Successivamente è stato 4° nel campionato Europeo Velocità 2001, per poi correre stabilmente dal 2002 al 2008, con Aprilia e Gilera in 125, con una parentesi in Superstock nel 2004 su una Suzuki. Aveva anche trascorso la stagione 2018-2019 in prestito al Valenciennes, prima di fare ritorno in rossonero quest’anno. Il 14 aprile è morto ip giornalista Rai Franco Lauro, aveva 58 anni. Mi sono reso conto che il successo che ti dà tantissimo, ti toglie anche tanto con gli interessi. Ma la felicità ancora una volta le sfugge di mano: Mary resterà vedova con cinque figli nel 1964. Nato a Bristol il 25 agosto del 1947, Tippett è stato un instancabile bandleader, agitatore della scena musicale inglese, pioniere dei linguaggi più inediti, frequentatore del jazz come dell’avanguardia classica, compositore e arrangiatore, pianista visionario e personalissimo sperimentatore. Nel 1977 si fece conoscere dal grande pubblico interpretando lo sceneggiato televisivo Rai Ligabue, diretto da Salvatore Nocita, con il quale tornerà a lavorare nei Promessi sposi (1989); sempre per il piccolo schermo, ha recitato nella Piovra (1984) di Damiano Damiani e in L’avvocato Guerrieri – Ad occhi chiusi (2008) di Alberto Sironi. Il 31 maggio l’artista Christo Vladimirov Javacheff, noto come Christo, è morto per cause naturali, ad 84 anni, nella sua casa di New York. Nellina Laganà era una di quelle donne di teatro capaci sempre di stupire: nel 1983, con la regia del compagno d’arte e di vita Gianni Scuto, mise in scena “Attrice”, monologo da lei scritto per ricordare Anna Magnani e che fu il primo lavoro di prosa rappresentato nel tempio della lirica catanese, il Teatro Massimo Bellini. Lo ha reso noto un portavoce di K3, la linea di tessile per la casa che aveva lanciato pochi mesi fa, spiegando che il designer, da anni residente a Parigi, si è spento all’ospedale americano di Neully-sur-Seine. La censura, per lo più, lascia correre, sebbene durante il regime dei generali il governo argentino avrebbe costretto gli editori a etichettare le strisce come materiale per adulti. Il 30 aprile è morto in India, a Mumbai, un altro dei volti più amati di Bollywood, il 67enne Rishi Kapoor, malato di leucemia. Nato nel 1948 nella contea del Surrey nel Regno Unito, si era poi trasferito a Brighton dove con due amici fondò il gruppo dei Cyan Three, i “tre dagli occhi azzurri”. La band nata nel 1968 e a cui Peart si era unito nel 1974 in sostituzione di John Rutsey, iniziando così la sua avventura con il cantante-bassista Geddy Lee e il chitarrista Alex Lifeson. Secondo quanto riferito dalla stampa nipponica, il suo corpo ormai senza vita è stato scoperto da un parente, allarmato dal fatto che non rispondesse al telefono. Quanto alla sinistra, scriverne “non ha molto senso. Adattato dalle avventure del primo supereroe nero creato dalla Marvel Comics nel 1966, il film racconta la lotta guidata da Re T’Challa per difendere la sua nazione di Wakanda, la più avanzata dell’universo Marvel. Tra il 2003 e il 2005 per il suo ruolo ricorrente in Tutti amano Raymond ha ricevuto per tre volte consecutive una candidatura per il premio Emmy al miglior attore guest star in una serie commedia, grazie al ruolo di Hank McDougal, suocero del protagonista. Aveva contratto il coronavirus e da alcuni giorni era ricoverato in terapia intensiva. Il primo febbraio si è spento all’età di 64 anni Andy Gill, chitarrista e membro fondatore del gruppo post punk dei Gang of Four. Samsung con le altre chaebol hanno guidato la trasformazione della nazione risollevatasi dalle rovine dalla Guerra di Corea (1950-53) fino a diventare la dodicesima economia più grande al mondo, destinata quest’anno secondo le stime dell’Ocse, anche per l’effetto della pandemia del Covid, a salire al nono posto. Da chiarire le cause del decesso, ma in base alle prime ricostruzioni il giocatore si sarebbe sentito male durante una sessione di allenamento individuale nella propria abitazione, obbligatorie in questa fase di isolamento durante la quale la Russian Premier League, al pari degli altri tornei nazionali, è sospeso come misura di emergenza sanitaria per arginare la diffusione del Coronavirus. Ciani era nato a Bologna il 17 agosto 1957, aveva sposato Anna Oxa, allora diciannovenne, nel 1982 e aveva collaborato con molti artisti — fra cui Lucio Dalla e Marina Fiordaliso. Il 23 giugno è morto all’età di 80 anni il celebre regista statunitense Joel Schumacher. Ha recitato in telefilm come “Kojak”, con Telly Savalas e F. Murray Abraham, “Serpico”, “Mash” e “Lou Grant”. La celebrità le venne incontro nel 1962 quando venne scelta per rappresentare l’Italia nel concorso di Miss Universo. Protagonista della pubblicità dei bastoncini di pesce nella tv a cavallo tra gli anni ‘70 e ’80, Giovanni Cattaneo era stato il primo a dare un volto allo storico marchio alimentare. Non posso tradire la mia musica“. Il tedesco lo ripaga con una Supercoppa di Spagna e sopratutto con il trionfo in Champions League del 1998, che gli spagnoli non alzavano da 32 anni. Si è ispirato alle sue imprese e alla sua esperienza di cacciatore di emozioni nei suoi romanzi bestseller tra cui ‘Sahara’, ‘Recuperate il Titanic!’ , ‘Salto nel buio’ e ‘Virus’. Loro con grande compattezza ed amicizia mi hanno detto ‘vai e segui il tuo cuore’. Enumerando i nomi di chi ci ha lasciato nel 2019 iniziamo dall’attore cinematografico Paolo Paoloni, l’indimenticato mega direttore della saga di Fantozzi scomparso il 9 gennaio a 89 anni. “Uomo dai variegati interessi – ricostruisce la Gazzetta del Sud – scrisse molto anche di spettacolo, intervistando i più importanti nomi del cinema internazionale, ai tempi della rassegna di Taormina e Messina”. Una lunga militanza politica iniziata da giovane, come dirigente della Federazione giovanile Comunista italiana. A partire dal 1996 ha condotto il programma “Peste e Corna”, andato in onda dal lunedì al venerdì su Retequattro, fino al 1999, con share del 10-15% (dal 2000 al 2005 è diventata la rubrica “Peste e corna… e gocce di storia”). Da tempo viveva in una casa di cura con la pensione minima dopo essere stato vittima di una truffa. Quindi anche l’onore di guidare la Nazionale ungherese: oro ai Mondiali 2013, argento e bronzo agli Europei (2014, 2016), due secondi posti in World League (2013, 2014). Come autore ha firmato, insieme a Gioele Dix, e con la collaborazione di Francesco Brandi, la pièce “Edipo.Com”. La regina e voce storica della canzone napoletana è stata stroncata da un cancro all’età di 77 anni. Famose le sue rubriche su Repubblica “Sette giorni di cattivi pensieri”, l”Intervista al campionato” e “I 100 nomi dell’anno di Mura“-. Maestro dello sport ha ricoperto per anni il ruolo di allenatore azzurro dell’hockey maschile, poi anche di quella femminile. Non sono state rese note le cause, ma secondo alcune fonti non confermate e riportate dal Daily Mail, si tratterebbe di suicidio. La sua voce si impennava in una risata inquietante come quando, ai tempi in cui arrivò a Roma come ospite del “Fantastico” di Celentano, e ammise la verità su uno degli errori più clamorosi della sua carriera di band leader: il licenziamento di Jimi Hendrix. Aveva 15 anni e un tumore al cervello. Il 2 marzo è morto all’età di 76 anni l’artista tedesco Ulay. Ma Giulia Maria Crespi era molto di più. I suoi suoni sono stati campionati da artisti come Snoop Dogg, Digable Planets e Jay Z. Ha anche realizzato il sogno di molti padri, lavorando con suo figlio, Hamilton Bohannon II, e, onore riservato a pochi, aveva una strada che porta il suo nome nella sua città natale di Newnan, in Georgia. Nel periodo di massimo successo, il gruppo musicale ha fatto tournée con artisti come Britney Spears e Aaron Carter. L’8 giugno 2020 Tony Dunne è morto a 78 anni. Elegante, bellezza delicata, de Havilland venne scritturata dalla Warner Bros. per sette anni (quando non aveva ancora venti anni) e fu protagonista di una lunga e serie di film d’avventura – tra cui Capitan Blood (1935), La carica dei seicento (1936), La leggenda di Robin Hood (1938), Gli avventurieri (1939), I pascoli dell’odio (1940), La storia del generale Custer (1941) – ben otto dei quali al fianco del divo Errol Flynn. Nel 1983 il debutto al cinema con “No grazie, il caffè mi rende nervoso” di Lello Arena. Il 3 marzo è scomparso Nicolas Portal, l’ex corridore ed attuale direttore sportivo del Team Ineos (ex Sky), aveva 40 anni. Il 15 giugno muore il regista italiano Franco Zeffirelli, autore di celebri film come Romeo e Giulietta e Storia di una capinera, mentre sempre nel mondo del cinema ci lascia il 5 luglio successivo il regista e sceneggiatore Ugo Gregoretti. Solo pochi giorni fa la Sergio Rossi aveva donato 100mila euro all’ospedale Sacco di Milano per combattere il Covid-19. Gaucci, che iniziò la sua ascesa imprenditoriale da una ditta di pulizie, ha portato il Perugia dalla serie C alla A, ha lanciando giocatori come Marco Materazzi e Hidetoshi Nakata. Professore di Filosofia Morale all’Università Federico II di Napoli, 97 anni compiuti nel giorno di Pasqua, un anno fa festeggiò per il compleanno con la cittadinanza onoraria della sua Napoli, città adottiva per lui che era nato ad Avellino. Sandro Petrone è morto a 66 anni. I lavori di Gregotti hanno contribuito a cambiare la percezione delle città, in particolare il volto stesso di Milano. Williamson, studioso timido ma amato da moltissimi colleghi che lo chiamavano amichevolmente Olly, era uno sconfinatore disciplinare, poiché connetteva le teorie dell’economia industriale alla strategia e alla organizzazione del pensiero aziendalistico e ai paradigmi della contrattualistica degli studi giuridici. Negli anni ’60 e ’70, mentre viveva in California, Douglas partecipò alle campagne contro la guerra del Vietnam e protestò per varie cause. Kirchherr all’epoca era studentessa al politecnico e assistente del celebre fotografo Reinhard Wolf, da cui stava imparando la fotografia, e venne a sapere della band grazie all’amico e allora fidanzato Klaus Voormann. Il 13 giugno è morta nella sua amata Barcellona, stroncata da un cancro, l’attrice spagnola Rosa Maria Sardà. Pittura, anche, soprattutto nella seconda parte della carriera. Radio Caroline nacque nel 1964 per volontà del giovane imprenditore musicale Ronan O’Rahilly che, stanco dei continui rifiuti da parte della BBC, allora monopolista dell’etere britannica, nel far suonare i dischi dei suoi artisti, decise che l’unica via sarebbe stata quella di fondare una radio propria, attività all’epoca vietata dalle stringenti normative inglesi. Le cause del decesso non sono state ancora chiarite. Ha ricevuto tre nomination all’Oscar per i film d’animazione “Here’s Nudnik”, “How to Avoid Friendship” e “Sidney’s Family Tree”. Se Mafalda è famosa per non saper tenere la bocca chiusa di fronte ai soprusi, la grande specialità di Quino erano però le vignette mute, caratterizzate da uno spirito surrealista che sapeva essere allo stesso tempo cinico e gentile. Aveva compiuto 100 anni lo scorso 20 aprile. È morta Lucille Bridges, protagonista di una nota storia di diritti civili negli Stati Uniti. Solo due anni più tardi è la volta di “Fuga di mezzanotte”, che lo catapulta tra i grandi della sua generazione. Il 27 marzo è morta Mirna Doris. Grazie a lui e al suo inno, il colore viola del club toscano ha brillato ancora di più attraverso note indimenticabili de la “Canzone Viola”. Dopo una formazione da autodidatta con un gruppo di teatro amatoriale nel quartiere Horta di Barcellona, la Sardà nel 1962 ha debuttato nel teatro professionale collaborando con diverse compagnie di successo. Dal suo rientro, arrivato dopo una sorta di eremitaggio misterioso, Green pubblicò una serie di dischi di morbido blues privi di grande ispirazione. Nei suoi tanti libri pubblicati e nelle tante conferenze a cui ha partecipato ha affrontato il tema del divenire e della morte, con un solo obiettivo: negarne l’esistenza. Divenne famosa nel 1947 quando, a soli 16 anni, vinse Miss Italia. Dopo cinquant’anni quelle immagini, rimaste a lungo nel cassetto, hanno visto finalmente la luce in un volume. Fondò € la rivista, e in seguito il quotidiano, «il manifesto». Nato nel giugno del 1928, le Leggi razziste del 1938 lo costrinsero a fuggire dall’Italia per riparare a Gerusalemme e Tel Aviv nell’allora Palestina mandataria. Costretto poi a dimettersi durante la rivolta popolare del 2011, passata alla storia come la “Primavera araba”. Concluse anche alcune operazioni un po’ forzate, ma che gli diedero grande popolarità. Negli ultimi anni aveva dovuto combattere con quella che definiva la “malattia”, di cui aveva parlato ampiamente in un’intervista concessa a Edoardo Pittalis (che lo aveva descritto come “uno dei più famosi interpreti della musica e della poesia popolare veneta. Si è spento all’età di 74 anni, ma la notizia è divenuta pubblica solo nelle ultime ore. «L’inventore di taglia, copia e incolla, del trova e sostituisci, e di altro ancora era l’ex ricercatore di Xerox Larry Tesler. Nel 1961 toccò l’apice della celebrità presentandosi in scena all’Alhambra di Parigi nel suo nuovo numero “Mon truc en plumes”, un abito diventato icona, tubino nero con piume rosa, firmato Yves Saint-Laurent. Passa da fiction come “Terrore a Lakewood” (1977) o serial come “Dallas” (1978) a film come “Gioco sleale” (1978) con Goldie Hawn, “F.I.S.T.” (1978) con Rod Steiger e Sylvester Stallone. La stessa formazione con la quale nel 1967 arrivò in Italia, invitati da Alberigo Crocetta, fondatore del Piper Club di Roma, per accompagnare le esibizioni di Patty Pravo. Nato il 4 settembre 1940 ad Acqui Terme. Con lui sotto le due Torri sono arrivati giocatori come Roberto Baggio e Beppe Signori, la squadra ha raggiunto la semifinale di Coppa Uefa, è stata a un passo dalla qualificazione alla Champions League e la sua scomparsa lascia un vuoto pesante.

morti famosi 14 maggio

Aron Ralston Intervista, Nome Da Abbinare A Celeste, Chalet Baita Flizzi Macugnaga, Museo San Marco Firenze Orari, Agriturismo San Giovanni Rotondo Con Piscina, La Lotta Di Giacobbe Con L'angelo Significato, Santo Del Giorno Domani 12 Settembre, Scuole Paritarie Superiori Salerno E Provincia, Calendario Dicembre 2005, Meteo Oggi Sellia Marina,