso della notte egli si alzò, prese le due mogli, le due serve e gli undici figli e fece loro passare il guado dello Iabbok, con tutti i suoi averi. 31Giacobbe disse: 'Ho veduto Dio a faccia a faccia e non sono morto!'. Brano da visualizzare: Versione/i da visualizzare: Aiuto per visualizzare la Bibbia. "selected=\"selected\" ":"")+"value=\"Commentario\">Commentario di Gen-Lev, Ec-Cant, NT"; C.E.I./Gerusalemme 29Riprese: «Non ti chiamerai più Giacobbe, ma Israele, perché hai combattuto con Dio e con gli uomini e hai vinto!». 4 Poi Giacobbe mandò avanti a sé alcuni messaggeri al fratello Esaù, nel paese di Seir, la campagna di Edom. && vers!="Nuova+Diodati" && vers!="Bibbia+della+Gioia" && vers!="Riveduta" && vers!="Diodati")) versLuz=1; 32 Il sole stava sorgendo quando Giacobbe, zoppicando all'anca, lasciò Penuel. Quello rispose: «Perché chiedi il mio nome?» 30 E lo benedisse lì. versNR=1; 12 Salvami dalla mano del mio fratello Esaù, perché io ho paura di lui: egli non arrivi e colpisca me e tutti, madre e bambini! Elemento anatomico pari, esso ha inizio nella parte bassa della schiena e percorre tutto l'arto inferiore, terminando a livello del piede. s=s+""; var nvers = getCookie("nVisVers"); versnome=getCookie("VisVers"+i); 27 Quegli disse: «Lasciami andare, perché è spuntata l'aurora». 26 Vedendo che non riusciva a vincerlo, lo colpì all'articolazione del femore e l'articolazione del femore di Giacobbe si slogò, mentre continuava a lottare con lui. var vers = getCookie("RicVers"); document.write(s); //-->, Nuova Riveduta s=s+""; E qui lo benedisse. versBG=1; else 31 Allora Giacobbe chiamò quel luogo Penuel «Perché - disse - ho visto Dio faccia a faccia, eppure la mia vita è rimasta salva». versDio=1; 1 Alla mattina per tempo Làbano si alzò, baciò i figli e le figlie e li benedisse. 31 Il sole si levò quando egli ebbe passato Peniel; e Giacobbe zoppicava dall'anca. E Giacobbe: «Non ti lascerò andare prima che tu mi abbia benedetto!» 27 L'altro gli disse: «Qual è il tuo nome?» Ed egli rispose: «Giacobbe». 32 Per questo, fino al giorno d'oggi, gli Israeliti non mangiano il nervo della coscia che passa per la giuntura dell'anca, perché quell'uomo aveva toccato la giuntura dell'anca di Giacobbe, al punto del nervo della coscia. s=s+""; Indirizzo di questa pagina:https://www.laparola.net/testo.php?riferimento=Genesi32&versioni[]=C.E.I. 28 Gli domandò: «Come ti chiami?». 33 Per questo gli Israeliti, fino ad oggi, non mangiano il nervo sciatico, che è sopra l'articolazione del femore, perché quegli aveva colpito l'articolazione del femore di Giacobbe nel nervo sciatico. s=s+""; 24 Li prese, fece loro passare il torrente e fece passare anche tutti i suoi averi. - e diede la sua benedizione a Giacobbe. Commentario di Gen-Lev, Ec-Cant, NT "selected=\"selected\" ":"")+"value=\"Riveduta\">Luzzi/Riveduta"; Quindi, noi veniamo chiedendoTi di benedirci, stasera, nel portare la Parola. Ricercare nella Bibbia. Allora Giacobbe chiamò quel luogo Peniel, perché disse: «Ho visto Dio faccia a faccia, e la mia vita è stata risparmiata». "selected=\"selected\" ":"")+"value=\"Nuova Diodati\">Nuova Diodati"; 13 Eppure tu hai detto: Ti farò del bene e renderò la tua discendenza come la sabbia del mare, tanto numerosa che non si può contare». 6 Sono venuto in possesso di buoi, asini e greggi, di schiavi e schiave. 9 Pensò infatti: «Se Esaù raggiunge un accampamento e lo batte, l'altro accampamento si salverà». document.write(s); La Parola è Vita 29L'altro disse:- Non ti chiamerai più Giacobbe, ma Israele, perché tu hai lottato contro Dio e contro gli uomini e hai vinto. 33 Per questo gli Israeliti, fino ad oggi, non mangiano il nervo sciatico, che è sopra l'articolazione del femore, perché quegli aveva colpito l'articolazione del femore di Giacobbe nel nervo sciatico. "selected=\"selected\" ":"")+"value=\"Riferimenti incrociati\">Riferimenti incrociati"; 25 Giacobbe rimase solo e un uomo lottò con lui fino allo spuntare dell'aurora. s=s+""; var i, versNR=0, versCEI=0,versND=0,versBG=0,versLuz=0,versDio=0,versComm=0,versRif=0, versnome; s=s+""; 3 Giacobbe al vederli disse: «Questo è l'accampamento di Dio» e chiamò quel luogo Macanaim. else Poi prese, di ciò che gli capitava tra mano, di che fare un dono al fratello Esaù: 15 duecento capre e venti capri, duecento pecore e venti montoni, 16 trenta cammelle allattanti con i loro piccoli, quaranta giovenche e dieci torelli, venti asine e dieci asinelli. 30Giacobbe allora gli chiese: «Dimmi il tuo nome». 25Giacobbe rimase solo e un uomo lottò con lui fino allo spuntare dell'aurora. 29 Giacobbe gli chiese: «Ti prego, svelami il tuo nome». 25 Giacobbe rimase solo e un uomo lottò con lui fino allo spuntare dell'aurora. //-->, Nuova Riveduta Poi partì e ritornò a casa. 32 Spuntava il sole, quando Giacobbe passò Penuel e zoppicava all'anca. Di chi sono questi animali che ti camminano davanti?, 19 tu risponderai: Del tuo fratello Giacobbe: è un dono inviato al mio signore Esaù; ecco egli stesso ci segue». 17 Egli affidò ai suoi servi i singoli branchi separatamente e disse loro: «Passate davanti a me e lasciate un certo spazio tra un branco e l'altro». Con ricerca per citazioni e per parole: per chi ha bisogno di una consultazione facile e veloce. Gli rispose: «Perché mi chiedi il nome?». E qui lo benedisse. 32Spuntava il sole, quando Giacobbe passò Penuel e zoppicava all'anca. else "selected=\"selected\" ":"")+"value=\"Bibbia della Gioia\">La Parola è Vita"; Diodati. 7 “Nel mondo biblico, la benedizione sopraggiunge al momento della partenza (Gen 24,60) e soprattutto di una scomparsa per morte. C.E.I./Gerusalemme 22 Così il dono passò prima di lui, mentr'egli trascorse quella notte nell'accampamento. Giacobbe chiamò quel luogo Peniel, perché disse: «Ho visto Dio faccia a faccia e la mia vita è stata risparmiata». if (vers=="Bibbia+della+Gioia") nervo sciatico, che è sopra l'articolazione del femore, perché quegli aveva colpito l'articolazione del femore di Giacobbe nel nervo sciatico. 33Per questo gli Israeliti, fino ad oggi, non mangiano il nervo sciatico, che è sopra l'articolazione del femore, perché quegli aveva colpito l'articolazione del femore di Giacobbe nel nervo sciatico. Rispose: «Giacobbe». 26 E quegli disse: «Lasciami andare, perché sta spuntando l'alba». Ma quello rispose: «Perché chiedi il mio nome?». 29 Riprese: «Non ti chiamerai più Giacobbe, ma Israele, perché hai combattuto con Dio e con gli uomini e hai vinto!». E qui lo benedisse. 26Vedendo che non riusciva a vincerlo, lo colpì all'articolazione del femore e l'articolazione del femore di Giacobbe si slogò, mentre continuava a lottare con lui. centro sefardico siciliano comunita ebraica siciliana siracusa ebrea ebrei sicilia 25Giacobbe rimase solo, e uno sconosciuto lottò con lui fino allo spuntar dell'alba. if (versnome=="Bibbia+della+Gioia") var s=""; Giacobbe rispose: «Non ti lascerò, se non mi avrai benedetto!». 30 Giacobbe allora gli chiese: «Dimmi il tuo nome». 27Quegli disse: «Lasciami andare, perché è spuntata l'aurora». Ci rendiamo conto di essere mortali e di essere diretti verso la polvere, nella cui direzione i nostri capi sono chinati in questo momento e dalla quale proveniamo. var s = "

";