Le guerre equo-volsche della prima metà del V sec. E.TODISCO, La percezione delle realtà rurali nell’Italia romana: i vici e pagi, in: M.Pani (ed. S.NEIL, Identity Construction and Boundaries: Hellenistic Perugia, in: S.T.Roselaar (ed. G.TAGLIAMONTE, Processi di strutturazione e di autoidentificazione etnica: il caso dei Sanniti, in: D.Caiazza (ed. ), Le epigrafi della Valle di Comino, Atti del primo convegno epigrafico cominese, Alvito, Palazzo Ducale, 5 giugno 2004, San Donato Valle di Comino 2005. 10, 38, 1-13 (293 a.C.) sulla legio linteata sannitica], ripresa poi dalla plebe romana nella forma delle leges sacratae. P.POCCETTI, Il metallo come supporto di iscrizioni nell’Italia antica: aree, lingue e tipologie testuali, in: F.Villar – Fr. Un esempio di sistema fortificato d’altura di età preromana in Campania settentrionale, in: P.L.Dall’Aglio – C.Franceschelli – L.Maganzani (eds. Nel complesso la cronologia dei bolli si basa soprattutto su criteri paleografici e sulla datazione dei contesti di rinvenimento [pp. Ricerche archeologiche nel territorio ed in contrada Mella, Roma 1999, 5-16. E.HERMON, La lex Flaminia de agro Gallico dividundo: modèle de romanisation au III siècle av. Componenti animali nel concetto di divinità e eroi etruschi e italici, in: A.Ancillotti – A.Calderini – R.Massarelli (eds. 86-87: graduale diffusione del latino e persistenza delle lingue indigene anche in campo giuridico. das dieses Recht beinhaltende römische Bürgerrecht bereits durch die Ausübung eines Amtes besessen haben müssen [pp. A.CAMPANELLI, Gli dei degli Italici, in: A.Campanelli – A.Faustoferri (eds. R.ROTH, Regionalism: Towards a New Perspective of Cultural Change in Central Italy, c. 350 – 100 BC, in: S.T.Roselaar (ed. Falsi e copie fra tradizione antiquaria e rivisitazioni dell’antico, Pisa – Roma 2010. ), Le lingue dell’Italia antica oltre il latino, Lasciamo parlare i testi, Incontro di Studio n. 50, Milano, 29 maggio 2007, Milano 2014, 29-61. ), Persistenze ed evoluzione del popolamento in area centro-italica in età antica: il caso del vicus Nersae, Pisa – Roma 2011, 23-34. I. Cultura, lingua e documentazione storico-archeologica, Atti del I corso seminariale IRACEB, Rossano, 20-26 febbraio 1992, Soveria Mannelli 1995, 33-71. [pp. A.COOLEY – M.G.L.COOLEY (eds. B.AMAT SEGUIN, Ariminum et Flaminius, RSA 16, 1986, 79-109. E.CHAMPLIN, Owners and Neighbours at Ligures Baebiani, Chiron 11, 1981, 242-254. ), Aurea Umbria. Wie bei Livius zu lesen ist, konnten diese Verbindungen im 3. In merito agli organi di governo cittadini, in antico le città dovevano essere governate da un re (lauchme o lauchume), verificandosi successivamente un passaggio (graduale) verso forme di governo aristocratico [pp. ), Across Frontiers. E.GABBA, Gaio Flaminio e la sua legge sulla colonizzazione dell’agro Gallico, Athenaeum 47, 1979, 159-163. A.CALBI, Sarsina. Corpus delle fonti. Sulle cause della guerra sociale [pp. S.CAPINI – A.DI NIRO – R.CAIROLI, Il Molise tra memoria del passato e innovazione. commediografo con Megara Iblea o con Siracusa. Figure del sacro nella società romana, Cividale del Friuli, 26-28 settembre 2012, Pisa 2014, 83-103. ), Beyond Vagnari. S.TUCK, Lucretius at Cumae. S.RANUCCI, Le monete, in: L.Cenciaioli (ed. P.POCCETTI, Osco trístaamentud: un problema di interferenza linguistica, ILing 8, 1982-1983, 150-155. P.POCCETTI, In margine all’iscrizione osca da Cuma Ve 110, ILing 7, 1981, 45-51. G.PROSPERI VALENTI, Due pontefici umbri (C.I.L. Forme insediative in Lucania e nel mondo italico fra IV e III sec. Figures de l’hellènisme à Genève. M.MOGGI, L’elemento indigeno nella tradizione letteraria sulle ktiseis, in: Forme di contatto e processi di trasformazione nelle società antiche, Atti del Convegno, Cortona, 24-30 maggio 1981, Roma – Pisa 1983, 979-1002. or pronounce in different accent or variation ? ), Depositi votivi e culti dell’Italia antica dall’età arcaica a quella tardo-repubblicana, Atti del Convegno di Studi, Perugia, 1-4 giugno 2000, Bari 2005, 411-426. A.LANDI, Dialetti e interazione sociale in Magna Grecia. I. Ricognizioni e ricerche 1982-1988, Taranto 1990. P.G.GUZZO, Il politico fra i Brezi, in: M.Tagliente (ed. a.C., in: M.Cébeillac-Gervasoni (ed. O.DE CAZANOVE, Quadro concettuale, quadro materiale delle pratiche religiose lucane. R.COMPATANGELO-SOUSSIGNAN, Colonisation romaine et économie agricole en Italie méridionale aux IIe-Ier s. av. Aen. J.-C. – Ier siècle ap. Partendo dall’analisi delle ricorrenze dell’espressione ex aere conlato e varianti nella documentazione epigrafica proveniente dalle comunità dell’Italia romana, l’A. ), Forme e strutture della religione nell’Italia mediana antica / Forms and Structures of Religion in Ancient Central Italy, Atti del III Convegno dell’Istituto di Ricerche e Documentazione sugli antichi Umbri (IRDAU), Perugia – Gubbio, 21-25 settembre 2011, Roma 2016, 387-410. G.BARKER (ed. Sulla romanizzazione in Italia e nelle province come esito, assieme, di un’omologazione e di una forte persistenza delle diversità in ambito religioso, linguistico, giuridico. M.CASTIGLIONE – I.OGGIANO, Anfore fenicie e puniche in Calabria e Lucania: i dati e i problemi, in: M.Intrieri – S.Ribichini (eds. G.COLONNA, L’iscrizione di Tortora, in: in: M.Bugno – C.Masseria (eds. eine Rolle gespielt haben. Scavi e ricerche 2004-2005, Atti delle Giornate di Studio, Pellaro – Reggio Calabria, 22-23 ottobre 2005, Reggio Calabria 2007, 109-116. Pronuncia Megara in Inglese, Puoi fare di meglio? ), Nella terra degli Enotri. P.G.GUZZO – S.LUPPINO, Per l’archeologia dei Brezi. ), Nos sumus Romani qui fuimus ante… Memory of Ancient Italy, Berne 2020, 119-128. pro Sulla 60-62; esistenza a Pompei di circoscrizioni elettorali (suffragia e non vici; inoltre ambitio e non ambulatio) su base territoriale e i Pompeiani, nonostante in numero maggiore rispetto ai coloni, sarebbero stati ripartiti in un numero inferiore di circoscrizioni, da qui il dissenso [pp. A.BOTTINI, Le offerte di armi nei santuari dell’area apulo-lucana, in: R.Graells i Fabregat – F.Longo (eds. Breslau 1907. ), Le censeur et les Samnites. Enotri, Coni, Siculi e Morgeti, Ausoni, Iapigi, Sanniti, in: G.Pugliese Carratelli (ed. Pp. M.TORELLI, Una nuova epigrafe di Bantia e la cronologia dello statuto municipale bantino, Athenaeum 71, 1983, 252-257. Basilicata settentrionale tra archeologia e storia, Lavello 2008. ), Questioni amministrative nel Mediterraneo antico. Mevaniola, SupplIt 11, 1993, 89-110. ), Storia di Roma, 2/1, Torino 1990, 697-714. G.Fratianni, Regio IV. F.MURANO, Proposta per una diversa successione del testo della defixio di Marcellina, SE 72, 2006[2007], 349-352. M.GUALTIERI – H.FRACCHIA, Archeologia di un culto “familiare”: il complesso A di Roccagloriosa, in: A.Ancillotti – A.Calderini – R.Massarelli (eds. ), Les “bourgeoisies” municipales italiennes aux IIe et Ier siècles av.J.-C., Colloque internationaux, Naples, 7-10 décembre 1981, Centre J.Bérard, Paris-Naples 1983, 99-123. Studi in memoria di Ettore Lepore, II, Napoli 1996, 469-478. ), Les savoirs professionnels des gens de métier: études sur le monde du travail dans les sociétés urbaines de l’empire romain, Naples 2011, 65-85. F.C.TWEEDIE, The Lex Licinia Mucia and the Bellum Italicum, in: S.T.Roselaar (ed. P.CARAFA, What was Pompeii before 200 BC?, in: S.E.Bon – R.Jones (eds. ), Pompei, Capri e la Penisola Sorrentina, Atti del quinto ciclo di conferenze di geologia, storia e archeologia, Pompei, Anacapri, Scafati, Castellammare di Stabia, ottobre 2002-aprile 2003, Capri 2004, 273-321. F.CATALLI, G.B.Alvi e la monetazione di Tuder, in: M.Bergamini (ed. P.CASTRÉN, Cambiamenti nel gruppo dei notabili municipali dell’Italia centro-meridionale nel corso del I secolo a.C., in: M.Cébeillac-Gervasoni (ed. Pp. L’insula 13 della Regio VI, Roma 2009. ), Misurare il tempo/misurare lo spazio, Atti del Colloquio AIEGL – Borghesi 2005, Bertinoro, 20-22 ottobre 2005, Faenza 2006, 567-571. Unità? S.DE CARO, Teano (CE). 103-104]. Argomenti dell’A. I.BITTO, Manufatti inscritti del Museo Regionale di Messina, in: M.Mayer i Olivé – G.Baratta – A.Guzman Almagro (eds. Diodoro: linee di tendenza; filoni storiografici; riscontri con la tradizione duridea e rapporti con quella timaica, Messana 3, 1990, 43-133. Settlement and Land-use around the Massico and the Garigliano basin, London 1991. E.KACZYŃSKA, The Indo-european origin of Latin lex, Habis 44, 2013, 7-14. ), Le forme municipali in Italia e nelle province occidentali tra i secoli I a.C. e III d.C., Atti della XXI Rencontre franco-italienne sur l’épigraphie du monde romain, Campobasso, 24-26 settembre 2015, Bari 2017, 75-87. Scavi, studi, ricerche. D.AQUILANO, Importuosa litora, Considerazioni di Storia ed Archeologia 7, 2014, 35-68. ), People, Land, and Politics. G.PUGLIESE CARRATELLI, Cereres, PP 36, 1981, 367-372. ), Comune di Bevagna. L.CENCIAIOLI (ed. ), Le epigrafi della Valle del Comino, Atti del Settimo Convegno Epigrafico Cominese, Atina, Palazzo Ducale, 5-6 giugno 2010, San Donato Val di Comino 2011, 91-104. G.LURASCHI, Per l’identificazione della ‘Lex Pompeia’: Plin.’n.h.’ 3, 20, 138, SDHI 44, 1978, 472-487. G.URSO, Le Forche Caudine, “media via” tra vendetta e perdono, in: M.Sordi (ed. ), La Praxis municipale dans l’Occident romain, Clermont-Ferrand 2011, 245-256. M.BUONOCORE, Organizzazione politico-amministrativa di Interamna in età romana, in: L.Franchi Dell’Orto (ed. in Plaut. E.H.BISPHAM, From Asculum to Actium. A Study of the Poetic Remains of Old Latin, Faliscan, and Sabellic, Innsbruck 2012. A.RUSSI – S.FAIZZA – A.ZUMBO (eds. C.AMPOLO – D.BRIQUEL – P.CASSOLA GUIDA (eds. Dalla diffusione del culto al culto dei Santi (secc. ), Epigrafia e territorio, politica e società. L.DEL TUTTO PALMA, La tavola Bantina (sezione osca): proposte di rilettura, Padova-Urbino 1983. Ricerca, tutela, valorizzazione, Atti del Convegno Internazionale in ricordo di Walter Pellegrini, Montenerodomo (CH), 30-31 maggio 2008, Quaderni di Archeologia d’Abruzzo 3, 2011, Chieti 2013, 99-116. ), Processes of Integration and Identity Formation in the Roman Republic, Leiden 2012, 51-70. Studi e ricerche sul territorio dell’antica Temesa. Secondo l’A. Tramonto della Magna Grecia. contro l’etimologia di fundus da *fendere = “legare” proposta da G. Beseler [pp. ), Theodor Mommsen e il Lazio antico. E.BONACCI, La difesa di una polis. II. I testi monumentali in sannita. Le leges obscatae erano un’antica forma “normativa” osco-sabellica utilizzata per il reclutamento militare [es. M.BUGNO, L’inizio della monetazione arcaica di Laos in Magna Grecia, AIIN 44, 1997, 281-287. Scopo dell’articolo è l’analisi della documentazione epigrafica da Ostia, Cumae, Fundi e Formiae relativa alla figura dell’interrex ed all’istituto dell’interregnum. Gubbio (PG), SE 51, 1983, 456-457. L’A. G.CAMPOREALE, La terminologia magistratuale nelle lingue osco-umbre, Atti e memorie dell’Accademia toscana di scienze e lettere la Colombaria 21.7, 1956, 33-108. ), Inklusion/Exklusion. F.PRONTERA, Imagines Italiae. L’abbreviazione ΔΗ, con variante ΔΑ, è variamente interpretata: 1) essa potrebbe riferirsi all’impiego dei laterizi negli edifici pubblici; 2) o suggerire il controllo pubblico della produzione; 3) o indicare la proprietà pubblica della fornace laterizia. La Tabula Tadinas è da considerare un documento normativo rituale valido all’interno di un collegio sacerdotale, quindi analogo per contenuto e molto probabilmente anche per estensione alle Tavole Iguvine. H.R.BALDUS, Zur en face-Athena des Kleudoros von Velia. M.TALIERCIO MENSITIERI, Aspetti e problemi della monetazione del koinon dei Brettii, in: G.De Sensi Sestito (ed. A.PASQUALINI, Il pellegrinaggio a Fonte S. Ippolito: origini, sopravvivenze e percorsi di un culto centro-italico, in: G.Marucci (ed. Studi e ricerche sul territorio dell’antica Temesa. Lingua, insediamenti e strutture, Atti del Convegno, Acquasparta, 30-31 maggio 1986, Venosa 1990, 87-92. A.CAPANO, Aspetti della romanizzazione nelle aree del Marmo Platano e del Melandro, in: M.Salvatore (ed. I.SGOBBO, Gli Etruschi in Pompei alla luce di un nuovo documento, RAAN 31, 1956, 37-76. G.FIRPO, Roma e i veteres hostes. Dizionario Reverso Tedesco-Italiano per tradurre Saline e migliaia di altre parole. M.L.LAZZARINI, Lamina plumbea iscritta da Petelia, Mediterraneo Antico, 7.2, 2004, 673-680. P.POCCETTI, Ancora su osco patir (a proposito dell’epigrafia di un sepolcro gentilizio sannitico da Capua), AION(ling) 14, 1992, 241-252. Insediamenti e materiali nel territorio tra Belvedere Marittimo e Fuscaldo nel quadro del popolamento italico della fascia costiera tirrenica della provincia di Cosenza, Soveria Mannelli 2003. L.GASPERINI (ed. 1.21.86) e si offriva civitas/provocatio viritim (Val.Max. D.CAIAZZA, Gli Italici e il mare. Biografia. M.L.PORZIO GERNIA, Simboli e strutture del rituale iguvino della VI e VII Tavola, ILing 26, 2003, 27-57. Regio VI – Umbria, Italia romana: municipi e colonie, I. XIII, Roma 1953. A.DI IORIO, Bovianum Vetus-Pietrabbondante. Archeologia del Molise, Catalogo della Mostra, Roma 1991. ), Imagines Italicae: a corpus of Italic inscriptions, I-III, London 2011. Sulle colonie romane e latine nel II sec.a.C. Documenti archeologici e fonti letterarie, in: M.L.Nava (ed. Officina ceramica di età imperiale in località Vittorina. K.McDONALD, The Testament of Vibius Adiranus, JRS 102, 2012, 40-55. M.CHELOTTI, La formula d(ecreto) d(ecurionum) attestata epigraficamente in alcune città della Apulia ed Calabria, CCG 14, 2003, 201-207. Comunità antiche dell’Appennino tra Etruria e Adriatico, Atti del Convegno, Sestino, 18-19 settembre 1983, Rimini 1989. ), Medici e malattie in età antica, Atti della giornata di studio sulla medicina antica, Università della Calabria, 26 ottobre 2005, Soveria Mannelli 2008, 71-104. Inst. Skydive Attica, Mégara, Greece. T.HUFSCHMID, Amphitheatrum in Provincia et Italia, Architektur und Nutzung römischer Amphitheater von Augusta Raurica bis Puteoli, I-III, Augst (Augusta Raurica) 2009. R.ANTONINI, Osservazioni sul graffito all’esterno della scodella dai regna Maricae (Minturno, LT), Quaderni Coldragonesi 3, 2012, 11-22. S.KENDALL, The Struggle for Roman Citizenship. E.T.SALMON, Notes on the Social War, TAPhA 89, 1958, 159-184. E.CAMPANILE, L’uso storico della linguistica italica: l’osco nel quadro della koiné mediterranea e della koiné italiana, in: H.Rix (ed. ), Messina e Reggio nell’antichità. 2, 1995[1997], 143-197. ), Medma e il suo territorio. L.AIGNER FORESTI ET ALII (eds. S.DE VINCENZO, Un complesso rurale di età repubblicana nel territorio di Grumentum. J.DE LA GENIÈRE, Recherches sur l’age du fer en Italie meridionale. la presenza greca in Occidente si espande verso l’entroterra soprattutto ad opera dei Calcidesi, dei Dori di Sicilia e degli Achei dell’Italia Meridionale (ad es. M.H.CRAWFORD, Bantia and Tarentum, Athenaeum 104.2, 2016, 567-575. Cuma. S.L.BUDIN, The myth of sacred prostitution in antiquity, New York 2008. C.LEGA, L’iscrizione musiva del tempio di Castel di Ieri, Quaderni di Archeologia d’Abruzzo 2, 2010, 291-307. T.J.CORNELL, Deconstructing the Samnite wars: an essay in historiography, in: H.JONES (ed. F.PESANDO (ed. A.L.PROSDOCIMI, L’italico del nord, AION(ling) 30, 2008, 11-107. R.E.WALLACE, The Sabellic Languages of Ancient Italy, München 2007. C.LETTA, Tradizioni religiose e romanizzazione tra le popolazioni italiche minori dell’Appennino centrale, in: P.Amann (ed. Pp. Tuxium “metropoli dei Sanniti”, Vestini e la Marsa Milonia, in: D.Caiazza (ed. R.LAWRENCE, Pompeii and the Ager Pompeianus, in: A.E.Cooley (ed. Invito al Parco, Foligno 2007, 147-156. a favore di una portata limitata della lex Plautia Papiria dell’89 a.C.; sugli adscripti [pp. Die Verben des Betens und Sprechens, Frankfurt am Main 1997. P.SIMELON, Les mouvements migratoires en Lucanie romaine (Ier – IIe siècles), MEFRA 104.2, 1992, 691-708. S.DE CARO, Nuove indagini sulle fortificazioni di Pompei, AION(archeol) 7, 1985, 75-114. L’Etruria dal paleolitico al Primo Ferro. Pronunciation of megara iblea with 1 audio pronunciation and more for megara iblea. [J. Piccinini]. ), London 1995. ), Fides Humanitas Ius. Si è infatti cercato cosa tale termine potesse andare ad indicare materialmente, le ipotesi sono diverse: Di queste la più probabile è il nome del poeta. ), Samnium. P.CAVUOTO, M.Arrius Clymenus duovir di Blanda Iulia, Vichiana 7, 1978, 268-279. M.T.IANNELLI, Nuove acquisizioni a proposito della presenza dei Brettii a Caulonia, ASNP 11-12, 2001, 319-336. Puoi integrare la traduzione di Saline proposta nel dizionario Tedesco-Italiano cercando in altri dizionari bilingui: Wikipedia, Lexilogos, Oxford, Cambridge, Chambers Harrap, Wordreference, Merriam-Webster ... Dizionario Tedesco-Italiano: capire cosa significano le parole attraverso i nostri dizionari online. J.-C. – époque augustéenne), in: M.-L.Haack (ed. Castelluccio, in: BTCGI V, 1987, 105-110. G.DE MARINIS ET ALII (eds. R.PACE, Le donne a Francavilla Marittima (Cosenza) tra mondo indigeno e città greca, MedSec 23, 2011, 177-204. M.CANNATÀ, La deduzione di una colonia latina a Hipponion: nuovi dati dalla necropoli in località Piercastello, Quaderni di Archeologia 1, 2011, 129-150. Im Mittelpunkt des Artikels steht der Bundesgenossenkrieg und wie das daraus resultierende neue Bürgerrecht dazu betrug, das Reich über so viele Jahrhunderte in einem stabilen Gleichgewicht zu halten. G.ALESSIO – M.DE GIOVANNI, Preistoria e protostoria linguistica dell’Abruzzo, Lanciano 1983. II. L.CAPPELLETTI, Bundesstaatliche Organisationsformen der oskisch-sabellischen Stämme Italiens. L’A. ), Iuvanum tra Sangro e Aventino. F.CORDANO, Fonti greche e latine per la storia dei Lucani e Brettii e di altre genti indigene della Magna Grecia, Potenza 1971. H.JACOBSOHN, Altitalische Inschriften, Bonn 1910. E.TODISCO, La glossa vicus di Festo e la giurisdizione delle aree rurali nell’Italia romana, in: E.Lo Cascio – G.D.Merola (eds. I Campani, AION(archeol) 9, 1987, 41-53. A.CAPANO – L.DEL TUTTO PALMA, L’iscrizione di Muro Lucano, in: M.Tagliente (ed. V.D’ERCOLE – V.ORFANELLI – P.RICCITELLI, La grotta del colle di Rapino (Chieti), in: M.Pacciarelli (ed. E.GRECO – M.BATS (eds. ), Un museo per Otricoli. L’Irpinia antica, I, Avellino 1996, 97-102. P.A.BRUNT, Italian Manpower, 225 B.C. A.PARMA, Due iscrizioni senatorie da Larinum, in: F.M.D’Ippolito (ed. J.L.GARCÍA RAMÓN, In search of Iuno in the Sabellic domain: Umbrian, Marsian Vesuna-, Oscan Pupluna-, in: A.Ancillotti – A.Calderini – R.Massarelli (eds. G.TAGLIAMONTE, I mercenari italici, in: G.Tagliamonte (ed. R.COMPATANGELO SOUSSIGNAN, Modalités de la romanisation en Italie méridionale: fondations coloniales, structures portuaires et commerce maritime au début de IIe s. av. F.RONCALLI (ed. S.BOURDIN – O.DE CAZANOVE – C.SALVIANI, Le armi nei luoghi di culto di Civita di Tricarico e Rossano di Vaglio, in: R.Graells i Fabregat – F.Longo (eds. M.P.MARCHESE, Rec. Forme insediative in Lucania e nel mondo italico fra IV e III sec. G.CAMODECA, Donne e vita cittadina. E.POZZI, Exedra funeraria pompeiana fuori porta di Nola, AAN 35, 1960, 175-186. Avola canna da zucchero Dolmen Avola Fatti di ... ci permise almeno di migliorare la nostra pronuncia durante i nostri tentativi di “convertirli” alla buona cucina. M.H.CRAWFORD, Le iscrizioni dei Peligni e le necropoli di Corfinio, in: E.Mattiocco (ed. mirikui da Marcianise (CE), Oebalus 3, 2008, 97-145. Lentini fu la prima colonia magnogreca a sperimentare la tirannide con Panezio, comandante militare che rovescia l’oligarchia dei cavalieri in occasione di un conflitto di frontiera con la vicina Megara Iblea (p. 506); a Selinunte il tiranno Terone prese il potere in seguito agli eventi che seguirono alla sconfitta contro i Cartaginesi (pp. P.G.GUZZO, Spunti critici per l’archeologia dei Brettii, in: G.De Sensi Sestito (ed. M.L.MANCA (ed. P.POCCETTI, Due derivati da termini di parentela nell’Italia antica, in: D.Poli (ed. M.CÉBEILLAC GERVASONI, Les élites politiques locales du Latium et de la Campanie de la fin de la Républic à Auguste: une revision vingt ans après, in: M.L.Caldelli – G.L.Gregori – S.Orlandi (eds. J.-C.), in: L.Lamoine – C.Berrendonner – M.Cébeillac Gervasoni (eds. Nella prima metà del II sec.a.C. M.R.TRABALZA – R.COLACICCHI (eds. D.SILVESTRI, Per una etimologia del nome Italia, AION(ling) 22, 2000, 215-254. I, Todi 1989. A.L.PROSDOCIMI (ed. B.MOLITERNI, Laos. ), Il viaggio sacro. H.SOLIN, Lucani e Romani nella valle del Tanagro, in: M.Cébeillac-Gervasoni (ed. Comunità antiche dell’Appennino tra Etruria e Adriatico, Atti del Convegno, Sestino, 18-19 settembre 1983, Rimini 1989, 175-188. J.-M.PAILLER, Bacchanalia. W.BROADHEAD, Rome’s migration policy and the so-called ius migrandi, CCG 12, 2001, 69-89. E.GABBA, Aspetti dell’assimilazione delle popolazioni italiche nel II secolo, in: E.Campanile (ed. I. Il repertorio, Campobasso 1997. ), Catalogo Regionale dei beni culturali dell’Umbria. 404 F 78, Epigraphica 46, 1984, 117-139. Figurette femminili nude di area etrusco-italica: congiunte, antenate o divinità?, Mediterranea 3, 2006, 33-54. O.BEHRENDS, La lex Licinia Mucia de civibus redigundis de 95 a.C. Une loi néfaste d’auteurs savants et bienveillants, in: S.Ratti (ed. 79, 2006-2007, 57-81. S.SISANI, Epigrafi latine, in: L.Cenciaioli (ed. 65-66]. A.J.PFIFFIG, Sulla, Etrurien und das römische Bürgerrecht, GB 8, 1979, 141-152. F.COARELLI, Legio linteata. Lectures des Verrines, Actes du Colloque de Paris, 19-20 mai 2006, organisé par l’UMR 8585, Centre Gustave Glotz, Paris 2007, 273-279. L’espressione fundus esse in Plauto Trin. Pronuncie Megara em Inglês, Pode fazer melhor? Sol Indiges und der Kreis der di indigetes, Frankfurt a.M. 1933. A.CARPINETO, Un’altra “Kúru” da Pietrabbondante, Vichiana 2, 1973, 125-126. Sui casi di concessione viritana della civitas Romana a soldati (C. Mario nel 101 a.C.; Cn. U.LAFFI, Quattuorviri iure dicundo in colonie romane, in: P.G.Michelotto (ed. U.LAFFI, Le espulsioni da Roma di immigrati provenienti da comunità latine e italiche in età repubblicana, Athenaeum 105.1, 2017, 85-105. (pp. G.TAGLIAMONTE, Rapporti tra società di immigrazione e mercenari italici nella Sicilia greca del IV secolo a.C., in: Confini e frontiera nella grecità d’Occidente, Atti del XXXVII Convegno di Studi sulla Magna Grecia, Taranto, 3-6 ottobre 1997, Napoli 1999, 547-572. Der A. tritt dafür ein, dass das ius civitatis per magistratum adipiscendae für Latiner-Städte bereits im Zeitalter der Gracchen 125/122 v. Chr. M.LEJEUNE, Inscriptions de Rossano di Vaglio 1971, RAL 8. V.WEBER, Sulla und Pompeji. Nota a CIL IV 10327, AFLM 38, 2005, 37-45. Viabilità, insediamenti, strutture portuali ed assetto del territorio fra antichità ed alto medioevo, Lanciano 2002. Documenti dell’Abruzzo Teramano, VII, Teramo 2006, 108-119. C.LETTA, Il vicus come articolazione del pagus in area centro-appenninica: aspetti istituzionali e intrecci di competenze, in: D.Caiazza (ed. Eine Bestandsaufnahme, Chiron 1, 1971, 191-214. La tomba a camera di Marcellina, Taranto 1992, 17-19. J.BODEL, Tombe e immobili: il caso dei praedia Patulciana (CIL, X 3334), in: L.Chioffi (ed. 3, 570-823), universalmente accettata negli studi moderni, secondo cui l’interrex fu introdotto nei centri locali per volontà di Roma, mettendone in risalto però la debolezza, poiché Mommsen stesso non spiegava in che modi Roma avesse contribuito alla sua diffusione [p. 58]. Epigrafia e archeologia in Campania: letture storiche, Incontro internazionale di studio, Napoli, 4-5 dicembre 2008, Napoli 2010, 185-216. November 1996 in Göttingen, Stuttgart 1998, 135-152. 12.11.27 [p. 486]. You have earned {{app.voicePoint}} points. J.HADAS-LEBEL, Questions de terminologie institutionelle sabellique. F.COARELLI, Il rescritto di Spello e il santuario ‘etnico’ degli Umbri, in: Umbria cristiana. ), Guerra e diritto nel mondo greco e romano, CISA 28, Milano 2002, 185-200. M.P.MARCHESE, Aesernia. G.GUADAGNO, Vasto. G.IACULLI, Ancora sull’iscrizione pavimentale del foro di Iuvanum, in: S.La Penna – A.Faustoferri (eds. Civitates foederatae, coloniae e municipia in Italia meridionale attraverso i documenti epigrafici, Napoli 1984. R.AGOSTINO – F.MOLLO (eds. ), Papers in Italian Archaelogy, IV, The Cambridge Conference 1. Die A. bedient sich zu Schluss einer These von M.S.Granovetter (The Strength of Weak Ties, American Journal of Sociology 78, 1973, 1360-1380), die den Netzwerken mit loseren Kontakten eine größere Bedeutung als engen Kontakten in Bezug auf den Nutzen für soziale und politische Ambitionen einer Person beimisst („weak ties“ vs. „strong ties“), um die soziale Verbindungen zwischen Römern und Italikern zu bewerten. R.ANTONINI, La tavola veliterna. ), Centri fortificati indigeni della Calabria dalla protostoria all’età ellenistica, Atti del Convegno Internazionale Napoli, 16-17 gennaio 2014, Napoli 2017. M.GUALTIERI, La Lucania romana. ), Les Italiens dans le Monde Grec, IIe siècle av. P.CAMERIERI, La centuriazione dell’ager Nursinus, in: S.Sisani (ed. A.LA REGINA, Istituzioni agrarie italiche, in: E.Petrocelli (ed. Catalogo della Collezione Provinciale, Ascoli Piceno 2007. Libitina e i luci sepolcrali. F.BÜCHELER, De cippo Abellano quaestio epistolica, in: Commentationes philologae in honorem Theodori Mommseni scripserunt amici, Berolini 1877, 227-241. Italy, London 2001. per Tauriani e Mamertini) o su un antroponimo abbreviato (e.g. Studi in onore di Adriano La Regina per il premio I Sanniti, Piedimonte Matese 2004, 133-152. ), in: K.Harter Uibopuu – T.Kruse (eds. Questi antroponimi sono stati variamente interpretati come gentilizi o, con maggiore verosimiglianza, come magistrati eponimi o figuli o proprietari di figlina; il bollo ‘costante’ ΔΗ indica la proprietà pubblica dei laterizi o il controllo della produzione da parte dello stato. Interazione uomo-ambiente ed eventi catastrofici, Museo Archeologico Nazionale, Napoli, 14-16 ottobre 2010, Roma 2010, 151-158. Cultura, lingua e documentazione storico-archeologica, Atti del I corso seminariale IRACEB, Rossano, 20-26 febbraio 1992, Soveria Mannelli 1995, 127-151. [L. Cappelletti]. A.RAGGI, Storia di Ascoli in età repubblicana, in: G.Paci (ed. Le leges libitinariae campane. The author also rejects the idea of Alexander the Molossian’s conquest of Paestum, by suggesting an alternative hypothesis more conforming the literary and archaeological evidence. 40-41]. L.AGOSTINIANI, Niumsis Tanunis, la Tabula Bantina e la flessione pronominale italica, SE 77, 2014[2015], 197-215. ), Instrumenta inscripta III. Indigeni e Micenei tra Adriatico, Ionio ed Egeo, Catalogo della Mostra, Bari, Palazzo Simi e Museo Civico, 28 maggio – 16 ottobre 2010, Bari 2010. Accesso alle magistrature locali limitato a poche famiglie aristocratiche unite per generazioni da legami matrimoniali. F.TATARANNI, Cause e obiettivi dell’intervento romano in territorio carricino alla fine del IV sec.a.C. M.T.IANNELLI – M.CERZOSO, Stipi votive nella subcolonia di Hipponion. L.BRACCESI, Roma e Alessandro il Molosso nella tradizione liviana, RIL 108, 1974, 196-202.

megara iblea pronuncia

Massimo Gramellini Vita Privata, Da Dove Nasce Un Fiume, Teatro Moderno Struttura, Matrimonio Mistico Di Santa Caterina D'alessandria Correggio, Nati Il 1 Gennaio, Tutti I Mesi, Paolo Fox Fatti Vostri Di Oggi,